Piazzapulita | Puntata 12 novembre 2015

Piazzapulita: la puntata del 12 novembre 2015

  • 21.16

    Inizia la puntata, con Formigli che annuncia i temi.

  • 21.20

    Fittipaldi in studio, è imputato dalla Gendarmeria vaticana.

  • 21.24

    Fittipaldi: “Non ho sottratto documenti segreti, ho pubblicato documenti scomodi”.

  • 21.27

    Fittipaldi: “Il mio intento è quello di verificare e raccontare notizie”.

  • 21.29

    Fittipaldi: “Ho messo in crisi il Papa? No, ho messo in crisi la favoletta che era stata raccontata dalla propaganda vaticana che il Papa aveva già cambiato tutto”.

  • 21.31

    In un servizio il capitolato della ristrutturazione dell’attico di Bertone.

  • 21.34

    Zucconi e Buttafuoco in studio. Monsignor Sigalini, vescovo di Palestrina, in collegamento.

  • 21.35

    Sigalini: “Fittipaldi lo ritengo innocente fino al processo”.

  • 21.35

    Poi aggiunge: “Per me Fittipaldi ha fatto male a pubblicarle quelle carte. Le cose rubate non si pubblicano”.

  • 21.37

    Fittipaldi: “Qui non si tratta di documenti rubati”.

  • 21.38

    Sigalini: “Continuate a confondere il Vaticano con la Chiesa. La Chiesa è un’altra cosa”.

  • 21.39

    Sigalini: “Il Vaticano raccontato nel libro è assurdo, va cambiato, se è vero”.

  • 21.40

    Zucconi: “La vera grande inchiesta da condurre è all’interno del Vaticano. Il nostro dovere di giornalisti è pubblicare documenti riservati”.

  • 21.44

    Buttafuoco: “La Chiesa è anche l’appartamento di Bertone, è complessa”.

  • 21.52

    Paolo Brosio in studio.

  • 21.54

    Brosio: “I giornalisti devono dare le notizie, ma qui il Papa aveva raccolto i documenti e aveva ordinato lo screening”.

  • 21.56

    Brosio: “Ai tempi di Mani Pulite noi prendevamo le carte da fonti legali, qui forse no. Qui forse i giornalisti hanno un ruolo di terminale per un complotto”.

  • 21.58

    Brosio fa un’allusione, Zucconi gli dà del mafioso.

  • 22.00

    Brosio: “La Chiesa santa non è questa, è quella dei pellegrini”.

  • 22.01

    In un servizio si parla di cardinali che vivono nel lusso.

  • 22.07

    Il party a Roma di nobili e cardinali.

  • 22.08

    Sigalini contro il programma: “Questo non è un confronto, non un dialogo. Non avete fatto vedere niente della vera Chiesa”.

  • 22.10

    Buttafuoco: “Perché la Chiesa dovrebbe cambiare? Perché dovrebbe seguire il tempo? La Chiesa ha necessità del mistero”.

  • 22.14

    Zucconi replica: “Il mistero non sono i conti dello Ior. Il mistero è quello divino”.

  • 22.14

    Brosio: “Abbiamo aspettato questo Papa 100 anni, adesso non gli tiriamo le coltellate alla schiena. I documenti li aveva trovati lui!”

  • 22.17

    Fittipaldi: “Cristo diceva che la verità ci rende liberi. È importante che tutti sappiano la storia dell’attico di Bertone”.

  • 22.20

    Brosio precisa: “L’obolo di San Pietro non è l’obolo per i poveri, ma per le esigenze della Chiesa”.

  • 22.21

    Brosio precisa che ci sono anche donazioni che finiscono al 100% ai poveri. E consegna dei documenti a Formigli.

  • 22.22

    Buttafuoco: “Ma in tutto questo dov’è il sacro?”.

  • 22.23

    In studio Chiara Almirante, scrittrice e fondatrice di una comunità che collabora con la Chiesa.

  • 22.27

    Francesca Chaouqui al telefono in diretta.

  • 22.29

    Francesca Chaouqui contro Brosio che poco fa aveva detto che risulta tra gli indagati dalla Procura di Terni. Lei nega.

  • 22.30

    Chaouqui minaccia di querelare Brosio.

  • 22.32

    Chaouqui: “Ho piena fiducia nelle indagini che sta facendo la gendarmeria”.

  • 22.34

    Sigalini: “Il Papa non è vero che parla solo di soldi e di banalità”.

  • 22.35

    Formigli: “Stiamo con Nuzzi e Fittipaldi imputati: una assurdità”.

  • 22.42

    L’inviato Monteleone, fermato dalla Polizia per sei ore a Napoli, è in studio.

  • 22.46

    Monteleone è indagato per violazione della privacy. Per questo il volto della Scognamiglio nel servizio che racconta il tentativo di intervista di Monteleone è oscurato.

  • 22.48

    Scognamiglio: “State diffondendo notizie false. Lei non può riprendermi in tribunale”.

  • 22.52

    De Angelis: “La difesa di De Luca è un elenco di bugie. Ieri in conferenza stampa non ha permesso le domande. La prima bugia è che non sapeva nulla”.

  • 23.00

    In studio Bonafè, lo scrittore Lagioia e De Magistris.

  • 23.01

    In un servizio la difesa di De Luca e i commenti dei colleghi di partito.

  • 23.05

    Bonafè: “Siamo all’avvio di un’indagine che presenta anche dei tratti un po’ oscuri. Si deve aspettare il lavoro della magistratura”.

  • 23.07

    Bonafè: “Siamo garantisti fino a prova contraria, lo dice la Costituzione”.

