UK, tenta di uccidere la compagna incinta a martellate per l’eredità: 25 anni di reclusione a Simon Morris

Venticinque anni di reclusione. È la pena inflitta a Simon Morris, 37 anni, buttafuori di Prestatyn, per aver tentato di uccidere la sua compagna, peraltro incinta del loro bambino. Facciamo un passo indietro. Nerys Price, 35 anni, manager esperta in Risorse Umane, confida al fidanzato di aver stilato un nuovo testamento che lo vede erede


Venticinque anni di reclusione. È la pena inflitta a Simon Morris, 37 anni, buttafuori di Prestatyn, per aver tentato di uccidere la sua compagna, peraltro incinta del loro bambino.

Facciamo un passo indietro. Nerys Price, 35 anni, manager esperta in Risorse Umane, confida al fidanzato di aver stilato un nuovo testamento che lo vede erede universale del suo patrimonio. Morris però vuole ereditare tutto subito.

Decide così di uccidere la ragazza e inscenare un furto con scasso in casa. Armatosi di un martello da muratore, nella notte colpisce due volte la compagna alla testa mentre dorme. È convinto di averla uccisa, ma non è così.

Ricoverata in ospedale Nerys Price sopravvive alle ferite e dà alla luce il bambino. Dopo qualche giorno però, a causa di alcuni, non meglio precisati, “comportamenti particolari” del compagno, la donna inizia a nutrire qualche sospetto su di lui.

Da qui le indagini e la scoperta del piano architettato da Morris che, si è scoperto, stava già frequentandosi con un un’altra donna.

Via | Mirror

I Video di Blogo.it