Vuelta 2015: Tom Dumoulin vince la 9a tappa e si prende la Maglia Rossa

Il racconto della nona tappa della Vuelta a España 2015 Torrevieja-Cumbre del Sol. Benitatxell

  • 13:47

    È cominciata la nona tappa della Vuelta! Gli uomini del Team Europcar sono i primi a cercare la fuga.

  • 13:51

    Si è formato un gruppetto di una decina di uomini in testa al gruppo, ma il vantaggio per ora è minimo.

  • 13:58

    Ci sono 13 uomini in fuga, eccoli:

      Nikolas Maes (Etixx-Quick Step)
      Lorrenzo Manzin (FDJ)
      Mattia Cattaneo (Lampre-Merida)
      Yohan Bagot (Cofidis)
      Maarten Tjallingii (LottoNL-Jumbo)
      Omar Fraile (Caja Rural)
      Tony Hurel (Europcar)
      Geraint Thomas (Team Sky)
      Pieter Serry (Etixx-Quick Step)
      Maxime Bouet (Etixx-Quick Step)
      Danny Van Poppel (Trek)
      Pavel Brutt (Tinkoff-Saxo)
      Jim Songezo (MTN-Qhubeka)
  • 14:05

    Alexis Gougeard dell’AG2R-La Mondiale prova a raggiungere i 13 battistrada.

  • 14:07

    I fuggitivi sono al km 15 con un vantaggio di 1′ 08″ sul gruppo e d 32″ su Alexis Gougeard.

  • 14:32

    C’è stata una caduta in gruppo, tra i coinvolti ci sono Fabio Aru, Mikel Landa, Samuel Sánchez, Domenico Pozzovivo o John Degenkolb. Anche Alejandro Valverde e Tom Dumoulin sono caduti e sono rimasti nelle retrovie. Lo spagnolo ha anche avuto bisogno del medico.,

  • 14:35

    Alexis Gougeard ora è a soli 25″ dai fuggitivi, mentre il gruppo è in ritardo di 5′ 39″.

  • 14:43

    Alexis Gougeard ce l’ha fatta a raggiungere i 13 battistrada al 40° km di gara.

  • 14:53

    La Movistar fa sapere che Valverde non ha riportato danni gravi dopo la caduta, mentre Giovanni Visconti ha preso un colpo forte a una caviglia.

  • 15:08

    Il Team Katusha si mette alla guida del gruppo e accorcia il distacco a 4′ 15″.

  • 15:15

    Thomas Degand della IAM si è ritirato.

  • 15:32

    Il vantaggio dei 14 battistrada è ora di 5′ 14″.

  • 15:37

    Giovanni Visconti ha bisogno dell’intervento del medico per il colpo preso alla caviglia.

  • 15:41

    Al km 79 il vantaggio dei battistrada è di 5′ 10″.

  • 15:49

    Nella seconda ora di corsa la velocità media è stata di 41,4 km/h.

  • 15:53

    Ricordiamo i nomi dei 14 battistrada:

      Nikolas Maes (Etixx-Quick Step)
      Lorrenzo Manzin (FDJ)
      Mattia Cattaneo (Lampre-Merida)
      Yohan Bagot (Cofidis)
      Maarten Tjallingii (LottoNL-Jumbo)
      Omar Fraile (Caja Rural)
      Tony Hurel (Europcar)
      Geraint Thomas (Team Sky)
      Pieter Serry (Etixx-Quick Step)
      Maxime Bouet (Etixx-Quick Step)
      Danny Van Poppel (Trek)
      Pavel Brutt (Tinkoff-Saxo)
      Jim Songezo (MTN-Qhubeka)
      Alexis Gougeard (AG2R La Mondiale)
  • 16:02

    Al km 91 il distacco è di 4′ 57″.

  • 16:09

    Ancora il Team Katusha in testa al gruppo: ora il vantaggio dei fuggitivi è sceso a 4′ 10″.

  • 16:26

    A meno di 60 km dal termine il distacco è sempre intorno ai quattro minuti.

  • 16:30

    A 54 km dal termine il distacco è sceso sotto i quattro minuti.

  • 16:32

    Dario Cataldo dell’Astana si è consultato rapidamente con l’auto dei medici.

  • 16:37

    La Movistar ha ora cominciato a collaborare con il Team Katusha in testa al gruppo.

  • 16:45

    A 44 k dal termine il distacco è ormai di poco più di due minuti.

  • 16:47

    Siamo sulla prima salita di giornata, l’Alto de Puig Llorença, di seconda categoria.

  • 16:48

    Alexis Gougeard (AG2R) e Nikolas Maes (Etixx-Quick Step) hanno perso contatto con la fuga.

  • 16:51

    Anche la Maglia Rossa Chaves ha dovuto urlare contro una moto per paura di essere messo giù come è successo ieri a Sagan, che oggi è stato costretto a ritirarsi.

  • 16:52

    In testa alla corsa ora sono rimasti Fraile, Bagot, Serry e Cattaneo.

  • 16:53

    Omar Fraile ha staccato gli altri tre di qualche metro.

  • 16:55

    Sul gpm Fraile ha transitato per primo assicurandosi altri punti preziosi per la sua Maglia a Pois, poi sono passati Serry, Bargot e Cattaneo.

  • 17:02

    Siamo a 35 km dal termine e il distacco tra la testa della corsa e il gruppo principale è di 2′ 19″.

  • 17:04

    Fraile, Serry, Bargot e Cattaneo sono stati ripresi prima da Thomas e Bouet e poi anche da Tjallingii e Songezo. Sono otto in fuga ora.

  • 17:06

    Anche Pavel Brutt ha agganciato la testa della corsa. Nove uomini al comando.

  • 17:07

    A 32 km dal termine il distacco è di 1′ 58″.

  • 17:15

    Nikolas Maes e Danny Van Poppel sono stati ripresi dal gruppo. I nove uomini rimasti al comando hanno un vantaggio di un minuto e mezzo a 26 km dal termine.

  • 17:20

    Siamo a 22 km dall’arrivo e i nove battistrada hanno un vantaggio di un minuto circa.

  • 17:22

    Nella terza ora di corsa la velocità media è stata di 40,8 km/h.

  • 17:26

    È tornato a salire leggermente il vantaggio dei nove battistrada: a 18 km dalla fine è di 1′ 10″.

  • 17:33

    In vista del traguardo intermedio Maarten Tjallingii e Pieter Serry hanno sprintato e si sono staccati un po’ dagli altri battistrada.

  • 17:35

    Allo sprint intermedio di Bahía de Jávea ha transitato per primo Tjallingii della LottoNL-Jumbo, poi Serry dell’Etixx-Quick Step e Thomas del Team Sky.

  • 17:36

    Dopo lo sprint il gruppetto si è ricompattato per pochissimo tempo, poi Maxime Bouet e Pavel Brutt sono partiti in contropiede.

  • 17:37

    Queste scaramucce tra i battistrada hanno fatto risalire il loro vantaggio sul gruppo sopra il minuto, quando siamo a 9 km dal traguardo.

  • 17:38

    Geraint Thomas si è lanciato all’inseguimento di Brutt e Bouet.

  • 17:39

    Ora dunque i fuggitivi sono tre: Geraint Thomas del Team Sky, Masime Bouet dell’Etixx-Quick Step e Pavel Brutt della Tinkoff-Saxo.

  • 17:40

    I tre battistrada hanno 13″ di vantaggio sui loro ex compagi di fuga e un minuto sul resto del gruppo.

  • 17:41

    Siamo a 6,8 km dal termine.

  • 17:43

    Siamo a 5,5 km dal termine e i tre al comando hanno solo 9″ di vantaggio sui primi inseguitori e una ventina di secondi sul gruppo. Tra un chilometro comincia la salita finale.

  • 17:46

    Comincia la salita.Thomas si ferma, aspetta la sua squadra evidentemente, il Team Sky.

  • 17:46

    Tutti i fuggitivi sono stati ripresi sulle prime rampe della salite, prova ad attaccare la Movistar, prima con Valverde, ora con Quintana, sulla sua ruota si porta Purito Rodriguez.

  • 17:47

    Arriva anche Fabio Aru sulla ruota di Quintana.

  • 17:47

    Nuovo attacco di Valverde. Aru risponde, alla sua ruota c’è Quintana.

  • 17:49

    Ora prova ad attaccare Tom Dumoulin della Giant-Alpecin.

  • 17:50

    Chaves chiude il buco aperto da Dumoulin.

  • 17:50

    Chaves è alla ruota di Dumoulin.

  • 17:51

    Attacco di Fabio Aru, ma Chaves chiude anche su di lui.

  • 17:52

    Procedono in parata per qualche metro, poi attacca di nuovo Dumoulin. Mancano meno di 2 km al traguardo.

  • 17:53

    E ora attacca Chris Froome che è stato in sordina fino a questo momento.

  • 17:53

    Alla ruota di Froome ci sono Rodriguez, Chaves e man mano tutti gli altri uomini di classifica.

  • 17:54

    Attacca ora Rafal Majka della Tinkoff-Saxo, che parte all’inseguimento di Tom Dumoulin che è ancora solo davanti con meno di 10″ di vantaggio sugli altri.

  • 17:55

    Froome chiude il buco su Majka e lo supera.

  • 17:55

    Froome riprende Dumoulin, mentre Chaves molla la presa, non riesce a rispondere agli attacchi del capitano del Team Sky.

  • 17:56

    Lottano Froome, Rodriguez, Maja e Dumoulin.

