Memorial Pantani 2015, tripletta azzurra: Ulissi davanti a Visconti e Nibali

La selezione italiana non ha dato scampo agli avversari e ha dominato la gara.

Diego Ulissi ha vinto il Memorial Pantani 2015, corsa di 199,5 km da Riccione a Cesenatico. Il corridore toscano ha corso oggi non con la Lampre-Merida, la sua squadra che non ha preso parte alla gara, ma con una selezione italiana di Davide Cassani che comprendeva anche Giovanni Visconti e Vincenzo Nibali che sono saliti sul podio con lui. Il dominio degli azzurri è stato netto e alla fine proprio questi tre fuoriclasse hanno staccato il gruppo e non si sono fatti più riprendere dividendosi poi le posizioni sul podio. Vincenzo Nibali è la terza volta in questa settimana che arriva tra i primi tre di una cosa: ha collezionato infatti in pochi giorni il secondo posto alla Coppa Agostoni, il primo alla Coppa Bernocchi e il terzo oggi al Memorial Pantani. Lo Squalo dello Stretto fa parte della squadra che è in partenza per i Mondiali di Richmond insieme con Ulissi, Daniele Bennati (Tinkoff-Saxo), Sonny Colbrelli (Bardiani-CSF), Daniel Oss e Manuel Quinziato (BMC), Salvatore Puccio ed Elia Viviani (Team Sky), Fabio Felline e Giacomo Nizzolo (Trek) e Matteo Trentin (Etixx-Quick Step).

Per quanto riguarda la gara di oggi, la fuga di giornata è stata lanciata da Johan Van Zyl della MTN-Qhubeka seguito da Gianfranco Zilioli dell’Androni-Sidermec, Nico Brungger della Roth-Skoda e Michele Gazzarra della MgKVis-Vega. Questi quattro battistrada hanno guadagnato un vantaggio di circa quattro minuti, poi sul primo gpm a Montevecchio la nazionale italiana ha aumentato il ritmo e ha fatto molta selezione frazionando il gruppo. Fino al secondo passaggio sul gpm si è preoccupata la Bora-Argon 18 di guidare il plotone, poi è stato Visconti a prendere in mano la situazione e a raggiungere i battistrada. Alla ruota del siciliano sono rimasti prima in sedici, poi in ventuno. Sulla terza salita la mossa decisiva di Visconti, Nibali e Ulissi che sono scappati via da soli, mentre alle loro spalle si è formato un gruppo di nove uomini, diventati dodici lungo la discesa, ma comunque incapaci di riprendere i tre azzurri in testa alla corsa. Il loro vantaggio è salito a circa due minuti, poi sono riusciti a mantenere un margine che ha concesso loro di tagliare il traguardo in tranquillità.

Ecco i primi dieci al traguardo:
1) Diego Ulissi (Nazionale Italia)
2) Giovanni Visconti (Nazionale Italia)
3) Vincenzo Nibali (Nazionale Italia)
4) Kristian Sbaragli (MTN Qhubeka)
5) Grega Bole (CCC Polsat Polkowice)
6) Andrea Pasqualon (Roth – Skoda)
7) Enrico Barbin (Bardiani – CSF)
8) Sergey Shilov (Lokosphinx)
9) Miguel A. Rubiano Chavez (Colombia)
10) Eduard Prades (Caja Rural – Seguros RGA)

I Video di Blogo.it