Servizio Pubblico – Rosso di sera

Servizio Pubblico – Rosso di sera: diretta streaming dell’ultima puntata di sempre del talk di Santoro

  • 21.16

    Inizia la puntata.

  • 21.20

    L’editoriale di apertura di Santoro (che legge, vistosamente, dal gobbo elettronico): “Ma veramente pensate che io sia un tribuno?”

  • 21.22

    Santoro: “In tanti ci hanno imitati ma non si può imitare l’anima di un programma. Noi siamo Libero Grassi. Siamo noi Buscetta, siamo noi Spatuzza, siamo noi Patrizia D’Addario”.

  • 21.23

    Santoro: “Renzi preferisce Verdini a Landini. Il Premier oggi mi ha chiamato per farmi l’in bocca al lupo per il mio futuro. Ma in verità sono io che voglio fare l’in bocca al lupo a Renzi. Che ha deciso di non venire in questa piazza”.

  • 21.28

    La copertina si apre con l’opinione dei fiorentini su Renzi.

  • 21.32

    Il barbiere di Renzi.

  • 21.35

    La canzone di Ceccherini (scritta da Renzi, dice lui).

  • 21.37

    Marco Travaglio e Giorgia Salari leggono ciò che i giornali hanno scritto di Renzi. E lo paragonano ai testi dei quotidiani ai tempi di Mussolini.

  • 21.40

    Quindi Travaglio paragona Renzi a Fantozzi per la caduta dagli scii immortalata da un settimanale di gossip.

  • 21.44

    Travaglio e Salari continuano a ironizzare sulle parole spese dalla stampa italiana nei confronti di Renzi.

  • 21.46

    Travaglio: “La Smart sta a Renzi come la Panda grigia sta a Mattarella e come le mignotte stavano a Berlusconi”. Sul palco il giornalista De Angelis.

  • 21.47

    Il retroscena di Nazareno Renzoni sulle dinamiche interne al Pd.

  • 21.49

    Renzoni: “Corre voce di una terza retata di Mafia Capitali con coinvolti parlamentari del Pd”.

  • 21.50

    Sul palco un lavoratore della scuola che si rivolge direttamente a Renzi: “La riforma della scuola non la puoi fare contro la scuola, ma per la scuola”.

  • 21.51

    A parlare sono l’insegnante Giovanni Cocchi e lo studente Danilo Lampis.

  • 21.53

    Giovanni Cocchi a Renzi: “Hai provato a dividerci, ma non ci sei riuscito”.

  • 21.54

    Danilo: “Studiare sta diventando un costo per le nostre famiglie, è una vergogna. La riforma non ha messo un euro per il diritto allo studio. La scuola italiana sta diventando per pochi, per ricchi”.

  • 21.57

    La perfomance di Franco Battiato.

  • 21.58

    Battiato canta “Inneres Auge”.

  • 22.07

    Monica Guerritore canta “Quelle come me”, poesia di Alda Merini.

  • 22.10

    Sul palco alcune delle 341 lavoratrici di un call center. Licenziate da inizio giugno.

  • 22.13

    A parlare è Serena Cestola, di People Care di Collesalvetti.

  • 22.14

    Serena: “Dicono che costiamo troppo, ma i soldi non li prendiamo noi. Sono tasse e contributi”.

  • 22.15

    In un servizio la storia della Cesi: costretta alla liquidazione a causa di un debito di quasi 400 milioni di euro.

  • 22.18

    La Cesi è la più importante coop del territorio imolese, ha quasi un secolo di attività. Nel 2014 è stata dichiarata fallita. Bersani alla ex socia della cooperativa: “Non so cosa dirle”.

  • 22.21

    Sabrina Ferilli legge un suo testo sui politici corrotti.

  • 22.25

    Ferilli: “Quando vedo cosa sta succedendo ai nostri politici, è difficile capire oggi cosa è la sinistra. La folla grida “sono tutti uguali, fanno tutti schifo”, ma io non credo sia così. Non sono contro Renzi quando dice di voler riformare, ma voglio ricordargli che alla base di ogni giustezza c’è il lavoro. Che deve essere garantito. Senza il lavoro l’uomo è niente”.

  • 22.26

    Ferilli: “Io sono di sinistra perché la storia di questo Paese mi dice che qui c’è il meglio. Sarò sempre di sinistra. Senza la sinistra per l’uomo sarebbe ancora più duro sopravvivere. Quando Michele mi ha chiesto di portare qualcosa di rosso, io ho portato me”

  • 22.28

    Bianca Berlinguer sul palco. Ricorda il padre Enrico.

  • 22.30

    La Berlinguer ricorda le parole pronunciate in famiglia dal padre il giorno in cui è stato sequestrato Aldo Moro.

  • 22.31

    Berlinguer: “Mio padre era convinto che non si dovesse trattare con i terroristi di Moro”.

  • 22.41

    La Berlinguer racconta di come Almirante omaggiò l’avversario Berlinguer ai suoi funerali.

  • 22.45

    La giornalista spiega che il fratello Marco non volle che Craxi entrasse in sala rianimazione perché Enrico non avrebbe voluto farsi vedere in quelle condizioni.

  • 22.46

    Cristiano De Andrè sul palco. Canta “La canzone dell’amore perduto”.

  • 22.56

    La ricostruzione con attori delle dichiarazioni rese da Buzzi e delle intercettazioni telefoniche.

  • 23.00

    Sandro Ruotolo sul palco. Racconta, con Santoro, le minacce ricevute da Michele Zagaria dopo l’intervista all’ex boss Schiavone.

