Snowboard: The Sweet King of Camp, un concorso che dovremmo imitare

Non credo di essere ammattito se dico che la lingua che parlano questi ragazzi è il norvegese (grazie Google); in realtà cosa ne dite? Vi importa sapere cosa hanno detto? Le evoluzioni di questi due ragazzi – Jonas Steen e Len Roald – accompagnate da una colonna sonora travolgente valgono più di mille parole! Luogo:

di lucaa

Non credo di essere ammattito se dico che la lingua che parlano questi ragazzi è il norvegese (grazie Google); in realtà cosa ne dite? Vi importa sapere cosa hanno detto? Le evoluzioni di questi due ragazzi – Jonas Steen e Len Roald – accompagnate da una colonna sonora travolgente valgono più di mille parole! Luogo: Trysil, Norvegia. Evento: The Sweet King of Camp. Tempo: quattro giorni e cinque minuti di filmato. Premio: 1200 euro.

In che cosa consiste questa competizione? Una volta riunita una squadra di 3-5 persone – attenzione che dovete avere dietro anche una videocamera e un computer per editare i vostri filmati – dovete riprendere il più figo trick sopra una rail possibile, un Backside 180, il miglior Eurocarv che riuscite a fare, un Suitcase Grab… e così via senza menzionare che vi serve anche un’intervista a un abitante di Trysil con una bella storia da raccontare. A quando un concorso così anche in Italia?

Video | King of Camp / Fri Flyt TV by Vimeo