Cittadinanza, la Camera approva lo ius soli

Approvato un testo che prevede la cittadinanza ai minori di genitori stranieri solo se uno dei due ha un permesso comunitario di lungo corso.

L’Aula della Camera ha approvato la nuova legge sulla cittadinanza e il testo, approvato con 310 sì, 66 no e 83 astenuti, passa ora all’esame del Senato.

Se il testo passerà così com’è al Senato con la nuova legge entrerà in vigore il cosiddetto ius soli “temperato”: saranno cittadini italiani per nascita i figli, nati nel territorio della Repubblica, di genitori stranieri almeno uno dei quali abbia un permesso di soggiorno Ue di lungo periodo, ma potranno ottenere la cittadinanza anche i minori stranieri nati in Italia, o entrati entro il 12esimo anno, che abbiano frequentato regolarmente per almeno cinque anni uno o più cicli presso istituti del sistema nazionale di istruzione, o percorsi di istruzione e formazione professionale triennali o quadriennali.