Gianfranco Fini si prepara a correre da “solo”?

Fra poco più di un mese, il 22 marzo, all’ultimo congresso di An prima della “confluenza” nel Pdl, Gianfranco Fini non sarà più “leader” di un partito. Per uno come lui, abituato dai tempi del dopo Almirante, a farsi chiamare “capo”, non è cosa da poco. Può piacere o no, ma Fini resta una delle

Fra poco più di un mese, il 22 marzo, all’ultimo congresso di An prima della “confluenza” nel Pdl, Gianfranco Fini non sarà più “leader” di un partito.

Per uno come lui, abituato dai tempi del dopo Almirante, a farsi chiamare “capo”, non è cosa da poco.

Può piacere o no, ma Fini resta una delle poche “teste pensanti” della politica italiana. Un politico “puro”, militante e dirigente a tempo pieno, e a vita. Come sull’altro fronte un Massimo D’Alema, (ex) “rivoluzionario di professione” di leninista memoria.

Le ripetute uscite di Fini per smarcarsi apertamente da Silvio Berlusconi su questioni molto importanti e quelle per bacchettare pesantemente Maurizio Gasparri e altri ex “camerati” dimostrano che l’ex delfino di Almirante ha in testa una strategia precisa.

Fini non è “convinto” del Pdl, tant’è che, pur non frenandone la costruzione, ha affievolito la sua spinta propulsiva, restando distaccato perché molto scettico.

Come Pierferdinando Casini, anche Fini ha capito chi è davvero Berlusconi: il capo padrone, uno che comanda con carota e bastone e non accetta luci riflesse di chicchessia. E ha capito che il Pdl si forma a immagine e somiglianza del Cavaliere.

Non avendo ricevuto da Berlusconi nessuna investitura alla successione del Pdl e del governo, Fini ha iniziato a giocare “in proprio” per cullare ( e poi costruire?) una destra “ democratica, laica e delle buone maniere” in grado di guidare un Paese occidentale moderno, colmo di problemi ma anche ricco di opportunità.

Ecco perché a Gianfranco Fini va stretto un partito come An, non va giù un partito come il Pdl, va di traverso uno come Berlusconi.

Guardando i sondaggi, sentendo l’umore della gente non si può dire che Fini non abbia un futuro.

I Video di Blogo