Decreto attuativo Fondo Latte: via libera del ministro Martina

Martina dà il via libera all’intervento da 55 milioni. Il Fondo Latte sarà uno strumento per sostenere la ristrutturazione dei debiti e la liquidità

Il ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina, ha firmato il decreto attuativo del Fondo Latte. Il provvedimento arriva in seguito ad un dialogo con le Regioni e i principali rappresentanti della filiera, dalle realtà cooperative alle organizzazioni agricole, dall’industria del settore alla grande distribuzione.

Arrivando ad Aosta lunedì, come riportato dall’Ansa, Martina ha dichiarato sul tema: “il governo ha fatto alcune cose straordinarie che da tempo il mondo agricolo aspettava, in particolare sulle scelte della legge di stabilità“. Infatti, il decreto latte, da 55 milioni di euro, rientra in un piano straordinario e si aggiunge alla cancellazione dell’Imu sui terreni e all’aumento della compensazione Iva al 10%, presente nella manovra finanziaria. Tale aumento dovrebbe generare un risparmio di 0,5 centesimi di euro in più al litro per i produttori.

Il Fondo latte, nello specifico, contempla interventi per la ristrutturazione del debito, come l’abbattimento dei costi di garanzia. E, inoltre, facilita gli investimenti attraverso la possibilità di accedere al Fondo credito Ismea. Ma il lavoro non può finire qui, secondo l’esponente del Pd bisognerà fare anche una riflessione sul versante dei prezzi del settore lattiero-caseario e su una strategia di riposizionamento di mercato delle grandi Dop.

Tuttavia, le proteste della Coldiretti nel lodigiano, dove proprio lunedì si è recato lo stesso Martina, per ora sono solo placate. Gli allevatori chiedono il rispetto della legge 51 del luglio 2015, che stabilisce che il prezzo del latte alla stalla debba commisurarsi ai costi medi di produzione.

A tale riguardo, il ministro ha dichiarato: “Il governo la sua parte la sta facendo. Chiedo con forza all’industria lattiera di aiutare subito l’intera filiera. Nelle prossime ore devono arrivare risposte concrete e utili“. E ha reso noto che già martedì, incontrandosi con gli industriali del settore, ha messo sul campo i problemi concreti sui quali intervenire.

Ultime notizie su Governo Italiano

Tutto su Governo Italiano →