Mondiali Rugby 2015: Italia batte Romania 32-22, siamo terzi e al prossimo Mondiale

Mondiali Rugby 2015. Italia – Romania 32-22. Gli azzurri chiudono al terzo posto della Pool D e si qualificano al prossimo Mondiale di Giappone ’19.

  • 15.15

    Manca appena un quarto d’ora all’inizio della sfida tra Italia e Romania. Si gioca al Sandy Park di Exeter.


  • Il XV titolare dell’Italia.

  • 15.28

    Squadre in campo. Tra poco gli inni nazionali e l’inizio della partita

  • 15.31

    Partita cominciata con il calcio d’inizio del rumeno Vlaicu

  • 1′

    Romania in avanti dopo una rimessa in touche

  • 2′

    L’Italia recupera palla in raggruppamento e guadagna una punizione che McClean sbaglia, fallendo il lancio in rimessa

  • 3′

    Prima mischia della partita con introduzione rumena. L’Italia subisce la spinta avversaria e viene sanzionata con una punizione che Vlaicu decide di calciare nei pali

  • 4′

    Vlaicu segna la punizione dai 25 metri. Italia-Romania 0-3. Buon inizio dei rumeni

  • 6′

    Annullata una meta all’Italia. Gori si lancia oltre i difensori ma fallisce la schiacciata perdendo palla in avanti. Peccato ma la decisione del TMO è inappellabile

  • 8′

    Italia in attacco nei pressi dell’area dei 22 metri della Romania. Entrano lateralmente in raggruppamento i difensori rumeni. Punizione per noi che calciamo in rimessa nei pressi della linea di meta

  • 10′

    META ITALIA con Sarto. Muovono bene palla gli azzurri e Sarto concretizza la superiorità numerica all’ala. Allan fallisce la trasformazione. Azzurri avanti 5-3

  • 12′

    Altra scorrettezza dei rumeni in raggruppamento. La palla passa all’Italia che può riprendere dalla mischia

  • 14′

    L’Italia tiene palla a metacampo ma non avanza eccessivamente. Un placcaggio alto dei rumeni ci regala una punizione che Allan calcia in rimessa nei 22

  • 15′

    L’arbitro ferma il gioco per sanzionare un altro fallo dei rumeni in raggruppamento. Van Heerden viene ammonito per un’irregolarità. Romania in 14 e punizione Italia.

  • 16′

    Allan non sbaglia il calcio da distanza ravvicinata. L’Italia aumenta il gap. 8-3 per noi.

  • 18′

    L’Italia perde palla in avanti. Mischia per la Romania nei 22 ma i nostri spingono bene e i rumeni crollano. Punizione per gli azzurri che Allan calcia oltre la metacampo

  • 19′

    Avanzamento in maul dell’Italia. Guadagnano venti metri gli azzurri

  • 20′

    Un drop di Allan atterra a un metro dalla linea di meta. Il difensore rumeno precede Benvenuti ma è costretto a rifugiarsi in touche.

  • 21′

    Altra meta annullata all’Italia. Geldenhuys tocca in avanti e rende inutile la segnatura di Manici. Mischia per la Romania

  • 22′

    L’Italia prevale in mischia a 5 metri dalla linea di meta. L’introduzione passa agli azzurri. Ottima occasione per andare a segnare

  • 23′

    META ITALIA. Gori sfrutta la spinta in mischia, prende palla da Zanni, finta, a vuoto i difensori e meta. Bene così. Allan trasforma.

  • 24′

    Italia in vantaggio 15-3 sulla Romania ancora in inferiorità

  • 26′

    La Romania tenta di costruire, finalmente, un’azione in attacco. Fallo di Manici in mischia e punizione. Vlaicu decide di andare in rimessa laterale in zona pericolosa per i nostri

  • 28′

    Altra punizione Romania per irregolarità di Furno in touche. I rumeni vanno di nuovo in rimessa nei pressi della linea di meta azzurra

  • 30′

    Romania in pressione a un passo dalla meta

  • 30′

    L’Italia resiste ma viene sanzionata per fuorigioco. Altra punizione. Vlaicu va in touche. Siamo a due metri dalla linea di meta italiana

  • 32′

    L’attacco rumeno è arrivato a nove fasi. L’Italia resiste alla grande e la Romania trattiene palla in mischia. Fallo. Pericolo sventato

  • 33′

    Allan libera l’area ma il calcio del mediano azzurro non è molto lungo. Riusciamo comunque a rimandare palla oltre la metacampo

  • 34′

    Si infortuna Campagnaro. Entra Bacchin

  • 36′

    Fallo di Favaro in mischia. Placcaggio irregolare. La punizione di Vlaicu però è troppo corta e termina prima della linea laterale. McLean allontana il pallone. Rimessa rumena

  • 37′

    Fase interlocutoria della partita. Siamo vicini alla conclusione del primo tempo

  • 39′

    META ITALIA con Allan. Assist di Gori, inserimento del numero 10 e difesa rumena sorpresa dalla corsa solitaria dell’azzurro. Lo stesso Allan aggiunge due punti. Italia saldamente avanti 22-3

  • 40′

    Finisce il primo tempo. Italia-Romania 22-3. Ora dieci minuti di riposo.

