Atp San Pietroburgo 2015: Bolelli eliminato da Sousa nei quarti

Atp San Pietroburgo 2015. Simone Bolelli sconfitto da Sousa nei quarti con un doppio 7-6

Atp San Pietroburgo 2015. Simone Bolelli si ferma ai quarti di finale, sconfitto con un doppio 7-6 dal portoghese Joao Sousa.

Partita equilibratissima. Nei 24 game disputati, nessuna palla break a favore di entrambi i contendenti che solo una volta sono arrivati ai vantaggi, con Sousa in battuta sul 4-4 del secondo parziale. 9-7; 7-1 il punteggio dei due tie break con il rimpianto, per Simone, del set point non sfruttato al servizio sul 7-6 del primo nel quale è stato avanti 3-1 per poi subire cinque punti di fila (con due doppi falli) e risalire a sua volta da 3-6. Il torneo di Sousa prosegue, domani, con la semifinale contro Thiem, vincitore su Istomin 6-2; 7-5

Atp S.Pietroburgo 2015 | Programma quarti

Atp San Pietroburgo 2015. Oggi i quarti di finale del torneo 250 russo, tornato in auge dopo un anno di assenza. Tra gli otto rimasti a contendersi il titolo c’è anche Simone Bolelli, protagonista, ieri, del sorprendente 7-6; 6-4 rifilato alla testa di serie numero uno, Tomas Berdych.

Nel pomeriggio, alle 14 circa, Simone torna in campo nel secondo match del programma odierno contro il portoghese Joao Sousa, arrivato ai quarti dopo aver eliminato il moldavo Albot e l’iberico Granollers. E’ il primo confronto tra i due. Partita che si prospetta equilibrata e incerta nel pronostico anche se, indubbiamente, Bolelli spicca per talento e tecnica tennistica rispetto all’avversario, finalista due mesi fa sulla terra a Umago (ko con Thiem) prima di una deludente estate nei tornei americani, nei quali anche lo stesso Simone è stato tutt’altro che brillante.

Per entrambi, quindi, una discreta occasione per tornare in una semifinale Atp nella quale, il vincitore, incontrerà Thiem o Istomin. Quest’ultimi si ritrovano contro a meno di un mese dal confronto dello Us Open vinto dall’austriaco per ritiro dell’avversario, sotto di due set e 1-0 nel terzo.

Nel programma dei quarti, spicca il match tra Milos Raonic, seconda testa di serie del seeding e Tommy Robredo. Non è ancora al meglio il canadese. L’operazione al piede subita la scorsa primavera fa ancora sentire i suoi effetti e la conferma è arrivata dal ruolino di marcia di Milos nei tornei americani con due eliminazioni all’esordio a Montreal e Cincinnati e il terzo turno allo Us Open (sconfitto da F.Lopez), risultati che non ricalcano le reali potenzialità dell’allievo di Ljiubicic sulla superficie prediletta. Chi passa si giocherà la finale con Pouille o Bautista Agut.

simone-bolelli-atp-san-pietroburgo-2015.jpg

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su ATP Tour

Tutto su ATP Tour →