Piazzapulita | Puntata 14 gennaio 2016

Piazzapulita: la puntata del 14 gennaio 2016

  • 21.19

    Inizia la puntata.

  • 21.21

    Si parte dal caso del servizio sequestrato: in esso un poliziotto denunciava carenza nelle dotazioni. Formigli: “Il diritto alla segretezza è tutelato dall’ordinamento giuridico per i giornalisti”.

  • 21.22

    Formigli nota che la politica non ha preso posizione sulla vicenda.

  • 21.24

    Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in studio.

  • 21.26

    Isis ha preso 150 ostaggi in impianti petroliferi in Libia? Il ministro: “Al momento la notizia non ha nessun fondamento”.

  • 21.30

    Gentiloni: “L’Italia non conta niente? Abbiamo riunito 18 Paesi per trovare un accordo sulla Libia. È una scommessa, vedremo se ce la faremo”.

  • 21.36

    Gentiloni: “Il reato di clandestinità è inutile. È sacrosanto eliminarlo, ma il nostro non è un ritardo tattico. Sappiamo quanto è delicato il tema a livello di opinione pubblica, la materia non va strumentalizzata”.

  • 21.37

    Il ministro: “Schengen va abolito? No”.

  • 21.39

    Alessandro Di Battista in studio, De Bortoli in collegamento. Caso Quarto e M5S.

  • 21.40

    Di Battista: “Il caso di Quarto potevamo gestirlo meglio, andava risolto in 48 ore”.

  • 21.42

    Di Battista: ” È in atto tentativo di delegittimazione su M5S. Rosa Capuozzo è una brava persona, ha stoppato ogni tentativo della camorra, ma un sindaco del M5S deve capire che quando abbiamo la certezza di tentativi della camorra doveva dimettersi”.

  • 21.45

    De Bortoli: “In quel video a tre con Fico e Di Maio sembravate degli ologrammi”. Di Battista: “Di Maio e Fico sono stati travolti da tanto letame. Abbiamo fatto una comunicazione, forse da scolaretti, ma efficace nei confronti dei cittadini”.

  • 21.49

    Di Battista: “Eliminare il rischio di infiltrazione al 100% è impossibile”.

  • 21.55

    Sondaggio (i rispondenti sono gli elettori del M5S).

  • 21.56

    Sondaggio (i rispondenti sono gli elettori del M5S).

  • 21.59

    Di Battista: “Dalle altre parti vedo indagati promossi, condannati ritenuti i migliori governatori del mondo come De Luca”.

  • 22.01

    De Bortoli: “Il caso Quarto è stato sovradimensionato. Il Pd si è vendicato”.

  • 22.02

    De Bortoli a Di Battista: “Dovete dimostrare di saper governare. E attenti alle Rete, spesso veicola calunnie e maldicenze. I vostri candidati e sindaci dovete difenderli, non potete scaricarli al primo errore”.

  • 22.04

    Di Battista: “Degli esempi virtuosi del governo a 5 stelle in alcuni Comuni ci sono!”.

  • 22.06

    Di Battista: “Renzi se dovesse perdere il referendum non si dimetterà, come invece ha detto. Giachetti candidato a Roma? È diverso da Mafia Capitale, ma fa parte comunque del sistema”.

  • 22.08

    Intenzioni di voto.

  • 22.09

    L’intervista a Alfonso Cesarano, indagato a Quarto.

  • 22.13

    Alfonso Cesarano (accusato di voto di scambio) avrebbe preso a schiaffi il signor Barca, titolare di un’agenzia di pompe funebri. Che oggi dice: “Sono pericolosi, i Casamonica sono clienti suoi”.

  • 22.15

    40 carrozze a disposizione dell’agenzia di Cesarano.

  • 22.16

    Cesarano: “Non ho mai usato metodi camorristi. Sì, è vero che ho dato un ceffone paterno a Barca”.

  • 22.18

    L’editoriale di De Angelis sull’attualità politica.

