Nunzia De Girolamo lascia Ncd. Ora tornerà in Forza Italia?

Nunzia De Girolamo dice addio ad Alfano. Sul suo futuro non si sbilancia, ma non esclude un ritorno in Forza Italia o un ingresso nella Lega Nord

Alla fine, dopo una lunghissima vicenda di contrapposizione con il Presidente del Nuovo Centro Destra, Angelino Alfano, Nunzia De Girolamo ha annunciato l’addio al suo partito. L’ex ministro delle politiche agricolo lo ha fatto attraverso un’intervista al Corriere della Sera.

Mi ero illusa che il mio partito potesse contribuire alla ricostruzione di un centrodestra moderno. E mi ero illusa che onorasse il nome che porta, Nuovo centrodestra […] E invece stanno stanno lavorando per aggregarsi al centrosinistra“, ha detto la deputata campana al quotidiano di Via Solferino. Ricordiamo che negli ultimi due anni la De Girolamo aveva più volte attaccato Alfano, in quanto, a suo dire, subalterno al premier, Matteo Renzi.

La parlamentare non ha mai risparmiato severe critiche su molti temi al suo partito e alla maggioranza. Mezzogiorno, partite Iva, Italicum, sostegni alle piccola imprenditoria, tutte questioni, a suo avviso, affrontate nella maniera sbagliata o trascurati dall’esecutivo in carica. Ma a dividerla dai suoi colleghi anche la distanza manifestata con gli ex alleati del centrodestra, considerati gli unici compagni di strada possibili.

Su Alfano, ha anche dichiarato di nutrire forti perplessità per il futuro: “vuole andare nel centrosinistra mettendo insieme tutte quelle forze più disparate che, a vario titolo, si autodefiniscono moderate. Penso a Pier Ferdinando Casini, a Lorenzo Cesa, a Scelta civica. Senza dimenticare i tanti che oggi sono pronti a saltare con Renzi e fino a ieri cantavano a squarciagola ‘Meno male che Silvio c’ è’“.

A chi le ha chiesto, poi, su un suo possibile rientro in Forza Italia, la De Girolamo ha replicato: “adesso per me è il momento di scegliere. Ma è una scelta che non si può fare con la leggerezza con cui si prende un aereo d’estate. Sono nata dentro Forza Italia attaccando i manifesti, e questo non può che avere un peso. Le decisioni più importanti della mia vita le ho sempre prese con il cuore e non facendo il calcolo dei vantaggi personali“. Ed ha aggiunto:”Ho parlato in più occasioni, durante pranzi e cene, con Berlusconi. E ho parlato con Matteo Salvini. Il mio obiettivo, adesso, è dare il mio contributo alla ricomposizione del centrodestra“.

Non è un mistero che Silvio Berlusconi sia pronta a riaccoglierla nel suo partito. Tuttavia, questa ipotesi non sarebbe gradita da alcuni esponenti del movimento: basti ricordare la reazione veemente, quanto volgare, di Alessandra Mussolini su un rientro della ex collega.

A suo tempo si era vociferato anche su un possibile ingresso della deputata tra le fila della Lega Nord di Matteo Salvini, ipotesi avvalorata dai quotidiano Lbero e Il Tempo. E come è noto il segretario del Carroccio non si è mai detto ideologicamente contrario ad accogliere esponenti del partito di Alfano.

Intanto la deputata non si sbottona e dice di voler ricostruire l’unità perduta fra i membri dell’ex Casa delle Libertà. A tale riguardo, segnaliamo che, nel giugno scorso, ha fondato un movimento insieme a Marco Reguzzoni (ex capogruppo alla Camera della Lega Nord), denominato “I Repubblicani”. La finalità dell’iniziativa è quella di promuovere “una confederazione delle varie, troppe sigle del centrodestra, nessuno escluso“.

I Video di Blogo