Giro della California 2015: Sagan vince la crono e va alla guida della generale | Video

Lo slovacco ora ha 28” di vantaggio sul secondo, Toms Skujins, ma manca ancora la tappa regina prima della passerella finale a Los Angeles.

[blogo-video id=”353669″ title=”Giro della California 2015: Peter Sagan vince la crono” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media.outdoorblog.it/4/4dd/hqdefault-jpg.png” thumb_maxres=”0″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=hs2FxKx78_s” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzUzNjY5JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9oczJGeEt4Nzhfcz9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzM1MzY2OXtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzUzNjY5IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMzUzNjY5IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

Peter Sagan colpisce ancora e questa volta lo fa vincendo un tipo di tappa in cui è abituato a cavarsela bene sì, ma non a vincere, anche se dobbiamo ammettere che in questi casi non aveva molti rivali: stiamo parlando della cronometro individuale valida come sesta tappa del Giro della California.

Nella corsa americana lo slovacco è arrivato sul podio in tutte e sei le occasioni: due volte primo, tre volte secondo e una volta terzo. Mancano ancora due frazioni alla fine ed è probabile che arrivi tra i primi tre anche nell’ultima tappa, la passerella a Los Angeles, mentre domani i corridori sono attesi dalla tappa regina, in cui il capitano della Tinkoff Saxo non ha molte speranze visto che si tratta di una tappa di montagna con arrivo in salito sul Mt. Baldy.

Oggi però Sagan è stato il bravo di tutti nella cronometro a Big Bear Lake da 10,62 km, l’ha percorsa in 12’ 31” pedalando a una velocità media di 50,908 km/h. Alle sue spalle si piazzato l’olandese della Lotto NL-Jumbo Jos Van Emden con 15” di ritardo, mentre il giovane Julian Alaphilippe dell’Etixx-Quick Step è arrivato terzo a 19” da Sagan. E proprio il francesino è ora l’indiziato numero uno per prendere la maglia di leader domani, ma intanto per una giornata se la potrà godere Sagan, che, grazie alla prova contro il tempo, nella classifica generale ha scavalcato il lettone della Hincapie Racing Team Toms Skujinš, che oggi ha chiuso al 34° posto con 46” di ritardo e ne accusa 28” nella generale.

Sagan punta soprattutto alla Maglia Verde della classifica a punti, che ha vinto sempre negli ultimi cinque anni, ma dovrà fare i conti con Mark Cavendish dell’Etixx-Quick Step nell’ultima tappa. Per adesso la maglia è sulle spalle del britannico.

Nella tappa di montagna di domani, oltre ad Alaphilippe, si muoveranno sicuramente anche Sergio Henao del Team Sky, Benjamin King della Cannondale-Garmin, Robert Gesink della Lotto NL-Jumbo, Daniel Oss della BMC, giusto per fare qualche nome. Di certo domani ci ritroveremo con una classifica generale molto diversa.

Questi i primi dieci migliori tempi della cronometro:

    1) Peter Sagan (Svk) Tinkoff-Saxo 12’ 32”
    2) Jos van Emden (Ned) Team LottoNL-Jumbo +15”
    3) Julian Alaphilippe (Fra) Etixx – Quick-Step +19”
    4) Joey Rosskopf (USA) BMC Racing Team +20”
    5) Daniele Bennati (Ita) Tinkoff-Saxo +22”
    6) Tom Zirbel (USA) Optum p/b Kelly Benefit Strategies +26”
    7) Sergio Luis Henao Montoya (Col) Team Sky +26”
    8) Jay McCarthy (Aus) Tinkoff-Saxo +27”
    9) Robert Gesink (Ned) Team LottoNL-Jumbo +27”
    10) Daniel Oss (Ita) BMC Racing Team +28”

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale:

    1) Peter Sagan (Svk) Tinkoff-Saxo 22h 15’ 23”
    2) Toms Skujins (Lat) Hincapie Racing Team +28”
    3) Julian Alaphilippe (Fra) Etixx – Quick-Step +45”
    4) Joey Rosskopf (USA) BMC Racing Team +49”
    5) Sergio Luis Henao Montoya (Col) Team Sky +55”
    6) Jay McCarthy (Aus) Tinkoff-Saxo +56”
    7) Robert Gesink (Ned) Team LottoNL-Jumbo +56”
    8) Ben King (USA) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team +58”
    9) Dion Smith (NZl) Hincapie Racing Team +1’ 03”
    10) Haimar Zubeldia Aguirre (Spa) Trek Factory Racing +1’ 04”