Vuelta di Spagna 2015: Roche ha vinto la 18a tappa. Dumoulin sempre in Maglia Rossa

Vuelta a España 2015: invariata la classifica generale dopo la diciottesima tappa da Roa a Riaza. Aru è sempre a 3″ da Dumoulin

18:45 – Ecco le classifiche aggiornate dopo la tappa di oggi:

Classifica Generale della Maglia Rossa
Classifica a Punti della Maglia Verde
Classifica Scalatori della Maglia a Pois
Classifica Combinata della Maglia Bianca

17:56 – Questa l’ordine d’arrivo di oggi:

15:45 – Tra pochi minuti il primo aggiornamento sulla tappa di oggi.

Vuelta di Spagna 2015 | 18a tappa

La cronometro di Burgos ha avuto un impatto forte sulla corsa come era lecito aspettarsi. Purito Rodriguez ha subito perso la Maglia Rossa scivolando al terzo posto della classifica generale, alle spalle del nuovo leader Tom Dumoulin e di Fabio Aru. Il corridore olandese della Giant-Alpecin ieri ha disintegrato la concorrenza per la vittoria finale, aggiudicandosi anche la tappa con oltre un minuto di vantaggio sul secondo classificato. L’unico che è riuscito a limitare i danni è stato proprio Fabio Aru, che ha sì perso 1’53” da uno specialista delle prove contro il tempo come Dumoulin, riuscendo però a difendere la seconda posizione in classifica generale.

Adesso il sardo è a soli 3 secondi da Dumoulin, un ritardo che può tranquillamente tentare di recuperare nelle prossime tre tappe che precedono la passerella finale di Madrid. Già nella frazione odierna, da Roa a Riaza (204km), ci sono i margini per rimpossessarsi della Maglia Rossa. Oggi sono in programma tre GPM, due però sono di terza categorie e verranno affrontati nella parte iniziale della tappa. Discorso diverso per quanto riguarda il Puerto de la Quesera, un prima categoria posto in cima ad una salita di 10km al 5,2% di pendenza media.

Una volta scollinato la strada sarà tutta in discesa fino al traguardo, per un totale di 13km. Aru è decisamente abile in discesa e per questo potrebbe anche andare all’attacco negli ultimi 2-3km della salita per poi lanciarsi in picchiata verso Riaza. È un discorso che vale naturalmente anche per Purito Rodriguez e Rafal Majka. Aspettiamoci dunque di vedere la Astana, la Tinkoff e la Katusha imporre un ritmo molto elevato in salita per cercare di sfiancare Dumoulin.

Anche la Movistar potrebbe “allearsi” con le squadre succitate per puntare alla vittoria di tappa, obiettivo senz’altro alla portata del Quintana e del Valverde visti ieri, entrambi molto competitivi a cronometro. Per Dumoulin si preannunciano dunque giorni molto complicati, soprattutto tenendo conto che la Giant-Alpecin non si è presentata a questa Vuelta per fare classifica, selezionando invece i corridori più adatti a supportare il tedesco John Degenkolb che, ironia della sorte, non è ancora riuscito a vincere in questa Vuelta.

Vuelta di Spagna 2015 | 18a tappa: altimetria e salite

I Video di Blogo

Ultime notizie su Vuelta di Spagna

Tutto su Vuelta di Spagna →