Usa 2016. Sondaggi: Ted Cruz raggiunge Donald Trump

Il senatore del Texas, appoggiato dal Tea Party, supera Carson e raggiunge Trump in Iowa

di guido

Manca poco più di due mesi – 67 giorni per l’esattezza – e, come preventivato dagli analisti più attenti, qualcosa si sta muovendo nei sondaggi. I due candidati repubblicani che finora sono stati in testa ai sondaggi – Ben Carson e Donald Trump – stanno perdendo quota: finora gli elettori repubblicani avevano dato fiducia agli outsider, ma quando il gioco comincia a farsi serio sembrano volersi rivolgere ai politici professionisti. Il calo di Carson è stato drastico nelle ultime settimane, dovuto anche a una serie di polemiche sulla sua biografia, ricca di imprecisioni e presunte bugie.

Trump è riuscito invece a mantenersi in testa ai sondaggi, ma sembra che anche per lui il trend sia negativo dopo una breve risalita nelle scorse settimane. Alle sue spalle crescono i due candidati di origini latinoamericane, per quanto diversi tra loro: Marco Rubio, che secondo gli analisti potrebbe rappresentare il candidato di compromesso dei moderati, e Ted Cruz, il senatore del Texas che invece rappresenta la speranza del Tea Party e dei più estremisti.

In Iowa, il primo stato in cui si voterà per le primarie e quello che dà il via alla stagione del voto in America, Ted Cruz è virtualmente alla pari con Donald Trump negli ultimi sondaggi: il miliardario al 25%, Cruz al 23%, entro il margine di errore. Poco più di un mese fa, Cruz aveva la metà dei consensi, quindi la sua crescita è impressionante e destinata ad aumentare di proporzione nelle prossime settimane.

Cruz, che è noto per avere le posizioni più estremiste su praticamente ogni argomento, ha fondato finora la sua campagna elettorale su due elementi: in primo luogo è stato molto efficace nei dibattiti, riuscendo sempre a emergere come il candidato più sopra le righe ma senza mai perdere di credibilità; in secondo luogo, nonostante in molti gli consigliassero il contrario, non ha mai attaccato Trump e Carson, i due candidati che più di tutti andavano ad attingere nel suo elettorato. Questa mossa ora dà i suoi frutti, perché il calo dei consensi dei due outsider sta riportando alla base i suoi elettori, più quelli che hanno imparato ad apprezzarlo in queste settimane.

Ultime notizie su Donald Trump

Tutto su Donald Trump →