Tour de France 2015: Purito Rodriguez ha vinto la terza tappa. Froome in Maglia Gialla

Tour de France 2015: cronaca della tappa terza tappa da Anversa a Huy vinta da Joaquim Rodriguez.

  • 13:13

    La corsa sta prendendo il via, ora i corridori sono nella neutral zone, ci sono da percorrere 13,3 km tra le strade di Anversa.

  • 13:35

    I corridori devono ancora arrivare al km 0.

  • 13:38

    Eccoci al km 0 e parte subito un attacco di quattro uomini!

  • 13:43

    Bryan Nauleau del Team Europcar è stato il primo ad attaccare e alla sua ruota si sono subito aggiunti Jan Barta della Bora-Argon 18, Serge Pauwels della MTN-Qhubeka e Martin Elmiger della IAM.

  • 13:46

    Dopo poco più di 7 km percorsi il distacco è già di 1′ 13″. Si era capito fin da subito che il gruppo aveva intenzione di lasciare andare questi quattro uomini in fuga.

  • 13:49

    In testa al gruppo si sta facendo vedere soprattutto l’Astana con Lars Boom.

  • 13:52

    Il gap sta salendo a 1′ 30″.

  • 13:58

    Oltre 16 km percorsi e il vantaggio della fuga sale a 2′ 20″. Ricordiamo i nomi dei quattro battistrada:

      Bryan Nauleau del Team Europcar
      Jan Barta della Bora-Argon 18
      Serge Pauwels della MTN-Qhubeka
      Martin Elmiger della IAM
  • 14:09

    Quando sono stati percorsi 25 km il vantaggio dei quattro fuggitivi è salito a 3′ 26″.

  • 14:19

    Ricordiamo che le difficoltà altimetriche in questa tappa sono tutte negli ultimi 50 km. La prima salita, la Côte de Bohissau, di quarta categoria, è al km 109.

  • 14:21

    I quattro fuggitivi per ora procedono in accordo dandosi cambi regolari, il loro vantaggio sul gruppo è di 3′ 29″.

  • 14:26

    Problemino per Rohan Dennis della BMC, colui che ha vinto la crono inaugurale portando la Maglia Gialla per un giorno: il giovane australiano è scivolato e si è sbucciato il gomito, il resto però è tutto ok.

  • 14:30

    La Maglia Gialla virtuale ora è Serge Pauwels, perché tra i fuggitivi è colui che è messo meglio e con questo vantaggio (che ovviamente non resisterà fino alla fine) diventerebbe leader della classifica generale.

  • 14:42

    Ancora 111 km da percorrere e il vantaggio dei quattro battistrada è di 3′ 16″. Il gruppo è appena passato dal paese natale di Eddy Merckx, Meensel-Kiezegem.

  • 14:45

    Nella prima ora di corsa la velocità media è stata di 45,1 km/h.

  • 14:50

    Ricordiamo i nomi dei quattro battistrada:

      Bryan Nauleau del Team Europcar
      Jan Barta della Bora-Argon 18
      Serge Pauwels della MTN-Qhubeka
      Martin Elmiger della IAM
  • 14:58

    Il distacco è sceso a 3′ quando siamo a 99 km dalla fine della tappa.

  • 15:09

    Continua a scendere il divario, ora è di 2′ 42″. Intanto foratura per Tony Martin dell’Etixx-Quick Step, che tuttavia non ha problemi a rientrare in gruppo.

  • 15:12

    Siamo a 90 km dal traguardo, il distacco è sempre abbondantemente sopra i due minuti.

  • 15:23

    Il vantaggio dei quattro battistrada è salito di nuovo sopra i 3′, ora è di 3′ 09″ quando mancano 83,2 km al traguardo e una trentina di chilometri all’inizio della prima asperità di giornata, che comunque è solo di quarta categoria.

  • 15:38

    Siamo al passaggio del gruppo dal rifornimento fisso. Intanto a Tony Gallopin è rimasta incastrata nella ruota la carta di una barretta energetica, è stato aiutato da un meccanico che l’ha tolta.

  • 15:43

    C’è ancora accordo tra i battistrada, ma il loro vantaggio è sceso a 1′ 17″ quando ci sono ancora da percorrere 70 km.

  • 15:45

    Adesso è già ben sotto il minuto il gap tra fuga e gruppo: è solo di 47″.

