Reggio Calabria: clan Belcastro-Romeo, 5 arresti per estorsione

Secondo le indagini gli arrestati avrebbero vessato un imprenditore pressanti richieste e continue richieste di “pizzo” e di assunzioni nella sua impresa.

di remar

Cinque persone, presunti affiliati al clan Belcastro-Romeo operante a Sant’Ilario dello Ionio, in provincia di Reggio Calabria, sono stati arrestati dalla polizia stamane. Le accuse contestate, a vario titolo, vanno dall’estorsione al riciclaggio passando per l’usura, reati aggravati dall’aver agevolato il clan di ndrangheta.

Secondo le indagini dirette dalla Squadra mobile reggina gli arrestati avrebbero vessato un imprenditore con continue e pressanti richieste di ingenti somme di denaro, ma non solo. I fermi sono stati stati eseguiti dagli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria e dei commissariati di Bovalino e Siderno.

Dei particolari dell’operazione Dogville si è parlato in una conferenza stampa tenuta presso la questura di Reggio Calabria alle 10. Dalle risultanze investigative è emerso che l’imprenditore oltre alla richiesta di pagamento del pizzo mensile sarebbe stato costretto dagli indagati ad assumere fittiziamente nella propria impresa familiari di soggetti riconducibili al clan.

L’inchiesta è stata coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

Foto | ©TMNews

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →