Elezioni amministrative. Forza Italia contatta Lynton Crosby: il “guru” di Cameron

Forza Italia, in vista delle elezioni amministrative, contatta lo spin doctor Lynton Crosby. Sarà sufficiente per recuperare voti?

C’è un “guru” per ogni schieramento. Se David Axelrod, spin doctor di Barack Obama, ha sempre sostenuto campagne progressiste, Lynton Crosby, invece, è il “Mago di Oz” (uno dei suoi soprannomi) delle campagne dei conservatori. E proprio per questo motivo, nella giornata di ieri, ha avuto un incontro con alcuni esponenti di Forza Italia.

A diffondere l’indiscrezione è il quotidiano di proprietà della famiglia Berlusconi, Il Giornale. Secondo Francesco Cramer, un paio di berlusconiani doc, in vista delle prossime elezioni amministrative, hanno incontrato Crosby. Lui, per ora, avrebbe preso appunti: “si è informato sul tipo di legge elettorale in vigore e sulle norme vigenti in materia di spese elettorali parlando anche di fundraising“. L’obiettivo è quello di ridare forza ad un progetto di centro-destra, sempre più offuscato dal protagonismo di Matteo Salvini.

Certo Crosby non potrà risolvere i nodi politici; sulle amministrative di Milano, Roma, Napoli e Torino pesano ancora divisioni e incertezze. Bisognerà cercare di mettere d’accordo Lega Nord e Fratelli d’Italia con quel pezzo di elettorato moderato che non vota o è tentato dal Pd di Matteo Renzi.

Tuttavia, l’analista ha i numeri per mettere in campo una campagna che possa creare le condizioni quantomeno per una rimonta, se non una vittoria. Nel 2001, la sua strategia elettorale favorì la riconferma di John Howard come primo ministro dell’ Australia. In quell’occasione puntò tutto sull’immigrazione illegale. La sua affermazione più clamorosa però è stata quella alle elezioni britanniche di quest’anno.

Quando ha incominciato a lavorare per David Cameron, i Tory erano 10 punti indietro rispetto ai laburisti, e nessuno avrebbe mai sospettato che il responso delle urne avrebbe consegnato la maggioranza assoluta (senza i seggi dei liberali) alla formazione conservatrice del premier in carica. L’enfasi posta sulla minaccia di una coalizione Labour-Partito Nazionale scozzese ha aiutato a recuperare voti sia dai Libdem sia dall’Ukip di Farage.

Per Il Giornale, la collaborazione è appena all’inizio e “gli azzurri ‘in missione’ lo rivedranno ai primi di gennaio“. Staremo a vedere se il “Mago di Oz” riuscirà nel miracolo. Intanto, Silvio Berlusconi dovrà capire come rimettere insieme i cocci di una coalizione sempre più spostata su posizioni lepeniste, che suscita poca attrattiva sull’elettorato centrista.

I Video di Blogo

Ultime notizie su Elezioni comunali

Tutto su Elezioni comunali →