  • 16.25

    Il c.t. Brunel negli spogliatoi con gli azzurri durante l’intervallo

  • 41′

    Iniziato il SECONDO TEMPO. Mischia con introduzione azzurra nella metacampo rumena

  • 41′

    Gori trascinato oltre la linea del fallo laterale a un passo dalla meta. Rimessa per la Romania costretta subito a difendersi.

  • 42′

    Calafeteanu libera l’area dei 22 e ricaccia gli azzurri a metacampo. Rimessa per noi.

  • 43′

    La Romania conquista palla nei propri 22 dopo aver bloccato un’azione d’attacco di Allan

  • 44′

    La palla torna agli azzurri. Iniziativa personale di Allan e Furno sfiora la meta. La Romania si salva per un tenuto alto. Mischia a 5 metri dalla meta per l’Italia

  • 46′

    META ITALIA. La segna Zanni. Spinge la mischia e il numero 8 approfitta di una distrazione rumena e insacca la quarta meta della partita per i nostri.

  • 47′

    Allan aggiunge due punti. Italia al comando con un rassicurante 29-3

  • 48′

    La Romania controlla palla e cerca di avanzare verso la nostra area di meta

  • 49′

    Prosegue l’attacco rumeno arrivato a 9 fasi. L’azione si interrompe per un fuorigioco sanzionato all’Italia. Punizione e Vlaicu va in rimessa

  • 51′

    L’Italia recupera palla dalla touche e Allan libera l’area di meta. Altra rimessa per i rumeni

  • 53′

    Inefficace l’attacco rumeno. Altra liberazione azzurra, stavolta di Allan

  • 54′

    Fallo di Ursache. Punizione. Allan lancia in rimessa. Italia in pieno controllo della partita.

  • 55′

    La Romania sventa l’attacco azzurro e Calafeteanu lancia oltre la metacampo. Girandola di cambi

  • 57′

    Azione di attacco prolungata dell’Italia. La Romania si difende e riesce a evitare la meta solo per un’imprecisione di Benvenuti che non raccoglie l’assist al piede di Allan che si perde in fallo laterale

  • 60′

    Italia ancora avanti. La partita ormai è segnata e i nostri amministrano senza difficoltà il vantaggio con la Romania inesistente in avanti nella ripresaa

  • 62′

    Fase interlocutoria della partita con poco da segnalare.

  • 64′

    Mischia per la Romania a 10 metri dalla linea di meta azzurra

  • 65′

    Possibile meta della Romania in avanzamento in mischia dopo una touche. L’arbitro consulta il TMO per dirimere il dubbio. Attesa per la decisione.

  • 66′

    META ROMANIA. L’arbitro convalida la segnatura di Apostol. Vlaicu trasforma. Italia avanti 29-10

  • 68′

    Punizione Italia per una scorrettezza della Romania in mischia. Allan va per i pali

  • 69′

    Allan segna la punizione. Altri 3 punti per l’Italia che sale 32-10 a dieci minuti dal termine

  • 72′

    Romania di nuovo pericolosa in attacco. Fallo a nostro sfavore per scorrettezza in meta. Vlaicu va in touche, scelta obbligata.

  • 73′

    Romania vicino alla meta. Poparlan tenuto alto prima di concretizzare la segnatura. C’era un fuorigioco precedente dell’Italia. Altra punizione rumena. Scorrono comunque i minuti. Impossibile per i nostri avversari rimontare lo svantaggio

  • 75′

    L’arbitro decreta la META per la Romania. Dopo aver consultato di nuovo il TMO ci si è accorti che Poparlan è riuscito a schiacciare. Trasforma Vlaicu che accorcia a -14. Italia avanti 32-17 a cinque minuti dalla conclusione.

  • 77′

    La Romania intercetta l’attacco italiano e rilancia con Apostol. Canna raccoglie palla nei 22 ma si fa circondare dagli avversari e non lascia il possesso nel successivo raggruppamento. Mischia rumena a 3 metri dalla meta azzurra. Finale in crescendo dei nostri avversari

  • 79′

    META ROMANIA. Segna Apostol sugli sviluppi di un’azione scaturita dalla mischia. L’ala rumena insacca indisturbato all’ala. Vlaicu non trasforma. 32-22.

