Charlie Hebdo e un dio col mitra

Charlie Hebdo, un anno dopo l’attentato la polemica sulla copertina

di

Questa è la copertina del numero del Charlie Hebdo del 6 gennaio 2016, un anno dopo l’attentato. Raffigura un dio cristiano con un mitra, la barba e la tunica bianca imbrattate di sangue. Didascalia: «L’assassino è ancora a piede libero».

E ha suscitato le ire congiunte di Chiesa cattolica e musulmani di Francia (scrive l’Ansa). C’è il Tweet no-comment della Conferenza episcopale francese.

C’è Anouar Kbibech, secondo il quale la copertina offende tutti i credenti.

C’è l’Osservatore romano che parla di fede manipolata.

E gli hashtag #jesuis?