Corea del Nord, Intelligence USA: “Ha riacceso il reattore nucleare di Yongbyon”

La Corea Del Nord starebbe progettando un missile a lungo raggio dotato di armi nucleari.

La Corea Del Nord continua a far parlare di sé in Occidente a poche ore dal lancio di un razzo a lungo raggio e dal nuovo test nucleare.

James Clapper, direttore dell’Intelligence Nazionale degli Stati Uniti, ha comunicato oggi che la Corea Del Nord ha riacceso uno dei reattori nucleari della struttura di Yongbyon, a pochi chilometri a nord di Pyongyang, e che potrebbe presto avere plutonio a sufficienza per costruire armi nucleari.

Stimiamo che la Corea Del Nord abbia fatto seguito al suo annuncio di espansione della struttura di Yongbyon e abbia riacceso il reattore per la produzione di plutonio.

E, ancora:

Pyongyang avrebbe anche mantenuto operativo il reattore abbastanza a lungo da poter cominciare a recuperare il plutonio dal combustibile del reattore entro poche settimane, mesi al massimo.

Clapper ha riferito inoltre che la Corea del Nord sarebbe impegnata ormai da tempo nello sviluppo di un missile a lungo raggio dotato di armi nucleari, un sistema missilistico intercontinentale che potrebbe “rappresentare una minaccia concreta agli Stati Uniti”.

Secondo quanto riferito dagli esperti, il reattore di Yongbyon riuscirà a produrre – quando sarà pienamente funzionale – fino a 4 chilogrammi di plutonio all’anno, quanto basta per la realizzazione di una bomba nucleare in grado di esplodere con una forza di 20 chilotoni.

Pyongyang, lo ricordiamo, in passato ha più volte dichiarato di aver interrotto le operazioni a Yongbyon e nel 2008 arrivò anche a distruggere la torre di raffreddamento.

Ultime notizie su Corea del Nord

Tutto su Corea del Nord →