  • 23.02

    Schiavone disse a Ruotolo: “Non farmi altre domande, se no fai la fine di Ilaria Alpi”.

  • 23.06

    Le immagini della Forestale che a Casal di Principe, nel Casertano, procede allo scavo di una discarica piena di veleni. Secondo il pentito Carmine Schiavone in quest’area, a 18 mesi di profondità, sono interrate scorie nucleari.

  • 23.12

    Il sospetto è che a Calvi Risorta ci sia la più grande discarica illegale d’Europa.

  • 23.13

    Ruotolo: “20 anni fa Schiavone portò gli investigatori in quel punto di Casal di Principe ma non fu fatto niente. Per questo bisogna indignarsi!”

  • 23.15

    Ruotolo spiega che l’emergenza rifiuti deriva dall’evasione fiscale.

  • 23.18

    Le voci di coloro che rischiano di morire in mare.

  • 23.19

    Gad Lerner sul palco.

  • 23.20

    Lerner parla di immigrati e di come il tema venga affrontato dai politici.

  • 23.24

    Il giornalista racconta che quando aveva 19 anni, nella città vecchia di Gerusalemme, prese la scabbia. Poi annuncia che martedì prossimo a Milano “ci incontreremo al binario 21 per riflettere sui perseguitati di ieri come su quelli di oggi”.

  • 23.25

    Lerner: “Nessuno può essere condannato a vita dal suo luogo di nascita”.

  • 23.26

    Lerner: “Santoro è il mio veterano. Ed è un uomo leale”.

  • 23.26

    Nicola Piovani sul palco, al pianoforte. Esegue la composizione che ha fatto da sigla a Servizio Pubblico, “I viaggi di Ulisse”.

  • 23.32

    Santoro annuncia la sorpresa della serata: Carla Fracci.

  • 23.33

    La Fracci danza sulle note suonate da Nicola Piovani.

  • 23.40

    J-Ax con Il Cile canta Maria Salvador.

  • 23.42

    J-Ax lancia un messaggio a favore della legalizzazione della cannabis.

  • 23.45

    J-Ax: “Svuotate le carceri di quelli che si fanno 10 anni per 2 spinelli: legalizzala!”

  • 23.46

    Maurizio Landini sul palco. Con Giulia Innocenzi.

  • 23.47

    Landini: “Il gufo? Ci vede bene e non è un cogli0ne, non si fa fregare”.

  • 23.49

    Landini: “Voglio chiedere a Renzi: Cosa ti hanno fatto di male quelli che per vivere lavorano?”

  • 23.50

    Landini: La maggioranza degli italiani non va a votare. E chi va a votare, la maggioranza, non vota per il governo. Si sono rotti le scatole”.

  • 23.53

    Landini: “Il mio mestiere non è fare l’opposizione ma è cambiare le cose in questo Paese”.

  • 00.01

    Alba Parietti sul palco. Parla del papà partigiano.

  • 00.02

    Parietti: “Mi chiamo Alba perché Alba è stata la prima città liberata dal nazifascismo”.

  • 00.05

    Parietti ricorda Don Gallo.

  • 00.06

    Alessandro Mannarino sul palco.

  • 00.07

    Mannarino canta Scendi giù.

  • 00.12

    Le vignette di Vauro (con la sciarpa rossa di Don Gallo).

  • 00.14

    Renzi mostro di Firenze.

  • 00.19

    Sul palco salgono gli operai per il gran finale. Si tratta di lavoratori di Smith Bits, Fincantieri e Fiom.

  • 00.21

    Un sindacalista Fiom in piazza protesta non si capisce bene per cosa, Santoro risponde: “Un nostro collega vuole insegnarci il mestiere, lo ringraziamo”.

  • 00.28

    L’intervento di Gianni Dragoni.

  • 00.30

    Lo storico dell’arte Tomaso Montanari parla del patrimonio culturale di Firenze.

  • 00.36

    Montanari durissimo: “Non vedevo usare i musei come luoghi di propaganda politica da molti decenni”.

  • 00.37

    Landini: “Oggi c’è chi ancora muore di lavoro. Vi chiedo un applauso per Alessandro, morto all’Ilva”.

  • 00.39

    Teresa De Sio. Canta Bella ciao.

  • 00.44

    Santoro: “Grazie a tutti, arrivederci a presto”.

Servizio Pubblico stasera torna con l’ultima puntata, seguita in liveblogging e diretta video streaming da Blogo dalle ore 21.10. Alla conduzione Michele Santoro.

Servizio Pubblico | Anticipazioni puntata 18 giugno 2015

Servizio Pubblico: la puntata di stasera, l’ultima di sempre, è intitolata Rosso di sera.

A largo Annigoni a Firenze ci saranno Franco Battiato, Bianca Berlinguer, Cristiano De Andrè, Teresa De Sio, Sabrina Ferilli, Monica Guerritore, J-Ax, Maurizio Landini, Gad Lerner, Alessandro Mannarino, Tomaso Montanari, Alba Parietti e Nicola Piovani.

Presente anche la squadra fissa del programma, formata, tra gli altri, da Sandro Ruotolo, Marco Travaglio, Vauro e Giulia Innocenzi.

Servizio Pubblico | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di Servizio Pubblico, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7, ma anche su Blogo, dove potete leggere pure il liveblogging.

Servizio Pubblico | Second screen

Servizio Pubblico ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.

I Video di Blogo.it