  • 22.20

    Secondo De Angelis, Renzi difende la Capuozzo solo per aprire una contraddizione all’interno del M5S.

  • 22.24

    La Picierno del Pd chiede le dimissioni della Capuozzo, Renzi no.

  • 22.26

    De Bortoli: “Il Pd a Quarto non riuscì a presentare una lista perché forse c’erano infiltrati”.

  • 22.27

    Fiano: “Renzi voleva dire che la sindaca sembrava l’unica a farne le spese a Quarto”. Secondo De Angelis, Renzi non avrebbe potuto dire diversamente altrimenti Grillo gli avrebbe rinfacciato i vari De Luca del Pd.

  • 22.32

    Qual è il partito più corrotto? Il M5s non menzionato

  • 22.34

    Giannino: “Il M5S dopo alcuni anni – non è nato l’altroieri – non è percepito come corrotto”.

  • 22.35

    Fiano: “Il Pd ha una vastissima responsabilità amministrativa, per questo il rischio è moltiplicato. Ma bisogna essere duri”.

  • 22.36

    De Bortoli: “Nel Pd sono apparsi evidenti i due pesi e due misure”. Fiano: “Non mettiamo sullo stesso piano le varie tipologie di accuse di reati”.

  • 22.38

    Viene proposto uno spezzone del film di Checco Zalone, in particolare la canzone sul posto fisso nella prima Repubblica. Sandro Sciroppo, di Caserta, 29 anni, racconta la sua storia da eterno stagista.

  • 22.49

    In onda l’inchiesta sui fannulloni della pubblica amministrazione. Si parte dal museo all’Eur di Roma.

  • 22.56

    Il ministro Madia non risponde alle domande del giornalista sul caso.

  • 22.56

    Giannino Bernocchi (Cobas): “Sono già previsti i provvedimenti per i fannulloni. Il cancro vero però è l’occupazione militare dei partiti nelle amministrazioni pubbliche”.

  • 23.02

    De Bortoli: “Le riforme si annunciano, ma non si fanno”.

  • 23.03

    Bernocchi: “Siamo interessati alla pulizia generale, anche dei dirigenti. I nostri militanti difendono le strutture pubbliche. Se vediamo casi di corruzione li denunciamo. Ma poi succede che li licenziano”.

  • 23.10

    L’inchiesta sui furbetti del cartellino: timbrano e vanno via senza entrare in ufficio. Dalle Marche a Roma.

  • 23.16

    La dipendente pubblica ‘fannullona’ non rilascia dichiarazioni al giornalista.

  • 23.17

    Bernocchi: “Per licenziare questi sciagurati non servono riforme”.

  • 23.18

    Fiano ricorda che la riforma della pubblica amministrazione è stata non soltanto annunciata, ma votata l’8 agosto 2015, anche se mancano ancora i decreti attuativi. Il democratico poi nota: “Sopra questi fannulloni ci sono dei dirigenti, che vanno puniti”.

  • 23.20

    Giannino: “Bisogna rifare i contratti nel pubblico impiego, rendendo chiaro chi viene pagato per cosa”.

  • 23.25

    Bernocchi: “Per adesso gli unici licenziati sono i lavoratori, non i dirigenti”.

  • 23.27

    L’intervista a Cirino Pomicino: “Ieri anche nelle aziende private c’era la sostanziale certezza del posto fisso. Perché l’Italia era in crescita”.

  • 23.29

    Il risparmiometro di Renzi.

  • 23.33

    Si parla di unioni civili.

  • 23.36

    Carfagna e Balzani in studio.

  • 23.37

    Carfagna: “Dobbiamo riconoscere le unioni civili, serve per far crescere il Paese. Il disegno di legge Cirinnà rischia di spaccare il Parlamento e il Paese. Prevedo un rinvio costante al matrimonio e introduce la stepchild adoption, su cui ho delle perplessità. Sono contro l’utero in affitto, è sfruttamento e mercificazione del corpo femminile. Sono però favorevole alla tutela dei diritti dei minori”.

