Mattarella a Strasburgo: “La battaglia che ci vede impegnati esige unità”

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è intervenuto a Strasburgo per parlare di terrorismo e della questione migranti.

Oggi il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, è intervenuto alla seduta solenne del Parlamento Europeo di Strasburgo dopo un breve colloquio col Presidente Martin Schulz e ha speso qualche parola sulla drammatica situazione in cui si trova l’Europa:

L’Europa è ferita: Bruxelles, Copenaghen, Londra, Madrid, Parigi, sono altrettante lacerazioni, dolorose e incancellabili, sul corpo della nostra Unione. […] Cerchiamo tutti insieme di affrontare il dolore che ha colpito le famiglie delle vittime, la sofferenza fisica e morale dei feriti, il senso di angoscia e di insicurezza delle nostre comunità.

Mattarella ha ricordato la studentessa italiana Valeria Solesin all’indomani dei funerali laici celebrati a Venezia, e ribadito quanto sia importante, in un momento come questo, che l’Europa si dimostri più unita che mai:

La battaglia, che ci vede impegnati non su tempi brevi, esige unità. Nessun paese è in grado di affrontare il terrorismo da solo. Serve determinazione, per battere, insieme, ogni violenza e per garantire piena sicurezza ai nostri concittadini; preservando la difesa del valore irrinunziabile della libertà e dei diritti. […] L’Europa può favorire le necessarie convergenze internazionali per la Siria, per l’Iraq, per la Libia, cercando scelte condivise che contrastino con efficacia le forze del disordine e del terrore. I tragici fatti di martedì ne confermano l’urgenza.

Legata all’aumento dell’allerta in tutta Europa è anche la questione dei migranti, a cui viene reso ancor più difficile l’ingresso nei Paesi dell’UE. A questo proposito il Presidente Mattarella, prima di chiudere il proprio intervento e incontrare il Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Junker, ha ribadito la necessità di superare la Convenzione di Dublino:

Solo chi non vuol vedere può fingere di non sapere da dove viene la dolorosa carovana di persone che risale l’Africa e il Medio-Oriente verso l’Europa. Ripetono la tragedia degli ebrei in fuga dal nazismo, delle centinaia di migliaia di prigionieri di guerra che vagavano in Europa, all’indomani della Seconda guerra mondiale. Sono gli eredi di coloro che, a rischio della vita, valicavano il Muro di Berlino; dei cittadini che, sfidando i campi minati, cercavano di transitare dall’Ungheria in Austria. […] Servono nuove regole improntate ai principi di umanità e sicurezza, solidarietà e responsabilità. Non possiamo fermarci quando il mondo intero è in movimento.

Qui sotto potete ascoltare il discorso integrale di Mattarella.

[blogo-video id=”363771″ title=”Intervento del Presidente Mattarella al Parlamento Europeo” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.polisblog.it/4/488/maxresdefault-jpg.png” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=sDcU2NwcXSE” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzYzNzcxJyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9zRGNVMk53Y1hTRT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzM2Mzc3MXtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzYzNzcxIC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzYzNzcxIGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

Foto | Quirinale

Ultime notizie su Presidente della Repubblica

Tutto su Presidente della Repubblica →