  • 15:46

    Ricordiamo ancora una volta i nomi dei quattro protagonisti della fuga di giornata:

      Bryan Nauleau del Team Europcar
      Jan Barta della Bora-Argon 18
      Serge Pauwels della MTN-Qhubeka
      Martin Elmiger della IAM
  • 15:49

    Solo 29″ di distacco ora. In testa al gruppo si vedono BMC, Astana, Movistar, Tinkoff-Saxo e AG2R La Mondiale.

  • 15:51

    Sembrerebbe avviarsi ormai verso la fine la fuga di Nauleau, Barta, Pauwels ed Elmiger che nell’ultima ora hanno percorso 40,3 km.

  • 15:56

    Sono rimasti solo 18″ di distacco ora.

  • 15:58

    C’è stata una brutta caduta che ha coinvolto una ventina di corridori.

  • 15:59

    Anche la Maglia Gialla Fabian Cancellara è rimasto coinvolto nella caduta.

  • 16:00

    Tra i corridori coinvolti ci sono anche Filippo Pozzato della Lampre-Merida, che ora si è rimesso in bici seppur zoppicante, poi ci sono due-tre corridori dell’Orica GreenEdge.

  • 16:01

    La direzione di gara sta dicendo al gruppo di rallentare neutralizzando la corsa per qualche metro.

  • 16:02

    Cancellara è ripartito e intanto la corsa non è più neutralizzata.

  • 16:03

    Tra i coinvolti nella caduta c’è anche Tom Dumoulin, la Maglia Bianca, che si è dovuto ritirare.

  • 16:04

    La direzione di gara sta neutralizzando di nuovo la corsa, tra l’altro nel frattempo il gruppo si è ricompattato, perché i quattro fuggitivi sono stati ripresi. Astana e Team Sky vorrebbero riprendere a correre regolarmente, ma Christian Prudhomme continua a dire a tutti di rallentare.

  • 16:06

    Adesso la corsa è stata completamente fermata! Il motivo è che tutte le auto dell’assistenza medica sono sul luogo della caduta e dunque non sarebbe garantita l’assistenza ai ciclisti in corsa.

  • 16:07

    Anche Simon Gerrans dell’Orica GreenEddge e Laurens Ten Dam della LottoNL-Jumbo si ritirano.

  • 16:08

    Fabian Cancellara ha problemi di equilibrio, fa segno di avere dei capogiri, conseguenza della caduta.

  • 16:10

    William Bonnet della FDJ dovrebbe essere il corridore che ha innescato la caduta, si è ritirato.

  • 16:11

    Anche Daniel Oss della BMC si è fatto male a causa della caduta.

  • 16:13

    Dal replay non si capisce bene il motivo per cui Bonnet è caduto.

  • 16:15

    La corsa sta ripartendo proprio ora.

  • 16:17

    Contrariamente a quanto era stato comunicato in precedenza Ten Dam non dovrebbe essere tra i corridori ritirati.

  • 16:19

    Anche se è ripresa, la corsa per ora è comunque neutralizzata.

  • 16:24

    Siamo sulla prima salita, la Côte de Bohissau, lunga 2,4 km con una pendenza media del 5,5%, ma la corsa è ancora neutralizzata.

  • 16:26

    Ora la corsa non dovrebbe essere più neutralizzata, ma i corridori stanno ancora faticando a riprendere a pieno ritmo, anche perché sono stati fermi dei minuti. Il gruppo è compatto.

  • 16:27

    L’atteggiamento del gruppo a questo punto è un po’ strano, perché potrebbero riprendere la gara. Siamo a 48,5 km dal traguardo.

  • 16:29

    Continua ad avere qualche problema la Maglia Gialla Fabian Cancellara, che ha ancora bisogno dell’aiuto dell’ammiraglia.

  • 16:32

    Ora i corridori stanno ricominciando a correre per davvero.

  • 16:33

    Ovviamente la neutralizzazione della corsa sulla Côte de Bohissau avrà fatto saltare qualche strategia.

  • 16:35

    Johan Vansummeren dell’AG2R La Mondiale fa fatica a restare con il gruppo, è uno dei corridori caduti, ha molte ferite.

  • 16:39

    L’Astana all’attacco, ma la Tinkoff-Saxo resta a ruota.

  • 16:42

    Siamo a 37 km dalla fine della tappa. Non ci sono fughe in corsa, in testa si vedono sempre Astana e Tinkoff-Saxo.

