47 35 Parallelo Italia | Puntata 11 agosto 2015

Parallelo Italia: in diretta il nuovo talk (think) show di Rai3

  • 21.19

    Inizia la puntata.

  • 21.22

    Presentazioni ospiti e temi (immigrazione, economia e caso Cocoricò).

  • 21.24

    Santanchè: “Quando la Chiesa entra nel dibattito politico deve poi accettare le critiche”. Sull’immigrazione: “Gli italiani stanno subendo un’invasione, dalla quale vogliono difendersi”.

  • 21.25

    Don Mazzi: “La Chiesa non deve rimanere in Chiesa, è ora che esca. Deve compromettersi con la realtà. Non può continuare a parlare solo di Paradiso”.

  • 21.28

    Don Mazzi definisce “ignorante” Salvini per il commento sul Papa.

  • 21.29

    Morelli: “Gli immigrati clandestini? Bisogna aiutarli a casa loro, non è buono snaturarli e costringerli a fuggire”.

  • 21.31

    Taddei: “Per gestire l’emergenza migranti spendiamo 120 milioni all’anno, che sono nulla”. Santanchè: “Ma cosa dice?”. Taddei: “L’Italia e l’Unione Europea sono perfettamente in grado di gestire l’emergenza”.

  • 21.34

    Santanchè a Taddei: “Lei è bravo a insegnare, non a fare”.

  • 21.38

    Rizzo: “È inaccettabile che la Polonia, che fa parte dell’Ue e che ha preso un sacco di fondi strutturali, si rifiuta di prendere 1000 persone”.

  • 21.40

    Morelli: “Da quando è iniziato Mare Nostrum ci sono gli sbarchi”. Rizzo: “Ragazzi, c’è la guerra!”.

  • 21.42

    Morelli: “Il governo Renzi ha aperto tutte le porte. La Marina Militare italiana è l’unica al mondo che va a prendere la gente nelle acque straniere. Quando c’erano i respingimenti non c’erano i morti”.

  • 21.44

    Collegamento da Casa Suraya a Milano, parla una donna che ha lasciato il Congo.

  • 21.45

    Santanchè: “Noi sappiamo cosa la Chiesa fa di buono per l’Italia e per gli italiani”. E afferma che il Pd ha proposto di far pagare alle scuole religiose l’Imu.

  • 21.47

    La soluzione di Santanché: i centri di accoglienza sulle coste libiche e non far partire le persone.

  • 21.48

    Don Mazzi: “Per voi questa gente è tutta delinquente”. Morelli: “I disoccupati italiani sono i veri profughi”.

  • 21.50

    Santanchè: “Don Mazzi, lei parla anche con i nostri pensionati?”.

  • 21.51

    Nuovo collegamento da Milano, c’è un ragazzo che non mostra la sua faccia perché teme che se i talebani lo riconoscono possano uccidere i suoi famigliari.

  • 21.54

    Taddei: “In Italia i rifugiati sono 100 mila”.

  • 22.01

    Collegamento da Riccione, dentro il Cocoricò. È in corso un dibattito all’interno del locale.

  • 22.03

    Santanchè nota che oggi 300 dipendenti del Ricocò sono oggi senza lavoro: “La discoteca fallirà, ma lo spacciatore di morte che ha venduto la droga a quel povero ragazzino è a piede libero”.

  • 22.04

    Santanchè contraria alla legalizzazione delle droghe leggere.

  • 22.06

    I dati.

  • 22.06

    Santanchè annuncia la proposta di legge di Forza Italia sul Daspo per le discoteche.

  • 22.07

    Un buttafuori da Riccione spiega che “noi siamo buttati fuori, non possiamo perquisire i ragazzi all’entrata”.

  • 22.09

    Per il buttafuori serve la collaborazione con la Polizia.

  • 22.11

    Taddei: “La chiusura del Cocoricò non risolve il problema”.

  • 22.13

    Don Mazzi: “I nostri figli si devono divertire. La notte è affascinante per tutti. Chiudere il Cocoricò non risolve niente”.

  • 22.15

    Don Mazzi definisce “puttanata” il tweet del sindaco di Gallipoli Francesco Errico. Poi propone che le città siano vive di notte, con notti bianche e chiese aperte fino alle 2.

  • 22.19

    Don Mazzi: “7 mila persone in una discoteca non sono controllabili”. Santanchè: “Non tutti i giovani vanno in discoteca per drogarsi”. E ricorda le vite salvate con la patente a punti.

  • 22.20

    Morelli: “Siamo tutti d’accordo, ma allora riapritelo il Cocoricò”.

  • 22.21

    Rizzo: “Se tenessimo gli oratori aperti fino alle 3 di notte non ci andrebbe nessuno”.