  • 17.28

    E’ FINITA . ITALIA BATTE ROMANIA 32-22. Siamo terzi nella Pool D e qualificati al prossimo Mondiale.

Mondiali Rugby 2015. Vittoria dell’Italia contro la Romania. 32-22 il punteggio a favore degli azzurri che concludono il Mondiale al terzo posto nella Pool D e conquistano la qualificazione alla prossima rassegna iridata in programma tra quattro anni in Giappone.

Gli azzurri ipotecano il successo con un ottimo primo tempo in cui segnano tre mete con Sarto, l’ottimo Gori e Allan con altre due segnature annullate allo stesso Gori e Manici per palla persa in avanti. Nella ripresa, Zanni sancisce la definitiva supremazia italiana con la quarta meta dell’incontro al 45′. Avanti 29-3, gli azzurri si rilassano e permettono all’orgogliosa Romania di accorciare le distanze nell’ultima parte dell’incontro con ben tre mete, due di Apostol e una di Poparlan, quest’ultima convalidata dal TMO. Non è un bel finale quello dei nostri ma il risultato finale fa passare tutto in secondo piano.

Il live di Italia-Romania 32-22

Rugby World Cup | Presentazione Italia-Romania

Mondiali Rugby 2015. Dalle 15.30 seguiremo in diretta tempo reale il match tra Italia e Romania, decisivo per il terzo posto nella Pool D, girone che ha già qualificato ai quarti di finale Francia e Irlanda, impegnate alle 17.30 nel confronto diretto che decreterà la prima classificata.

Si gioca a Exeter. La posta in palio è importante. Il terzo posto infatti non rappresenta, infatti, solo un simbolico premio di consolazione ma garantisce la qualificazione al prossimo Mondiale di Giappone ’19. L’Italia ha un punto di vantaggio sui rumeni e, pertanto, può raggiungere l’obiettivo con due risultati a disposizione. La Romania, invece, deve solo vincere per superare gli azzurri e ottenere il pass iridato.

Rispetto al XV sconfitto di misura dagli irlandesi (9-16), Brunel deve rinunciare a capitan Parisse, schierato domenica scorsa non al meglio della condizione dopo l’intervento al polpaccio. Il sogno dei quarti ha costretto Parisse a forzare i tempi ma, a posteriori, forse è stato un azzardo rischiare il capitano in una sfida nella quale eravamo ampiamente sfavoriti nonostante il punteggio finale. Azzardo perché un’eventuale sconfitta con la Romania rappresenterebbe davvero un fallimento con conseguenti pesanti strascichi anche all’interno della FIR.

Siamo più forti della Romania ma senza Parisse tutto diventa più difficile. A riguardo basta ricordare la risicata vittoria con il Canada per ribadire quanto il Capitano sia importante per il XV azzurro. Lo sostituirà Zanni. Altra novità l’inserimento tra i titolari di Benvenuti che rimpiazza l’infortunato Garcia. Con Castrogiovanni e Ghiraldini infortunati, confermata la prima linea con Aguero, Manici e Cittadini. Per Campagnaro, schierato secondo centro, sarà la prima al Sandy Park, campo sul quale sarà impegnato la prossima stagione con la maglia degli Exeter Chiefs.

La Romania, in fiducia dopo il successo in rimonta sul Canada, 17-15 da 0-15, è priva del suo capitano Mihai Macovei, squalificato per due settimane per un placcaggio irregolare nel match contro i nordamericani nel quale ha segnato le due mete del sorpasso. Un’assenza importante che non deve indurci, tuttavia, a sottovalutare i nostri avversari.

italia-romania-diretta-mondiali-rugby-2015.jpg

Italia – Romania | Le formazioni titolari

ITALIA: 1 Aguero, 2 Manici, 3 Cittadini, 4 Geldenuhys (Cap), 5 Furno, 6 Minto, 7 Favaro, 8 Zanni, 9 Gori, 10 Allan, 11 Venditti, 12 Benvenuti, 13 Campagnaro, 14 Sarto, 15 Mclean.
A disposizione: 16 Giazzon, 17 De Marchi, 18 Chistolini, 19 Bernabò, 20 Vunisa, 21 Palazzani, 22 Canna, 23 Bacchin.

ROMANIA: 1 Lazar, 2 Turashvili, 3 Ion, 4 Poparlan, 5 Van Heerden, 6 V. Ursache (Cap), 7 Lucaci, 8 Carpo, 9 Calafeteanu, 10 Wiringi, 11 Botezatu, 12 Vlaicu , 13 Kinikinilau , 14 Lemnaru, 15 Fercu.
A disposizione: 16 Radoi, 17 A. Ursache, 18 Pungea, 19 Antonescu, 20 Burcea, 21 Bratu, 22 Gal, 23 Apostol.

I Video di Blogo.it