Sei Nazioni 2012: Irlanda vs. Galles, l’anteprima

Si chiuderà domani a Dublino la prima giornata del 6 Nazioni 2012, quando in campo scenderanno l’Irlanda e il Galles.

Sarà una sfida dai tanti significati quella del 6 Nazioni domenica, quando l’Irlanda riceve il Galles all’Aviva Stadium nella rivincita del quarto di finale della Rugby World Cup. Ecco la presentazione del match del sito ufficiale dell’RBS 6 Nations.

Una sfida già calda dopo che l’anno scorso i padroni di casa vennero estromessi dalla corsa al titolo da una meta fantasma di Mike Phillips.

Ma, come detto, l’anno scorso sono stati due i successi della squadra di Warren Gatland, con il successo di Auckland per 22-10. La fortissima terza linea irlandese è stata annullata da un Galles guidato alla grande da Sam Warburton, che però domani sarà senza il suo socio, Dan Lydiate, all’Aviva Stadium. I problemi di infortuni hanno colpito pesantementre Gatland, che dovrà fare a meno di Matthew Rees, Gethin Jenkins, Luke Charteris e Alun Wyn Jones, con quindi i rincalzi Alex Cuthbert, Ryan Jones e Rhys Gill in campo dall’inizio.

Ma nonostante i tanti cambi Gatland è convinto che il suo Galles potrà portare a casa lo scalpo da una terra, quella irlandese, in cui ha vinto una sola volta in questo millennio “Siamo due squadre che si conoscono molto bene – le parole del coach che raggiunge le 50 presenze sulla panchina dei Dragoni -. L’Irlanda non sarà stata felice di perdere in Nuova Zelanda. Vorranno pareggiare i conti questo weekend a Dublino, ma ci troveranno determinati per continuare la striscia vincente. Abbiamo lavorato duro e siamo convinti di arrivare a questo appuntamento con l’attitudine giusta e con una buona preparazione”.

“Il quarto di finale è stato uno di quei giorni in cui come tecnico hai azzeccato tutto, abbiamo preparato e progettato bene quel match e, forse, l’Irlanda dopo il successo con l’Australia era già convinta di essere in semifinale e si è presentata alla sfida senza averla preparata al meglio”.

Dall’altra parte, invece, Declan Kidney si presenta all’appuntamento forte delle tre province irlandesi arrivate ai quarti di finale della Heineken Cup a dimostrazione di un periodo ottimo per i giocatori di casa. Le uniche assenze di peso sono quelle del capitano Brian O’Driscoll, fuori per tutta la stagione, e di Keith Earls, in ospedale dalla figlia malata. Così sarà Fergus McFadden a occupare il ruolo di centro lasciato libero dal mitico O’Driscoll, accando a Gordon d’Arcy e alle spalle di Jonathan Sexton, preferito a Ronan O’Gara.

Rispetto ad Auckland l’altra novità si chiama Andrew Trimble schierato all’ala, che ha parole di grande rispetto e stima per il capitano in pectore Paul O’Connell. “Paul è grande nello spogliatoio. Lo guardo sempre con ammirazione e ho un grande rispetto per lui come leader e come giocatore. Sa comunicare bene, ma sa anche essere duro. Comanda e guida tutti e tutti lo seguono – le parole di Trimble, che poi dedica un pensiero al grande assente -. Brian è una perdita enorme, per quello che dice, ma ancora di più per il suo impatto sulla partita. Ma sappiamo che Paul sa il suo. Nessuno meglio di lui può sostituire Brian come capitano”.

 

LINK UTILI:
QUI TUTTE LE INFO PER VEDERE IL SEI NAZIONI IN STREAMING

QUI TUTTE LE DATE E GLI ORARI DELLE PARTITE DEL SEI NAZIONI 2012

QUI LE SCHEDE DI TUTTI I GIOCATORI DELL’ITALIA

SONDAGGIO: CHI VINCERA’ IL SEI NAZIONI 2012?