Piazzapulita | Puntata 10 dicembre 2015

Piazzapulita: la puntata del 10 dicembre 2015

  • 21.17

    Si parte da un servizio che racconta la storia di un pensionao di 70 anni di Civitavecchia che si è ucciso in casa dopo aver perso i risparmi dopo il decreto salva banche.

  • 21.21

    In un servizio si racconta nel dettaglio il decreto salva banche. Le obbligazioni dei risparmiatori delle banche interessate sono diventate carta straccia. Ascoltiamo le lamentele delle vittime.

  • 21.24

    Si parte dal focus su Banca Etruria.

  • 21.28

    Duillio ha perso 10 mila euro. Senza aver ancora capito cosa sia una obbligazione subordinata.

  • 21.31

    Zanetti, Landini e Borghi in studio.

  • 21.33

    Zanetti: “Le responsabilità devono essere accertate, serve massima chiarezza. Possono essere al livello dei dipendenti, dei dirigenti della banca o dei controllori”.

  • 21.35

    Landini: “Il governo dovrebbe mettere a punto un fondo e restituire i soldi a chi ha perso i risparmi senza sapere i rischi dell’investimento”.

  • 21.39

    Zanetti spiega che i risparmiatori, tecnicamente, potranno recuperare solo una parte dei soldi. Borghi: “La responsabilità è del governo”.

  • 21.42

    Borghi: “Anche gli europarlamentari leghisti non hanno votato contro il decreto salva banche ma si sono soltanto astenuti? Le solite bugie di Grillo, la mozione era divisa in due parti, alla prima la Lega ha votato contro”.

  • 21.44

    Borghi ricorda il suo tweet contro Letta.

  • 21.45

    Zanetti: “Dire che questa situazione è colpa del governo mi sembra una forzatura”.

  • 21.47

    Collegamento in diretta da Arezzo, dove è terminata da poco l’assemblea dei risparmiatori di Banca Etruria. C’era anche Salvini.

  • 21.56

    Da Arezzo parlano alcuni risparmiatori. Un operaio racconta: “È uno schifo, mi alzo ogni giorno alle 5 per andare a lavorare”.

  • 21.58

    Il decreto salva banche è incostituzionale? Sì, secondo un direttore di filiale della banca Etruria.

  • 22.01

    Scanzi: “Il ministro Boschi è da un po’ di tempo che non si fa vedere ad Arezzo. Chissà come mai”.

  • 22.03

    Pavesi del Sole 24 Ore ricorda che la prima perdita, di 200 milioni di euro, di Banca Etruria risale al 2012.

  • 22.08

    L’intervista a Ginnetti, ex ispettore Bankitalia: “Le banche non fanno più le banche”.

  • 22.09

    Landini ribadisce la richiesta di istituire il fondo rischi. Zanetti: “Non si può fare”.

  • 22.10

    Landini: “Il governo anziché dare le mance ai 18enni faccia un fondo per restituire i soldi ai risparmiatori”. Zanetti ribadisce che non è possibile farlo.

  • 22.11

    Zanetti spiega a Landini perché la sua idea di un fondo rischi non è realizzabile: “Il risarcimento non è possibile a livello normativo e non è nemmeno giusto.Se qualcuno ti viene a rubare a casa si persegue il ladro”.

  • 22.17

    Una risparmiatrice da Arezzo spiega che si fidava della banca: “Mi dissero che le obbligazioni sono sicure. Non lessi tutte le pagine che firmai. Siamo stati fregati, ingannati”.

  • 22.19

    Borghi ricorda che poco più di un anno fa Padoan su Twitter dichiarò che “il sistema bancario italiano è privo di rischi”. E ne chiede le dimissioni.

  • 22.23

    Pavesi: “Il sistema bancario intero non è in difficoltà, no agli allarmismi”. Zanetti aggiunge: “I conti correnti sono garantiti”.

