World League Volley 2015: l’Italia torna dall’Australia con due vittorie per 3-1

Subito sei punti per gli azzurri nel primo weekend di World League 2015.

L’Italia parte in quarta nella World League 2015 con due vittorie su due partite giocate ad Adelaide contro i padroni di casa dell’Australia ed entrambi i successi sono arrivati in quattro set, quindi il bottino di sei punti vale subito il primo posto nella Pool A per gli azzurri, davanti anche a Brasile e Serbia che ieri si sono affrontati finendo al tie-break (successo dei verdeoro) e domani giocheranno di nuovo ma nessuno di loro potrà superare i ragazzi di Mauro Berruto.

Il ct oggi ha schierato Randazzo e Vettori nel sestetto iniziale al posto di Antonov e Sabbi che ieri avevano cominciato da titolari. Invariato il resto, ossia Travica al palleggio, Lanza in banda, Alletti e Anzani al centro e Colaci libero.

Nel primo set gli azzurri sono partiti un po’ meglio trovando subito il break (4-6 e poi 5-7), ma i volleyroos li hanno raggiunti e poi superati arrivando al primo time-out tecnico sulla’8-7 grazie a un muro su Vettori. Al rientro in campo l’Italia ha subito pareggiato i conti, poi ha allungato arrivando alla seconda pausa obbligatoria con ben cinque punti in più degli avversari (11-16). Gli australiani hanno provato a rientrare, ma sono riusciti a recuperare due punti al massimo (16-19 e poi 19-22), ma Vettori ha guadagnato cinque palle-set (19-24) e Anzani ha concretizzato la seconda chiudendo sul 20-25.

Nel secondo set l’inizio è stato molto equilibrato e l’Australia è di nuovo arrivata al time-out tecnico sul +1 (8-7, è stata una costante in tutti e quattro i set), è riuscita a mantenne questo vantaggio fino al 10-9, poi l’Italia l’ha raggiunta e superata guadagnando un break sull’11-13, i volleyroos hanno pareggiato sul 13-13, poi l’Italia è di nuovo fuggita via ed è arrivata al secondo time-out tecnico sul +3 (13-16), riuscendo a stare avanti di due-tre punti fino alla fine quando ha guadagno tre palle set grazie a un errore in attacco di Edgar (21-24) e poi ha chiuso sul 21-25 in virtù di un altro errore dell’Australia.

L’inizio del terzo set è stato identico a quello del precedente, ancora una volta i volleyroos avanti 8-7 alla prima pausa tecnica, ma questa volta sono riusciti a restare avanti e a portarsi alla seconda sul +2 (16-14). L’Italia li ha raggiunti sul 18-18, ha ingaggiato una lotta punto a punto che è durata fino alla fine del set quando l’Australia ha guadagnato un set-point con Sanderson (24-23) e poi ha chiuso sul 25-23 grazie a un errore in attacco dell’Italia.

Nel quarto set l’ennesimo 8-7 dell’Australia al primo time-out tecnico, poi il sorpasso da parte dell’Italia sul 10-11. Gli azzurri si sono portati sul +2 alla seconda pausa obbligatoria (14-16), hanno allungato sul +3 sul 16-19 grazie a una invasione da parte degli Australiani, ma le invasioni sono state una costante negativa soprattutto per l’Italia, che infatti a causa di due consecutive più un muro vincete di Sanderson su Lanza si è ritrovata dal 19-22 al 22-22. Con Sabbi e poi un attacco out di Edgar gli azzurri hanno conquistato due palle-match (22-24), Sanderson ne ha annullata una, ma Sabbi ha chiuso sul 23-25.
Ricordiamo che per l’Italia queste sono state le prime due partite con la nuova regola sull’invasione (ogni tocco di rete ora è considerato fallo), per questo gli azzurri sono apparsi ancora un po’ in difficoltà e ne hanno compiute davvero tante.

Risultato finale: Australia-Italia 1-3 (20-25, 21-25, 25-23, 23-25)

La trasferta agli Antipodi è stata assolutamente positiva per gli azzurri, perché nonostante si possa certamente fare meglio dal punto di vista del gioco (ma Berruto e i suoi ragazzi sono i primi a saperlo) e l’Australia sia l’avversaria più debole del girone, è anche vero che tra nuove regole e viaggio lunghissimo qualche distrazione ci poteva pure stare e invece Travica e compagni hanno gestito questo weekend nel migliore dei modi e cominciano subito bene la World League da primi della classe.

Prossimo appuntamento il prossimo weekend: venerdì 5 giugno all’Adriatic Arena di Pesaro alle 20 contro la Serbia di Nikola Grbic e Aleksandar Atanasijevic, domenica 7 giugno stessa avversaria, ma al Pala Dozza di Bologna alle ore 20:30.

Ultime notizie su World League Volley

Tutto su World League Volley →