Mondiali Rugby 2015 | Risultati del 10 ottobre | Vittorie per Australia, Scozia e Inghilterra

Mondiali Rugby 2015. I risultati di sabato 10 ottobre. L’Australia batte il Galles, 15-6, chiude in testa alla Pool A. Si qualifica la Scozia che supera Samoa 36-33. L’Inghilterra si congeda con una larga vittoria sull’Uruguay.

Mondiali Rugby 2015. Le partite di sabato 10 ottobre. L’Australia batte il Galles (15-6) e chiude al primo posto nel Pool A. La Scozia fatica ma riesce a superare Samoa (36-33) e passa ai quarti proprio contro l’Australia mentre il Galles affronterà il Sudafrica. Questi i verdetti odierni con il programma che deve ancora completarsi con l’ininfluente Inghilterra- Uruguay.

Non è stato un match spettacolare quello di Twickenham tra Australia e Galles. Nessuna meta e poche emozioni. Nel primo tempo entrambe le squadre producono poche azioni offensive. A smuovere il punteggio ci pensano i calci di punizione. Foley, a una settimana dal match perfetto contro l’Inghilterra, ne piazza tre. Biggar solo due e fallisce quello del possibile pareggio al 40’ da distanza quasi proibitiva.

Nel secondo tempo, gli Aussie allungano a +6 ancora con Foley prima di rimanere in 13 per la doppia, e quasi concomitante, ammonizione a Genia e Mumm. In superiorità numerica, il Galles assedia per dieci minuti l’area dei 22 avversaria e sfiora la meta con Faletau che perde palla al momento di schiacciare oltre la linea e North fermato in extremis con un tenuto alto dai difensori aussie. Passato il momento di sofferenza, l’Australia, tornata in XV, torna insidiare il Galles e trova altri tre punti con il solito Foley che chiudono la contesa.

scozia-samoa-mondiali-rugby-2015.jpg

Ben più divertente il match di Newcastle tra la Scozia e Samoa terminato 36-33.
Primo tempo ricco di emozioni. Samoa comincia con un piglio ben diverso rispetto ai precedenti match e T.Pisi sigla la prima meta al ’10. La Scozia riparte e un erroraccio di Williams in difesa agevola Seymour che ristabilisce la parità (10-10). Non c’è un momento di tregua. Passa un minuto e al 13’ segna Leiataua (10-15). Non c’è la difesa scozzese al 20’ Samoa trova addirittura la tripletta con Lee-Lo (13-20).

La Scozia accorcia con una punizione del sempre preciso Laidlaw. Gli risponde T.Pisi (16-23) prima della seconda meta scozzese con Hardie che capitalizza un avanzamento in mischia al 31’. Laidlaw trasforma e riporta in parità i suoi in un momento difficile per l’inferiorità numerica causata dall’espulsione temporanea di Wilson.

Nel finale di tempo, Samoa, incontenibile in attacco, entra in meta per la quarta volta con il pilone Taulafo ma l’arbitro annulla dopo aver consultato il TMO per un fallo su Laidlaw in mischia. Chiudono, comunque, in vantaggio gli isolani con un’altra punizione di T.Pisi per un fuorigioco scozzese precedente la meta appena annullata (23-26).

In avvio di secondo tempo, la disciplina abbandona Samoa e la Scozia, con due punizioni del cecchino Laidlaw, trova il primo vantaggio della partita (28-26). Con i Pacifici che smarriscono la spinta offensiva, gli scozzesi gestiscono il distacco e, al 74’, siglano la meta della possibile tranquillità con l’onnipresente Laidlaw, lesto a schiacciare dopo una mischia a 5 metri dai pali. Ma non è finita. Con orgoglio, Samoa si riversa in attacco e dimezza il gap con la meta del bonus del neo entrato Matu’u al 78’. Tremano gli scozzesi per un altro minuto fino al calcio in rimessa di Laidlaw che libera l’esultanza dei giocatori in campo e del pubblico in tribuna.

L’Inghilterra conclude il Mondiale con una larga e prevedibile vittoria sull’Uruguay. 60-3 il punteggio a favore dei padroni di casa che segnano dieci mete (tre di Easter, tre di Nowell, due di Watson, una di Slade e una tecnica). Gli inglesi chiudono al terzo posto e si qualificano a Giappone ’19. Ai quarti però non ci saranno.

Mondiali Rugby 2015 | Risultati sabato 10 ottobre

Pool A

Australia – Galles: 15-6
Inghilterra – Uruguay 60-3
Classifica finale: Australia 17, Galles 13; Inghilterra 11; Fiji 5; Uruguay 0

Pool B

Scozia – Samoa: 36-33 (Pool B)
Classifica: Sudafrica 16; Scozia 14; Giappone 8; Samoa 6; Usa 0

Mondiali Rugby 2015 | Le partite del 10 ottobre

Mondiali Rugby 2015. Sabato 10 ottobre si disputano tre match nei gironi A e B. Si comincia alle 15.30 con Scozia-Samoa. A seguire, sfida clou di giornata tra Australia e Galles. In serata, l’Inghilterra conclude un inglorioso Mondiale contro l’Uruguay.

A Newcastle, match point qualificazione per la Scozia contro Samoa. Greig Laidlaw e compagni devo vincere per passare ai quarti alla spalle del Sudafrica e spegnere definitivamente le ambizioni dell’ottimo Giappone che, domani, affronta gli Usa. Obiettivo alla porta degli scozzesi, reduci dalla sconfitta piuttosto netta con il Sudafrica a Birmingham di una settimana fa. Peggio ha fatto Samoa, travolta dal Giappone con un eloquente 26-5, risultato simbolo di un Mondiale deludente per gli isolani, privi oggi di Alesana Tuilagi, squalificato per un placcaggio irregolare sul nipponico Tatekawa.

Alle 17.45, a Twickenham, Australia e Galles, entrambe a 13 punti, si contendono il primato del girone A, necessario, in primis, per evitare il Sudafrica ai quarti e incrociare, con tutta probabilità, un’avversaria più abbordabile come la Scozia. Assenza importante nei Wallabies quella di Michael Hooper sostituito da Sean McMahon. Il Galles ha perso uomini importanti già prima del Mondiale (Halfpenny e Webb su tutti) ed opera un cambio importante rispetto al solito XV titolare con Gareth Anscombe estremo e North che viene schierato da centro.

In serata, alle 21, l’Inghilterra, al City of Manchester, si congeda dalla kermesse iridata con una prevedibile larga vittoria sull’Uruguay, compagine più debole del Mondiale, sconfitta largamente già da Australia, Galles e Fiji. Serata amarissima per i britannici. La delusione del ko, decisivo, con gli aussie non si è ancora sopita. L’eliminazione è la dura realtà ancora da affrontare anziché i volenterosi uruguaiani.

australia-mondiali-rugby-2015-10-ottobre.jpg