  • 16:44

    Il gruppetto di uomini Tinkoff-Saxo e Astana ha 18″ di vantaggio sul resto del gruppo in cui c’è anche la Maglia Gialla Fabian Cancellara.

  • 16:47

    Al km 128 c’è lo sprint intermedio ad Havelange, importante per la Maglia Verde.

  • 16:49

    La Maglia Verde André Greipel della Lotto Soudal si è aggiudicato il traguardo volante davanti a John Degenkolb della Giant-Alpecin e Nacer Bouhanni della Cofidis.

  • 16:50

    Greipel ha dunque consolidato la Maglia Verde, ma se non arriva entro i primi 15 e Sagan vince sarà lo slovacco a indossarla domani.

  • 16:51

    I due gruppi si sono ricompattati dopo lo sprint intermedio.

  • 16:56

    Tinkoff-Saxo e Astana ricominciano ad andare all’attacco, in testa a gruppo si vedono anche uomini Sky e Katusha.

  • 17:00

    A 21,5 km dalla fine il gruppo è sempre compatto. La Maglia Gialla Fabian Cancellara è in coda.

  • 17:01

    Ora è la Cannondale-Garmin in testa al gruppo, il capitano è Daniel Martin, che oggi è tra i favoriti per questa tappa.

  • 17:01

    Sta per cominciare la seconda salita della giornata, la Côte d’Ereffe.

  • 17:02

    La Côte d’Ereffe in realtà sarà il primo gpm di questo Tour de France 2015, perché sulla Côte de Bohissau la corsa era neutralizzata e non sono stati dati punti per la Maglia a Pois.

  • 17:03

    Comincia ora la salita della Côte d’Ereffe, di quarta categoria, lunga 2,1 km con una pendenza media del 5%.

  • 17:05

    Angelo Tulik del Team Europcar ha provato ad allungare, ma è stato presto ripreso. Intanto aumenta il ritardo della Maglia Gialla, ora a oltre 1′ 30″ dalla testa del gruppo.

  • 17:08

    Michael Schär della BMC ha preso il punto in palio sulla Côte d’Ereffe, ora è virtualmente la prima Maglia a Pois, ma ci sono altre due salite, la Côte de Cherave di quarta categoria a -5,4 km dal traguardo e il Mur de Huy di terza categoria all’arrivo.

  • 17:13

    Aumenta il ritardo di Cancellara, ora di 3′ 09″ a 11 km dalla fine, nel suo gruppo c’è anche la Maglia Verde André Greipel.

  • 17:14

    Salendo sulla Côte de Cherave ci sono anche una decina di metri di pavé.

  • 17:15

    Il gruppetto dei velocisti con la Maglia Gialla e quella Verde ha definitivamente mollato, ora il ritardo è di 4′ 09″.

  • 17:16

    È cominciata la salita della Côte de Cherave lunga solo 1,3 km a una pendenza media dell’8,1%.

  • 17:19

    È sempre la Tinkoff-Saxo in testa al gruppetto sulla salita.

  • 17:20

    Molti i corridori che stanno perdendo contatto sulla Côte de Cherave.

  • 17:21

    Nelle prime posizioni ci sono Michal Kwiatkowski dell’Etixx-Quick Step e Nairo Quintana della Movistar. Thibaut Pinot della FDJ invece sta perdendo contatto.

  • 17:23

    Intanto il titolo corridore più aggressivo del giorno è andato a Jan Barta della Bora-Argon 18, uno dei quattro fuggitivi della prima parte della corsa.

  • 17:23

    Siamo a 3,2 km dal traguardo e la Maglia Gialla è rimasta indietro di 5′ 48″.

  • 17:24

    Rafal Majka della Tinkoff-Saxo, Maglia a Pois del Tour 2014, ha transitato per primo sulla Côte de Cherave.

  • 17:25

    Sta per cominciare la salita del Muro di Huy, di terza categoria, lunga 1,3 km con una pendenza media del 9,6%.

  • 17:27

    Sul Muro di Huy abbiamo Chris Froome in testa e Alberto Contador alla sua ruota.

  • 17:28

    Tony Gallopin si porta in testa!

  • 17:28

    Scatto di Purito Rodriguez, ha preso qualche metro di vantaggio su Chris Froome.

  • 17:29

    HA VINTO JOAQUIM “PURITO” RODRIGUEZ!!! Chris Froome è secondo. Nibali è arrivato con un ritardo di più di 10″.