  • 23.08

    De Magistris: “I fatti sono inquietanti perché coinvolgono anche un magistrato. Sono molto preoccupato”.

  • 23.10

    De Magistris: “De Luca sapeva e non ha detto la verità”.

  • 23.12

    Bonafè: “Il problema di Marino è che in due anni non è riuscito a governare Roma. Il caso De Luca è diverso, diamo tempo alla magistratura”. De Angelis: “Intorno alla vicenda De Luca nel Pd c’è grande imbarazzo”.

  • 23.14

    De Angelis a Bonafè: “Che altro deve succedere per assumervi una responsabilità sul caso De Luca?”.

  • 23.16

    Formigli legge un sms di Penati che ricorda come il Pd lo allontanò dopo solo un avviso di garanzia mentre oggi si professa garantista.

  • 23.18

    Lagioia su De Luca: “Uno che parla così, come fanno a candidarlo?”.

  • 23.26

    De Magistris: “La cosa più preoccupante di questa vicenda è la vicinanza tra un esponente della magistratura e la politica”.

  • 23.30

    De Magistris: “De Luca dice una bugia e quindi si espone a una responsabilità politica”.

  • 23.32

    Crozza-De Luca contro De Magistris.

  • 23.34

    Renzometro.

  • 23.36

    Le promesse mantenute e non mantenute da Renzi.

  • 23.39

    De Magistris: “Napoli è una città pulita, con Bassolino e Iervolino c’era l’emergenza rifiuti”. Bonafè: “Oggi il Fmi ha certificato che l’Italia vede davanti il segno più”.

  • 23.41

    De Magistris: “Renzi non taglia davvero le tasse, fa il gioco delle tre carte”.

  • 23.44

    In studio il sindaco di Messina Renato Accorinti, che lamenta la carenza di infrastrutture in Sicilia.

  • 23.46

    Accorinti: “Da noi ci crolla la terra addosso. La colpa non è solo di questo governo. Col ministro Delrio il rapporto è molto buono”.

  • 23.56

    Il ponte sullo Stretto: ecco i costi.

  • 23.58

    Bonafè: “Messina senza acqua? Il governo ha dichiarato lo stato d’emergenza, è un tema su cui non c’è la disattenzione del governo”.

  • 23.59

    Formigli non è d’accordo con la querela di De Magistris contro Giletti.

  • 00.00

    De Magistris: “Parliamo di cose serie, Giletti non è un argomento serio”.

  • 00.03

    Lagioia: “Chi nasce e cresce al Sud lo fa con un handicap rispetto al resto del Paese”.

  • 00.06

    Lagioia: “Veniamo da tre primavere che sono andate male: siciliana, campana e pugliese. Quella di Vendola non è mai diventata estate”.

  • 00.06

    Sondaggi. Intenzioni di voto.

  • 00.07

    Ballottaggi.

  • 00.09

    De Angelis: “Salvini mette i moderati in fuga. Il M5S non è più Grillo dipendente”.

  • 00.13

    Bonafè: “Abolire la tassa sulla prima casa va in contro alla fascia media. Prima dei ballottaggi nei sondaggi mi occuperei delle risposte che sta dando il governo”.

  • 00.14

    In un servizio si racconta la manifestazione di Bologna.

  • 00.17

    Bertazzoni incontra alcuni orgogliosi fascisti nella piazza di Salvini.

  • 00.20

    Berlusconi paragone Grillo a Hitler. Razzi: “Senza Berlusconi Forza Italia è finita”.

  • 00.24

    Fini: “Quella piazza la rispetto, l’insulto ci sta, ma lì il centrodestra si è limitato a dire perché è contro Renzi senza indicare nessun progetto di governo”.

  • 00.27

    Fini: “Oggi il centrodestra è subalterno alla Lega di Salvini. A Bologna hanno canto Va Pensiero e non l’inno di Mameli”.

  • 00.30

    Fini: “Con la legge elettorale di Renzi il listone unico di centrodestra è inevitabile”.

  • 00.31

    Fini: “Nessuno in Parlamento incarna la destra liberale”.

  • 00.33

    Fini: “Mi auguro che il centrodestra scelga il futuro candidato premier dal basso, con le primarie”.

  • 00.33

    Fini: “Così com’è, l’Europa è finita. Glielo dice un europeista convinto”.

  • 00.34

    Fini: “Chi voterò a Roma tra Marchini e Meloni? Dipenderà dai programmi”.

  • 00.36

    Fini: “Il mio errore politico più grave è stato non aver capito che la confluenza di An nel Pdl avrebbe determinato un atteggiamento diverso di Berlusconi nei miei confronti. Ha iniziato a dire ‘o si fa così, o quella è la porta’”.

  • 00.38

    Giù la maschera, l’analisi della comunicazione non verbale di Berlusconi.

  • 00.44

    Finisce la puntata.

Piazzapulita, il talk show di La7 condotto da Corrado Formigli, torna in onda questa sera. Blogo seguirà l’intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.10.

Piazzapulita | Anticipazioni puntata 12 novembre 2015

Piazzapulita, la nuova puntata stagionale si intitola Il suo Regno.

Tra gli ospiti di Corrado Formigli il giornalista Emiliano Fittipaldi, autore di Avarizia, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, Stefania Bonafè del Pd e Alessandro De Angelis de L’Huffington Post.

In primo piano il nuovo scandalo in Vaticano. Sono stati annunciati documenti esclusivi a proposito dei costi della ristrutturazione dell’attico del Cardinal Bertone.

Piazzapulita | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Piazzapulita, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

Piazzapulita | Second screen

Piazzapulita ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

I Video di Blogo

Ultime notizie su Piazzapulita

Tutto su Piazzapulita →