Elezioni Egitto 2015: decise le date in cui si andrà al voto

Il primo turno si voterà tra il 18 e il 19 ottobre; il secondo turno delle elezioni politiche in Egitto sarà invece tra il 22 e il 23 novembre.

di andreas

Si torna a votare in Egitto, dove si svolgeranno le prime elezioni politiche dell’epoca di al-Sisi tra ottobre e novembre. Si tratta delle elezioni che decideranno la composizione del parlamento, che non viene eletto da tre anni. Una situazione a cui al Sisi ha “rimediato” governando a furia di decreti legge.

La commissione elettorale ha annunciato che le elezioni si terranno a partire dal 18 e 19 ottobre con un primo turno; il secondo turno si svolgerà il 22 ed il 23 novembre. Gli elettori all’estero, tra cui moltissimi cittadini egiziani residenti in Italia, voteranno invece, almeno al primo turno, con un giorno d’anticipo, tra il 17 e 18 ottobre.

Queste sono però le date solo della “prima fase” elettorale, che riguarderà 14 governatorati e che sicuramente daranno il segno di quale sarà la composizione finale del parlamento. Ma per avere i risultati definitivi bisognerà aspettare molto di più, dal momento che la seconda fase, che riguarda altri 14 governatorati, sarà divisa a sua volta in due turni e inizierà il 22-23 novembre per concludersi con un secondo turno il 1-2 dicembre.

L’Egitto, come ricorda l’agenzia di stampa Agi, è senza Parlamento dal giugno 2012, quando è stata dissolta la Camera dei deputati dominata dai Fratelli musulmani, partito ormai bandito. Inizialmente le elezioni, le seconde dalla cacciata dell’ex presidente Hosni Mubarak, erano state previste a marzo scorso ed erano slittate dopo che la Corte Costituzionale si era pronunciata sulla legge che regola le circoscrizioni, giudicandoli incostituzionali.