Tuffi | Steven LoBue batte la testa contro il trampolino | Video

Tuffi. L’incidente di Steven Lobue a La Rochelle

[blogo-video id=”354318″ title=”Tuffi | Steven LoBue batte la testa contro il trampolino” content=”” provider=”youtube” image_url=”https://i.ytimg.com/vi/rvnXGmPM0xQ/maxresdefault.jpg” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=rvnXGmPM0xQ” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzU0MzE4JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjM3NSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9ydm5YR21QTTB4UT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzM1NDMxOHtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzU0MzE4IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzU0MzE4IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

Che spavento per Steven LoBue, atleta statunitense, protagonista della Coppa del Mondo di Tuffi dalle grandi altezze. La scorsa domenica, si è disputata a La Rochelle, in Francia, la terza tappa dell’edizione 2015 del trofeo sponsorizzato dalla Red Bull. LoBue, uno dei favoriti per la vittoria, si tuffa da 27 metri di altezza. Già l’immagine che immortala il tuffatore è da brivido. Lui, solo e concentrato, con sullo sfondo ben 75mila spettatori pronti ad ammirare la sua prodezza.

L’attesa diventa paura quando LoBue, nell’esecuzione dell’avvitamento all’indietro durante il triplo quad, si sbilancia e batte la testa sulla piattaforma di legno. Nonostante il colpo ricevuto, LoBue riesce a completare il tuffo con una buona entrata in acqua. L’angoscia però attanaglia il pubblico e i colleghi, accortisi subito dell’incidente. Assistito dai sub, LoBue riemerge prontamente dall’acqua e viene immobilizzato su una barella. Fortunatamente, si è procurato solo un taglio sopra l’occhio sinistro, nulla in confronto alle possibili conseguenze per un incidente che, in diretta, era sembrato ben più grave.

Per la cronaca, la vittoria è andata al britannico Gary Hunt, campione del mondo in carica, che ha preceduto sul podio il connazionale Aldridge e il colombiano Orlando Duque.