  • 23.42

    Balzani: “Sono favorevole alla stepchild adoption”.

  • 23.44

    Balzani: “Sapere che un bimbo può contare anche sul secondo genitore non biologico è importante”.

  • 23.45

    Balzani sul comportamento del governo a proposito delle unioni civili: “Lasciare la libertà di voto e di coscienza in Parlamento è molto importante”.

  • 23.47

    Carfagna: “Io fosse per me avrei già imposto al Parlamento il riconoscimento delle unioni civili. Questo era il primo passo da fare, ma anche su questo ci stiamo dividendo”.

  • 23.49

    In un servizio alcune famiglie omogenitoriali raccontano la loro esperienza di genitorialità.

  • 23.58

    “Abbiamo fatto 13 tentativi. Ci sono voluti tre anni per la prima figlia”.

  • 00.00

    Monia e Costanza raccontano: “Ci hanno battezzato la figlia dopo tutte le messe della sera”.

  • 00.02

    In studio una rappresentante di Manif Pour Tous: “Tutti i bambini hanno una mamma e un papà. La stepchild adoption è l’utero in affitto”.

  • 00.05

    Un’altra rappresentante di Manif Pour Tous: “Ai bambini del servizio è stato fatto il grave torto di togliere un papà”.

  • 00.06

    Balzani: “Una donna può anche avere un figlio e crescerlo da sola”.

  • 00.08

    Marilena Grassadonia: “Le nostre famiglie esistono e già fanno parte della società”.

  • 00.10

    Marilena: “Questi bambini esistono, dobbiamo dare loro la serenità. Non chiediamo che nessuno giudichi le nostre scelte. Il diritto di un bambino è quello di avere una famiglia, non un padre e una madre”.

  • 00.12

    La testimonianza di Michelle Pine, una donna che ha deciso di diventare una mamma surrogata: “Mi piaceva essere incinta, ma non potevo crescere altri figli miei”.

  • 00.18

    Carfagna ribadisce: “L’utero in affitto è una cosa atroce!”.

  • 00.20

    Balzani: “L’utero in affitto non c’entra con la stepchild adoption”.

  • 00.23

    Claudio d’Auria: “Tutti i bambini nascono dall’incontro di un gamete femminile e di un gamete maschile. La relazione tra stepchild adoption e utero in affitto è diretta”.

  • 00.25

    Claudio: “Il diritto primario del bambino è avere una figura maschile e una femminile di riferimento”.

  • 00.35

    Karim Franceschi ha combattuto a Kobane contro l’Isis. Ha scritto un libro, Il combattente.

  • 00.36

    Karim: “L’Isis era superiore a livello numerico, ci attaccarono per 3 giorni di seguito; è stata una battaglia terribile”.

  • 00.37

    Karim: “Non sono andato lì per uccidere, ma per difendere le popolazioni civili e un’idea di democrazia, libertà e giustizia. Sono andato lì per amore”.

  • 00.39

    Karim: “Dobbiamo unirci tutti per combattere lo Stato islamico, che è un grande male ancora oggi in crescita”.

  • 00.45

    Finisce la puntata.

Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli, torna in onda questa sera. Blogo seguirà l’intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.10.

Piazzapulita | Anticipazioni puntata 14 gennaio 2016

Tra gli ospiti di Corrado Formigli: Paolo Gentiloni, Ministro degli Esteri, Alessandro Di Battista del M5S, Ferruccio De Bortoli, Emanuele Fiano del PD, Mara Carfagna di Forza Italia, Francesca Balzani, candidato sindaco alle primarie PD di Milano, il giornalista Oscar Giannino e Karim Franceschi, l’Italiano che ha combattuto in Siria contro l’Isis.

Piazzapulita | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Piazzapulita, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

Piazzapulita | Second screen

Piazzapulita ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Piazzapulita

Tutto su Piazzapulita →