Alfano nel Pd? “Nessuna intenzione di entrarci. Bene il governo con Renzi, non è comunista”

Alfano nel Pd? Le ultime dichiarazioni del ministro dell’interno su un possibile ingresso dell’Ncd all’interno del Pd di Renzi (“non è comunista”)

Angelino Alfano nel Pd? È da tempo che si susseguono voci su un possibile ingresso di Ncd all’interno del partito guidato da Renzi, che potrebbe diventare il “Partito della Nazione”. Voci legittimate dalla tenuta dimostrata dall’alleanza di governo.

Alfano è al governo col Partito Democratico dal 28 aprile 2013, quando fu nominato vicepremier di Enrico Letta e ministro dell’interno. Nel 2014, col passaggio Letta-Renzi, Alfano perse la carica di vicepremier conservando quella al Viminale.

Oggi, nel corso di Omnibus su La7, Angelino Alfano è stato ancora una volta interpellato sul tema: “Non abbiamo nessuna intenzione di entrare nel Pd. Facciamo parte di un governo che sta facendo tante cose buone“.

Il ministro ha però aggiunto delle parole che non chiudono definitivamente la porta ad un’alleanza ancora più stretta: “Il Partito della nazione non è all’ordine del giorno, Renzi è il leader del Pd, ma non è comunista e questo è importante“.

Alfano si è rivolto anche ai suoi ex compagni di partito, quelli di Forza Italia (la scissione avvenne nel novembre 2013): “Se dentro Forza Italia sono nervosi perchè stiamo realizzando cose di centrodestra prima mai fatte, se ne facciano una ragione“.