Incidente pullman Svizzera: il procuratore smentisce l’ipotesi della distrazione dell’autista

Il procuratore di Sion ha smentito le ipotesi che circolavano ieri in merito ad una distrazione dell’autista causata da un dvd. Intanto in Belgio è lutto nazionale.

Ieri erano emerse alcune indiscrezioni sconcertanti sullo schianto del bus belga costato la vita a 28 persone (di cui 22 bambini).

Il procuratore generale di Sion, Olivier Elsig, ha dichiarato come leggiamo sul Corriere:

“Non abbiamo nessun testimone diretto che ha visto l’autista inserire il dvd. I bambini hanno detto cose sentite dire, ma nessuno ha visto con i propri occhi”

Il tragico incidente purtroppo non ha ancora una causa certa. Dai primi risultati dell’autopsia, effettuata ieri sul corpo dell’autista, è emerso che non c’era alcol nel sangue.

Intanto alle 11 di oggi tutto il Belgio si è fermato per un minuto di silenzio in segno di lutto nazionale proclamato dal governo. Persino le radio hanno deciso di “trasmettere musica sobria e messaggi di cordoglio e condoglianze alle famiglie delle vittime”.

Autobus e metropolitane hanno interrotto le loro corse, mentre sono state esposte bandiere a mezz’asta in tutto il paese.

LINK UTILI:

Incidente pullman Svizzera: si indaga sulle cause della strage.

Incidente pullman Svizzera: si schianta in galleria, morti 22 bambini.

Incidente pullman Svizzera, i sopravvissuti: “Autista armeggiava con dvd”.