  • 22.27

    Scanzi: “Zanetti è uno dei pochi del governo che ci mette la faccia. Renzi quando succede qualcosa di sgradevole manda in tv gli altri”.

  • 22.30

    Un risparmiatore: “Bisogna risolvere questo problema una volta per tutte. Sono stati dei ladri!”. Un’altra risparmiatrice da Arezzo accosta la banca all’Isis: “Questo è stato terrorismo”.

  • 22.36

    Pavesi: “La responsabilità è di chi ha diretto la banca e di chi doveva controllare”. Landini insiste: “Se i risparmiatori sono stati truffati, bisogna fare un fondo rischi. Si può fare”.

  • 22.36

    Borghi: “Il sistema bancario è già finito. Le garanzie di cui parla Zanetti sono farlocche”.

  • 22.47

    Pugliese di Conad: “Fino a fine settembre le cose andavano bene, grazie all’estate. A fine anno, rispetto a 12 mesi fa, chiuderemo con uno zero virgola”.

  • 22.49

    L’editoriale di De Angelis, che attacca Vespa che alla presentazione del suo libro non avrebbe fatto alcuna domanda alla ministro Boschi sulla Banca Etruria, dove lavorava il padre.

  • 22.51

    Le soluzioni di Landini: “Bisogna far ripartire gli investimenti e costruire una solidarietà sociale”.

  • 22.52

    Landini nota che uno dei problemi dell’Italia è che gli elettori non vanno a votare.

  • 22.54

    Pugliese: “Noi ci siamo agganciati alla ripresa nel momento in cui nel resto d’Europa sta finendo”.

  • 22.55

    Scanzi sulla presenza, oggi, del ministro Boschi alla presentazione del libro di Vespa: “Lo trovo aberrante, un messaggio orrendo”. Zanetti: “Siamo al limite della fissazione”.

  • 22.56

    Scanzi: “Questo è un Governo che risponde a banche e confindustria e a Europa quando gli conviene”

  • 23.04

    Roberto Fico del M5S in studio.

  • 23.04

    Sul decreto salva banche, Fico: “Lo Stato deve restituire i soldi ai risparmiatori. Questo governo è forte con i deboli e debole con i forti. È inaccettabili che le persone siano state frodate da piccole banche”.

  • 23.07

    Le soluzioni di Fico per trovare i soldi da restituire ai risparmatori: “ridurre al 3% i dividendi di Bankitalia per i soci privati e ridurre la deducibilità degli interessi passivi bancari”.

  • 23.08

    Fico: “L’informazione Rai deve migliorare e svincolarsi dall’essere assoggettata psicologicamente al governo. La trovo troppo governativa, cioè troppo renziana. Il Parlamento deve dare delle linee guida, ma il meccanismo di nomina del cda deve essere diverso”.

  • 23.11

    Fico: “La Rai è un’azienda che deve essere svincolata dal potere politico. Ho sempre pagato canone”.

  • 23.11

    Fico: “Anche la Rai è diventato un carrozzone pubblico. 13 mila dipendenti, 1800 giornalisti assunti, ma è ferma su se stessa. Ci sono eccedenze. Bisognerebbe mandare a casa chi non fa bene il proprio lavoro”.

  • 23.15

    Fico sul vincolo di mandato: “Non è possibile arrivare in parlamento dicendo una cosa e facendone puntualmente un’altra. La coerenza è un valore importante per un parlamentare”.

  • 23.18

    Fico: “Le comunarie in se non esistono: ogni meetup sul territorio può organizzarsi come vuole. Non è detto che le comunarie si debbano fare per forza”.

  • 23.22

    Fico sugli interventi di Trump e Le Pen sull’immigrazione: “Non condivido le loro parole”.

  • 23.22

    Un servizio racconta dove vince il Front National in Francia.

  • 23.36

    Piccardo: “Il solco tra cittadini italiani musulmani e non musulmani noi non lo vediamo”.

