Internazionali 2015 | Djokovic domina Federer in finale, 6-4; 6-3 | Video highlights

Internazionali d’Italia 2015. La finale Federer-Djokovic in diretta

Internazionali 2015. Novak Djokovic domina la finale con Federer 6-4; 6-3 e vince gli Internazionali d’Italia per il secondo anno consecutivo.

E’ mancato lo spettacolo nell’atteso epilogo del Foro. Fin dall’inizio, Roger cerca di spingere al servizio e di abbreviare gli scambi e la strategia regge fino al 4-4. Raggiunto il 5-4 con un break point annullato all’elvetico, Djokovic sfrutta il passaggio a vuoto di Roger, gli strappa il servizio ai vantaggi (da 40-30), vince il primo parziale e, in un attimo, si issa sul 4-1 nel secondo. Federer accusa il contraccolpo e la maggiore spinta del rivale anche in risposta e non riesce a procurarsi chance di rimonta. Finisce rapidamente 6-3 in poco più di un’ora di gioco. Per Roger, Roma rimane stregata. E’ la quarta finale persa al Foro. Contro questo Djokovic però, al momento, è impossibile competere. In due mesi, il serbo ha vinto 4 Masters Mille e non si vede all’orizzonte chi possa batterlo al Roland Garros.

Piccolo imprevisto per Djokovic durante la premiazione con il tappo della bottiglia di spumante aperto erroneamente che lo colpisce sul naso, sfiorandogli l’occhio sinistro. L’avesse colpito lì, sarebbero stato guai seri. (qui il video)

Ecco gli highlights della finale

Rivivi il live della finale Djokovic-Federer

Internazionali 2015 | Presentazione finale Federer-Djokovic

Internazionali tennis 2015. Federer – Djokovic è la finale dell’Atp Masters di Roma. Seguiremo la partita in diretta, dalle 16, su Outdoorblog con cronaca e aggiornamenti in tempo reale.

Non poteva esserci epilogo migliore al termine di una settimana di grande tennis al Foro Italico. Il pubblico che gremirà le tribune del Centrale potrà godersi il miglior spettacolo tennistico possibile in una sfida che vede contrapporsi i migliori giocatori del momento, non a caso prime due teste di serie del seeding romano.

Per entrambi non è la prima finale agli Internazionali. Djokovic ne ha disputate cinque, vincendone tre, l’ultima lo scorso anno con Nadal. Federer è alla quarta. Nelle altre è stato fermato due volte da Nadal (2006; 2013) e da Mantilla (2003), un record negativo che ha reso, finora, gli Internazionali un torneo stregato per Roger, uno dei pochi (insieme al Masters di Montecarlo) che manca al suo sterminato palmares.

Sfida che non ha certo bisogno di presentazioni o disquisizioni tecniche. Non a caso, quello odierno è il 39° confronto tra Federer e Djokovic, il terzo del 2015 dopo le due finali di Dubai e Indian Wells, vinte una per parte. Sulla terra, l’ultima sfida è datata aprile 2014, semifinale di Montecarlo, con Roger vincitore 7-6; 6-2 anche grazie alle condizioni precarie del polso di Nole.

Percorso netto fino alla finale per Federer con Cuevas, Anderson, Berdych e Wawrinka, tutti eliminati in due set e piuttosto rapidamente. Emblematica la semifinale di ieri con Stan, durata appena 56 minuti. Più laborioso il cammino di Djokovic che, sorprendentemente, ha ceduto un set ad Almagro e Bellucci per poi eliminare Nishikori ai quarti (sempre in tre) e Ferrer in semi, unica vittoria in due parziali. Il serbo, a Roma, non è sembrato finora il “cannibale” ammirato nei Masters americani di marzo e a Montecarlo. E’ lui il favorito ma Federer può giocarsela, cercando il più possibile di abbreviare gli scambi e di spingere al servizio. Tutto il pubblico sarà dalla sua parte. Djokovic ci è abituato e non sarà certo spaventato. Che lo spettacolo cominci…

Ultime notizie su Internazionali d’Italia - Tennis Roma

Tutto su Internazionali d’Italia - Tennis Roma →