  • 22.22

    Dal Cocoricò parlano due ragazzi che hanno rischiato la vita dopo aver ingerito pasticche di droga.

  • 22.26

    Don Mazzi: “Il problema è avere altri interessi, a cadere nella droga sono i più deboli, non i più furbi”.

  • 22.28

    Rizzo: “Bisogna ricominciare dalla scuola. I genitori hanno responsabilità”.

  • 22.30

    In onda la testimonianza della mamma di un figlio (il ragazzo presente ora in collegamento) che ha rischiato di morire in discoteca: “Il Cocoricò deve stare chiuso”.

  • 22.31

    Santanché spiega che aspetta il figlio al ritorno dalla discoteca per vederlo in faccia.

  • 22.33

    Santanchè: “A 13 anni le ragazze si fanno le canne”. Taddei: “Questo mi è chiaro, vivo anche io in Italia”.

  • 22.36

    In onda un servizio sulle vacanze al mare di molti italiani.

  • 22.40

    Si apre il capitolo del turismo e dell’economia. Numeri in crescita rispetto all’anno scorso. Rizzo: “La scorsa estate ci fu tanta pioggia”. Taddei: “Non abbiamo risolto tutti i problemi, ma i dati sono in controtendenza”.

  • 22.43

    Sui dati Inps, Taddei: “C’è il +40% nel tempo indeterminato, il lavoro stabile è il doppio di prima”.

  • 22.45

    Santanchè: “I commercianti dicono che quest’anno è peggio dello scorso. Tutti gli indicatori economici dicono che la ripresa non c’è”.

  • 22.47

    Santanchè: “In Italia, come in Grecia, il rapporto tra lavoratore e disoccupato è 1 a 1”.

  • 22.48

    In un servizio si parla di Lamborghini.

  • 22.54

    Rizzo: “La Lamborghini può essere fatta solamente dai tecnici di Sant’Agata Bolognese e i tedeschi lo sanno”.

  • 23.01

    Rizzo: “L’Italia non ha ancora trovato una sua identità”.

  • 23.03

    In un servizio si introduce il caso marò.

  • 23.04

    In platea microfono ad un rappresentante di un’associazione dei marinai.

  • 23.09

    Don Mazzi: “Quando il problema diventa ideologico non si risolve”. Santanchè indossa una maglia con la scritta “Marò liberi”.

  • 23.11

    In collegamento Arrigo Sacchi.

  • 23.14

    Sacchi condanna il fatto che molti club di calcio in rosso continuino a indebitarsi.

  • 23.16

    Sacchi: “Se per Messi, il migliore al mondo, il gioco è importante, lo sarà anche per tutti gli altri giocatori?!”.

  • 23.20

    In platea il giovane che ha ‘convinto’ con una particolare iniziativa i Foo Fighters ad andare a Cesena per un concerto.

  • 23.26

    Don Mazzi su Fabrizio Corona: “Non è ancora definito se rimarrà nella mia struttura o se tornerà in carcere. Un 40% Corona è migliorato, ha straordinarie potenziali; ama suo figlio, mi ha fatto venire da piangere”.

  • 23.29

    Finisce la puntata. La prossima andrà in onda il 25 agosto.

47 35 Parallelo Italia è il nuovo talk di approfondimento politico di Raitre, condotto da Gianni Riotta. Va in onda ogni martedì sera, per sette settimane. Blogo seguirà l’intera puntata in liveblogging a partire dalle ore 21.15.

47 35 Parallelo Italia | Anticipazioni puntata 11 agosto 2015

47 35 Parallelo Italia: la puntata di stasera andrà in onda in diretta dalla Salaborsa di Bologna.

Tra gli ospiti di Riotta ci saranno Filippo Taddei, responsabile economia del Pd; Daniela Santanché, parlamentare Forza Italia; Antonello Giacomelli, Sottosegretario Ministero Sviluppo Economico; Don Antonio Mazzi, fondatore Comunità Exodus e Alessandro Morelli, direttore di Radio Padania.

Parallelo Italia lancerà in diretta l’analisi Big Data, sondando le opinioni e gli umori italiani dalla rete e dai new media social.

47 35 Parallelo Italia | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di 47 35 Parallelo Italia, in onda su Raitre a partire dalle ore 21.15, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di Rai. Su Blogo il liveblogging.

47 35 Parallelo Italia | Second screen

47 35 Parallelo Italia ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter

47 35 Parallelo Italia è firmato da Gianni Riotta, Isabella Angius, Gennaro Caravano, Luisella Ratiglia, Vanni Truppi, Riccardo Zambon. A curarlo è Selma Al Mudarris. La scenografia è di Silvana Canofari, il produttore esecutivo è Giulia Lanza. La regia è di Andrea Dorigo.

I Video di Blogo.it