Sport&Musica: è morto Lucio Dalla, che ha saputo cantare lo spirito dello sport

E’ morto oggi Lucio Dalla, cantautore bolognese. Nelle sue canzoni ha saputo racchiudere lo spirito e i valori dello sport vero.

Si è spento oggi, a quasi 69 anni, Lucio Dalla, uno dei più grandi cantautori italiani di sempre. Appassionato di sport, del suo Bologna e dei motori, pur non seguendo la palla ovale ha, secondo me, regalato una canzone che racchiude in sé tutti i valori di uno sportivo

La canzone “Ayrton” è dedicata ad Ayrton Senna, il fortissimo pilota di Formula 1 morto a Imola nel 1994. Una canzone, dunque, dedicata a un pilota, a un automobilista, ma soprattutto a uno sportivo.

Ripeto, Lucio Dalla non ha mai scritto, cantato, né parlato di rugby. Ma “Ayrton” credo possa rappresentare ogni rugbista, così come ogni sportivo. Perché se cambiate la parola “piloti” e inserite qualsiasi sport, queste parole valgono sempre: “anche se qui non ci sono piloti, anche se qui non ci sono bandiere, anche se qui non ci sono sigarette e birra che pagano per continuare. per continuare poi che cosa per sponsorizzare in realtà che cosa. E come uomo io ci ho messo degli anni a capire che la colpa era anche mia, a capire che ero stato un poco anch’io e ho capito che era tutto finto. ho capito che un vincitore vale quanto un vinto. ho capito che la gente amava me, potevo fare qualcosa, dovevo cambiare qualche cosa”