Joaquim “Purito” Rodriguez ha vinto la terza tappa del Tour de France 2015 da Anversa al Muro di Huy con una stupenda azione nel finale sulla salita di terza categoria. Lo spagnolo del Team Katusha si è imposto negli ultimissimi metri su Chris Froome del Team Sky e Alexis Vuillermoz dell’AG2R La Mondiale. Il britannico però si può “consolare” con la Maglia Gialla che per un solo secondo, grazie agli abbuoni, passa sulle sue spalle. Fabian Cancellara, che era leader della generale fino a stamattina, ha perso oltre cinque minuti, è stato uno dei corridori che ha avuto la peggio nella terribile caduta che ha fortemente condizionato questa tappa.

In classifica generale Froome è primo con un secondo di vantaggio su Tony Martin dell’Etixx-Quick Step e 13″ su Tejay Van Garderen della BMC.
Vincenzo Nibali dell’Astana oggi è arrivato settimo con 11″ di ritardo, come Nairo Quintana della Movistar, nono, mentre Alberto Contador della Tinkoff-Saxo è dodicesimo a +18″.

Questi i primi venti classificati al termine della terza tappa:

Le classifiche delle Maglie del Tour de France 2015:
La Classifica Generale della Maglia Gialla
La Classifica a Punti della Maglia Verde
La Classifica Giovani della Maglia Bianca
La Classifica Scalatori della Maglia a Pois

Tour de France 2015: il racconto della 3a tappa

Purito Rodriguez ha vinto la terza tappa del Tour de France 2015

13:03 – Tra pochi minuti prende il via la terza tappa del Tour de France 2015, restate su questa pagina per tutti gli aggiornamenti fino all’arrivo previsto intorno alle 17:15-17:30.

Tour de France 2015: terza tappa Avensa-Huy

La seconda tappa da Utrecht a Zélande ha subito lasciato il segno. Il forte vento e la pioggia hanno condizionato molto la gara, penalizzando in modo particolare Vincenzo Nibali. Il corridore siciliano ieri ha perso oltre 1 minuto a causa di una caduta di Adam Hansen; è riuscito a restare in piedi, ma non ce l’ha più fatta a tornare a ruota del gruppetto di testa del quale facevano parte Alberto Contador e Chris Froome. Proprio quando Nibali è incappato in questo imprevisto non ha potuto contare sul supporto della sua squadra; a dargli manforte c’era infatti solo il danese Jakob Fuglsang, mentre tutti gli altri erano rimasti attardati. Paradossale che il capitano sia rimasto solo ad oltre 50km dal traguardo, oltretutto in una tappa così ricca di insidie nel finale.

Dopo la due giorni olandese oggi il Tour si sposterà sulle strade del Belgio. I corridori partiranno infatti da Anversa ed arriveranno ad Huy, sulle strade della Freccia Vallone. I primi 100km non presenteranno alcuna difficoltà di carattere altimetrico, ma nel finale la tappa si accenderà. L’ultima parte di corsa sarà caratterizzata da 4 Gpm, i primi di questo Tour de France: Côte de Bohissau (4a cat., 2,4 km al 5,5%), Côte d’Ereffe (4a cat., 2,1 km al 5,0%), Côte de Cherave (4a cat., 1,3 km al 8,1%) e Mur de Huy (3a cat., 1,3 km al 9,6%). Il traguardo della tappa è posto proprio al termine del Mur de Huy, uno strappo mai banale con punte al 19,6% di pendenza.

Questa tappa è sicuramente la più attesa dai corridori specializzati nelle corse di un giorno e il grande favorito non può che essere lo spagnolo Alejandro Valverde. Il corridore della Movistar ha vinto le ultime due edizioni della Freccia Vallone e sicuramente proverà a dire la sua anche oggi. La salita finale ben si sposa anche con le caratteristiche di Michael Albasini (Orica GreenEDGE) e Joaquim Rodriguez (Katusha) che a loro volta hanno un ottimo rapporto con le strade della Freccia Vallone. Nella rosa dei favoriti possono essere inseriti anche Vincenzo Nibali e Nairo Quintana, entrambi alla ricerca di un pronto riscatto dopo la tappa di ieri.

Tour de France 2015 | Altimetria 3a tappa: Anversa-Huy

e1960c8161999404a99d09c8833028d5f88138af.png

I Video di Blogo.it

Ultime notizie su Tour de France

Tutto su Tour de France →