Suicidi in carcere: l’ergastolano Francesco Gozzi si impicca nel penitenziario di Parma

Francesco Gozzi, ritenuto affiliato al clan ‘ndranghetistico Latella di Reggio Calabria, si è impiccato nel carcere di Parma dove scontava una condanna all’ergastolo in regime di 41 bis. L’uomo, 52 anni, si è tolto la vita intrecciando alcuni fogli di giornale in modo da formare una specie di corda. Gozzi, avevano segnalato i suoi legali,

di remar


Francesco Gozzi, ritenuto affiliato al clan ‘ndranghetistico Latella di Reggio Calabria, si è impiccato nel carcere di Parma dove scontava una condanna all’ergastolo in regime di 41 bis. L’uomo, 52 anni, si è tolto la vita intrecciando alcuni fogli di giornale in modo da formare una specie di corda.

Gozzi, avevano segnalato i suoi legali, era psichicamente molto provato dal carcere duro; per questo i difensori avevano chiesto il trasferimento del loro assistito in un centro specializzato. La Procura della Repubblica di Bologna intanto ha avviato un’inchiesta ipotizzando il reato di istigazione al suicidio.

Nelle carceri italiane dall’inizio dell’anno si sono verificati 56 suicidi (dati “Morire di carcere” aggiornati al 30 settembre); un dato in netta crescita rispetto ai 42 del 2008. Del resto il sovraffollamento carcerario ha raggiunto e superato i livelli pre-indulto: 64.700 detenuti a fronte di una capienza di 43.218 posti, con un conseguente progressivo peggioramento delle condizioni di vita per chi è recluso e per chi nelle carceri lavora.

In due anni sono quattordici gli agenti di polizia penitenziaria che si sono tolti la vita. Un sistema in cui, come sottolinea il curatore del dossier, Francesco Morelli, più del 50% dei detenuti si trova dietro le sbarre in custodia cautelare e circa 9.000 persone scontano pene inferiori a un anno.

Metà dei carcerati è affetto da epatite, il 30% è tossicodipendente, il 10% malato di mente e il 5% ha l’Hiv. Il grado di civiltà di un paese si può valutare, anche, dalle condizioni di vita esistenti nelle patrie galere. Da questo punto di vista il nostro ha davanti a sè parecchia strada da percorrere.

Foto | Flickr

Ultime notizie su Ndrangheta

Tutto su Ndrangheta →