  • 17:56

    Froome riesce a staccarsi dagli altri.

  • 17:57

    Incredibile ma vero: in salita Tom Dumoulin batte Froome e Rodriguez!

  • 17:58

    Tom Dumoulin con questa strepitosa vittoria si prende anche la Maglia Rossa.

Tappa e Maglia Rossa per Tom Dumoulin! L’olandese della Giant-Alpecin è stato protagonista di un finale incredibile e inaspettato: lui, che solitamente è forte a crono e nelle tappe da finisseur, ha battuto sull’ultima salita di prima categoria Chris Froome e Joaquim Rodriguez. A pochi metri dalla fine sembrava che il capitano del Team Sky fosse avviato ormai verso la vittoria, ma Dumoulin non ha mollato, ha rilanciato la sua azione dopo essere stato sempre all’attacco negli ultimi 2 km, e ha vinto andando a prendersi anche la Maglia Rossa perché Johan Esteban Chaves dell’Orica GreenEdge ha mollato lungo la salita dopo aver risposto ai diversi attacchi degli uomini Movistar, Alejandro Valverde e Nairo Quintana, e a quelli dello stesso Dumoulin e di Fabio Aru dell’Astana. Dumoulin dimostra di essere un corridore davvero completo.

Questi i primi al traguardo della nona tappa della Vuelta a España 2015 da Torrevieja a Cumbre del Sol. Benitatxell:

Classifica nona tappa della Vuelta 2015

Le classifiche della Vuelta 2015:
Classifica generale della Maglia Rossa
Classifica a Punti della Maglia Verde
Classifica Combinata della Maglia Bianca
Classifica Scalatori della Maglia a Pois

Vuelta 2015: il racconto della 9a tappa

Sagan e Stuyven si ritirano

Domenica 30 agosto 2015 – La nona tappa della Vuelta 2015 sta per cominciare e purtroppo ci sono due brutte notizie: non partono Peter Sagan della Tinkoff-Saxo e Jasper Stuyven della Trek: quest’ultimo ieri ha vinto la tappa con lo scafoide del polso fratturato. Peter Sagan, dopo essere stato investito ieri da una moto, ha riportato ferite ed escoriazioni sul fianco sinistro lungo tutta la gamba e ha anche una contusione all’avambraccio sinistro e un ematoma intramuscolare. Ovviamente la squadra russa è molto arrabbiata per come è avvenuto l’incidente, ossia per colpa della moto. Restate su questa pagina per tutti gli aggiornamenti.

Vuelta 2015: la nona tappa Torrevieja-Cumbre del Sol

La Vuelta a España 2015 giunge oggi alla sua nona tappa e noi la seguiremo in diretta qui su questa pagina di Blogo da poco dopo le 13:30 fino all’arrivo. I corridori si spostano da Torrevieja a Cumbre del Sol lungo un percorso di 168,3 km con arrivo in salita sull’Alto de Puig Llorença a El Poble Nou de Benitatxell.

La prima parte della tappa non presenta difficoltà altimetriche e c’è il terreno affinché una fuga prenda il largo lungo i primi 120 km. Poi al km 126,4 c’è il primo gran premio della montagna di giornata, di seconda categoria, l’Alto de Puig Llorença, salita di 4 km con dislivello di 350 m e picchi del 19% di pendenza massima.

Al km 153,8 c’è lo sprint intermedio a Bahía de Jávea, dopo il quale c’è un saliscendi prima della salita finale di nuovo sull’Alto de Puig Llorença, ma questa volta più impegnativa perché si prosegue fino ai 450 m di Cumbre del Sol. Benitachell. Questo gpm, posto proprio all’arrivo, è di prima categoria e permetterà agli scalatori di mettersi in mostra.

Come è successo nella settima tappa con arrivo a La Alpujarra sull’Alto de la Capileira, anch’esso di prima categoria, anche oggi è probabile che la fuga di giornata possa arrivare fino alla fine, ovviamente dipende da come sarà composta e se il gruppo deciderà di lasciarla andare. Se invece il gruppo dovesse ricompattarsi prima della salita finale, allora saranno gli uomini di classifica a darsi battaglia, oltre che per la posizione nella generale, anche per la vittoria di tappa.

In quest’ultimo caso i favoriti sono dunque i vari Chris Froome del Team Sky, Nairo Quintana della Movistar, Fabio Aru dell’Astana, Domenico Pozzovivo dell’AG2R La Mondiale. Johan Esteban Chaves, che è in possesso della Maglia Rossa, potrebbe giocare in difesa, ma, per quanto ci ha fatto vedere finora, non è escluso che vada all’attacco alla ricerca del tris di vittorie.

Vuelta 2015: altimetria della 9a tappa

Altimetria nona tappa Vuelta 2015 diretta

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Vuelta di Spagna

Tutto su Vuelta di Spagna →