Sei Nazioni 2012: Irlanda, ultima chiamata a Parigi

Domani sera, nel gelo dello Stade de France, secondo turno dell’RBS 6 Nations con la Francia che ospita l’Irlanda.

La Francia vuole continuare la propria corsa vincente, l’Irlanda, invece, dopo il passo falso casalingo è chiamata a ribaltare i pronostici per rientrare in corsa per il titolo del 6 Nazioni 2012. Ecco la presentazione del match offerta dal sito ufficiale dell’RBS 6 Nations.

L’Irlanda insegue la seconda vittoria a Parigi dal 1972, ma il flanker francese Imanol Harinordoquy insiste a ripetere che i padroni di casa non prenderanno il match alla leggera. Nonostante le due squadre abbiano combattuto più volte per il titolo nell’ultimo decennio, la Francia ha vinto 11 delle ultime 12 partite contro i ragazzi di Declan Kidney e arrivano all’appuntamento forti del successo per 30-12 contro l’Italia.

Dall’altra parte, invece, l’Irlanda ha perso in extremis contro il Galles, con il calcio di Leigh Halfpenny che ha portato il XV di Warren Gatland al successo per 23-12. Harinordoquy, una delle cinque novità nella formazione francese dopo aver preso il posto di Julien Bonnaire, ammette che non vede l’ora di partire titolare nell’RBS 6 Nations 2012. “Sono veramente felice di giocare, partire titolare allo Stade de France di fronte ai nostri fan. E quando di fronte hai l’Irlanda, ci sono ancora più ragioni per apprezzare la sfida” le parole del flanker che insieme a Jean-Baptiste Poux, Yoann Maestri, Dimitri Szarzewski e Morgan Parra partirà dal primo minuto sabato sera.

“Questo è il match dove, se non sei presente fisicamente e attento ai breakdown, allora non esisti. Loro sono degli specialisti nel lavoro difensivo, lavorano benissimo come collettivo. Raddoppiano sempre sul portatore di palla, placcano alto, ti impediscono di andare a terra e questo rallenta moltissimo il gioco. E conquistano tanti possessi in quest’area di gioco. Ogni volta con gli irlandesi è stato un match equilibrato, difficile, e non sempre il risultato ha espresso ciò che si è visto in campo. Così per me non ci sono favoriti alla vigilia, loro sanno cosa fare e non vanno mai in panico”.

Harinordoquy è stato chiamato a potenziare la touche francese, dove dovrà sfidare lo skipper irlandese Paul O’Connell. Dopo la delusione per la sconfitta con il Galles, O’Connell ha avvisato la sua squadra di guardare avanti e di sfatare il tabù Francia, con Keith Earls che torna al centro, unica novità nel XV di Kidney. “Siamo frustrati e delusi, ma siamo a 48 ore da un match fondamentale e non possiamo permetterci di guardare indietro. Dobbiamo andare avanti, non c’è altro da fare. Sarà una sfida durissima, perché sono un’ottima squadra e hanno fatto vedere alcune buone cose durante la partita con l’Italia. Ma se guardiamo alla nostra squadra e alla nostra esperienza sappiamo che possiamo farcela – le parole di O’Connell –. Dobbiamo migliorare molto ed evitare alcuni errori stupidi fatti con il Galles. Con la Francia a Parigi devi iniziare fin da subito bene. E’ frustrante non averli mai battuti in casa, ma la nostra squadra può farcela”.

 

LINK UTILI:
QUI TUTTE LE INFO PER VEDERE IL SEI NAZIONI IN STREAMING

QUI TUTTE LE DATE E GLI ORARI DELLE PARTITE DEL SEI NAZIONI 2012

QUI LE SCHEDE DI TUTTI I GIOCATORI DELL’ITALIA

SONDAGGIO: CHI VINCERA’ IL SEI NAZIONI 2012?