Loris Stecca condannato: 8 anni e mezzo per tentato omicidio

L’ex pugile Loris Stecca è stato condannato a 8 anni e 5 mesi per aver accoltellato la socia Roberta Cester

[blogo-video id=”355155″ title=”Nuova udienza processo Stecca coltellata a socia, ricostruita dinamica tentato omicidio” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.outdoorblog.it/4/404/hqdefault-jpg.png” thumb_maxres=”0″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=Udm2CHgTuWA” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzU1MTU1JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9VZG0yQ0hnVHVXQT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzM1NTE1NXtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzU1MTU1IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzU1MTU1IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

Loris Stecca, ex pugile, è stato condannato a 8 anni e 6 mesi di reclusione per il tentato omicidio di Roberta Cester, socia nella palestra riminese presso la quale ha allenato fino al giorno dell’aggressione. Il pm aveva chiesto 5 anni per l’ex campione Supergallo Wba, ma alla fine il giudice ha addirittura deciso per una pena superiore, pur escludendo la premeditazione.

I fatti risalgono al 27 dicembre del 2013, quando Loris Stecca all’interno della palestra di Viserba presso la quale allenava, ha accoltellato all’addome Roberta Cester. Oggi è arrivata la sentenza di primo grado dal tribunale di Rimini, che ha riconosciuto colpevole l’ex pugile di tentato omicidio e violenza privata, in merito ad un’aggressione precedente avvenuta lo stesso giorno. Prima di accoltellarla, infatti, Stecca spinse la Cester giù per le scale.

La corte ha escluso la premeditazione e ha assolto l’ex campione del mondo di boxe per il porto abusivo d’arma. Alla parte civile, va un risarcimento stimato in 70mila euro.