Rugby&Arbitri: Paddy O’Brien dice addio e passa al seven

Il discusso capo mondiale degli arbitri di rugby ha rassegnato le dimissioni.

Noi italiani lo conosciamo bene e ce lo ricordiamo per la querelle nata dopo il test match di San Siro tra Italia e All Blacks. Paddy O’Brien, gran capo degli arbitri internazionali, aveva di fatto preso le parti della Nuova Zelanda – facendo arrabbiare non poco Nick Mallett e gli italiani. Ora sarà solo un ricordo.

L’ex arbitro neozelandese, infatti, ha annunciato ieri le dimissioni da capo degli arbitri dell’Irb e andrà a ricoprire un ruolo simile nel mondo del rugby a sette, dove si occuperà della crescita della classe arbitrale in vista dell’ingresso olimpico del seven a Rio 2016.

Dopo sette anni, dunque, cambiano i vertici Irb dei fischietti. Addio a Paddy, dunque, ma non si sa ancora a chi si darà il benvenuto. Bernard Lapasset, presidente dell’Irb, ha infatti annunciato che solo in un secondo tempo verrà scelto il successore di O’Brien.

Restando nel campo degli arbitri, arrivano alcune bocciature in vista dei prossimi test match estivi. Nessun incontro clou, infatti, è stato assegnato a tre fischietti da sempre molto controversi. Wayne Barnes, Dave Pearson (che arbitrerà l’Italia con il Canada) e Bryce Lawrence sono stati esclusi dall’elite panel e la loro carriera sembra aver preso un lento, ma inesorabile, declino.