  • 23.38

    Gaiani, direttore di Analisi Difesa: “Oggi combattiamo il terrorismo islamico, ma non abbiamo mai colpito i centri dove si fa proselitismo”.

  • 23.41

    Fedriga della Lega: “Esiste anche un fondamentalismo culturale. Mi piacerebbe sentire comunità islamiche che denunciano fondamentalisti all’interno della propria comunità”.

  • 23.43

    Piccardo precisa: “È dimostrato da tutti gli studi che il reclutamento avviene al di fuori delle realtà islamiche. E comunque è successo che la comunità islamica abbia segnalato persone che poi sono state arrestate”.

  • 23.46

    Romano del Pd: “Dobbiamo difendere la nostra democrazia, che significa anche difendere la libertà di culto. Le comunità islamiche in Italia devono fare un passo in più, devo contrattare con lo Stato italiano sui temi delle moschee e della trasparenza sulla formazione degli imam”.

  • 23.48

    Secondo Romano la norma della Regione Lombardia “vieta la costruzione di moschee”. Fedriga: “Stupidaggini”.

  • 23.50

    Piccardo chiarisce che la norma prevede che per costruire il luogo di culto deve essere previsto il “200% di parcheggi rispetto alla tua superficie” e stare ad una precisa distanza rispetto ad altri luoghi di culto.

  • 23.57

    Un servizio sul party organizzato da Roberto D’Agostino, alla vigilia del Giubileo.

  • 00.00

    Quindi le immagini sui controlli a Roma, il giorno dell’apertura del Giubileo.

  • 00.02

    Gaiani: “Noi europei abbiamo rinunciato a controllare le frontiere. Altri Paesi mandano gli emissari nei campi per individuare i profughi”.

  • 00.09

    Fedriga: “Chi arriva irregolarmente nel nostro Paese non può essere accolto”.

  • 00.12

    Piccardo: “Non si vuole ammettere che c’è una guerra. Fedriga attacca l’Arabia Saudita, ma i nostri governi gli vendono le armi. Non si scarichino le tensioni del conflitto sulla comunità islamica. Questo è un gioco sporco”.

  • 00.14

    In un servizio un giornalista musulmano mostra quante volte l’8 dicembre è stato fermato per controlli a Roma.

  • 00.19

    Gaiani: “L’Italia non è un bersaglio in questo momento”.

  • 00.20

    Romano: “Contro l’Isis abbiamo centinaia di militari. L’Italia non si limita a fare fotografie dall’alto”.

  • 00.23

    Piccardo: “L’Isis prima della guerra in Iraq non esisteva”.

  • 00.25

    Romano: “Ero a favore dell’intervento in Iraq. Ma le modalità dell’intervento ha dato manodopera al fondamentalismo”.

  • 00.26

    Renzometro: le promesse sulla revisione della spesa, non mantenute.

  • 00.29

    Intenzioni di voto. Il M5S sopra il 28%.

  • 00.33

    In un servizio si analizza la comunicazione di Renzi, alla vigilia della nuova Leopolda. Luigi Crespi e Claudio Velardi commentano.

  • 00.37

    Finisce la puntata.

Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli, torna in onda questa sera. Blogo seguirà l’intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.10.

Piazzapulita | Anticipazioni puntata 10 dicembre 2015

Tra gli ospiti di Corrado Formigli il Presidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai Roberto Fico, il politologo Edward Luttwak, il segretario della FIOM Maurizio Landini, il sottosegretario all’Economia Enrico Zanetti, Massimiliano Fedriga (Lega Nord), Andrea Romano (PD), il coordinatore Associazioni Islamiche di Milano Davide Piccardo, il giornalista e scrittore Andrea Scanzi, l’ad di Conad Francesco Pugliese e Claudio Borghi Aquilini (Lega Nord).

Piazzapulita | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Piazzapulita, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

Piazzapulita | Second screen

Piazzapulita ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Piazzapulita

Tutto su Piazzapulita →