Usa 2016, primarie: i sondaggi sul Supertuesday

La corsa delle primarie per USA 2016 continua: nonostante le sorprese, i sondaggi continuano a premiare Hillary Clinton e Donald Trump. E adesso c’è l’appuntamento decisivo del Supertuesday.

29 febbraio – Il Supertuesday potrebbe decretare la definitiva vittoria di Hillary Clinton per quanto riguarda i democratici e di Donald Trump per quanto riguarda i repubblicani. Almeno a giudicare dai sondaggi riportati da RealClearPolitics, che mostrano come i due siano in vantaggio nella maggior parte degli stati in cui si vota (Alabama, Arkansas, Colorado, Georgia, Massachusetts, Minnesota, Oklahoma, Tennessee, Texas, Vermont e Virginia).

In particolare: Hillary Clinton è nettamente in vantaggio in Virginia, Texas, Georgia e Tennessee, mentre è solo di un filo avanti nel liberal Massachusetts. Donald Trump è invece in vantaggio in quasi tutti i principali stati in cui si vota, e quali sempre com ampio vantaggio. Attenzione, però, perché fa eccezione il Texas. E considerando le dimensioni e l’importanza di questo stato per i repubblicani, potrebbe trattarsi di un problema non secondario.

20 febbraio 2016 – I sondaggi su USA 2016 continuano a mostrare come, alla fine, dovrebbe essere Hillary Clinton a spuntarla su Bernie Sanders. E questo nonostante un sondaggio di Fox News che per la prima volta dà in vantaggio il candidato socialista. Attenzione però: Fox News è una tv estremamente sbilanciata, difficile fidarsi troppo di un sondaggio che fa gioco ai repubblicani.

sondaggi usa 2016 primarie

Sondaggi USA 2016: Primarie democratiche in Nevada

Sondaggi USA 2016: Primarie in Nevada

Sondaggi USA 2016: Primarie democratiche in South Carolina

sondaggi usa 2016 south carolina

Sondaggi USA 2016: Primarie repubblicane

E tra i repubblicani? Continua a essere in vantaggio Donald Trump, inseguito a distanza da Ted Cruz e Marco Rubio.

schermata-2016-02-20-alle-10-50-38.png

Sondaggi Usa 2016: Bernie Sanders mette in difficoltà Hillary Clinton

24 gennaio – Un nuovo sondaggio dà addirittura in vantaggio Bernie Sanders su Hillary Clinton in vista delle primarie in Iowa: 47% il senatore, 46% la ex first lady. Nel complesso, però, è ancora la Clinton a essere in vantaggio; mentre Sanders è nettamente avanti in New Hampshire.

schermata-2016-01-24-alle-18-52-41.png

20 gennaio – Mancano dieci giorni alle primarie in Iowa e i sondaggi per USA 2016 continuano a monitorare con estrema attenzione le intenzioni di voto in vista del caucus. Un voto che, in sé, non determina molto, ma che ha invece una fondamentale importanza per determinare il “momentum” e decretare chi affronterà le prossime, e ben più importanti, primarie in New Hampshire con il vento a favore. Fino a oggi, in Iowa, in testa sono i due front runner: Donald Trump nel campo repubblicano e Hillary Clinton in quello democratico. Vediamo i dati di RealClearPolitics.

Primarie in Iowa: i sondaggi sui Repubblicani

sondaggi usa 2016 primarie iowa repubblicani

Primarie in Iowa: i sondaggi sui Democratici

primarie iowa sondaggi usa 2016 democratici

USA 2016, sondaggi: Donald Trump inizia a fare fatica

27 ottobre – Donald Trump inizia a fare fatica. Negli ultimi sondaggi è avvenuto quanto ormai da tempo era prevedibile, il chirurgo anti-abortista Ben Carson l’ha superato nei sondaggi. E questo sia a livello nazionale (Carson al 26%, Trump al 22%, Marco Rubio 8%, Bush al 7%, secondo il New York Times), sia nelle primarie in Iowa, dove si voterà per la prima tappa della lunghissima corsa delle presidenziali.

Sondaggi Usa 2016: i quattro fronti

17 ottobre – Sono quattro i fronti da tenere presenti, oggi come oggi, quando si parla dei sondaggi di USA 2016: le primarie democratiche, le primarie repubblicane, la sfida in Iowa e le possibili sfide finali. Il trend generale, comunque, sembra essere rassicurante per Hillary Clinton, che conquista qualche punto in generale e sembra essere saldamente avanti anche in Iowa. Per di più, il fatto che tra i repubblicani non ceda Donald Trump, realisticamente e nonostante le indicazioni dei sondaggi, le regala un margine di serenità.

Sondaggi Usa 2016: le primarie democratiche in Iowa

Hillary Clinton in vantaggio, mediamente, di 11 punti su Bernie Sanders.

sondaggi usa 2016 primarie iowa

Sondaggi Usa 2016: le primarie democratiche generali

Hillary Clinton in vantaggio di venti punti su Bernie Sanders. Soprattutto, il trend sembra esserle favorevole.

usa 2016 sondaggi primarie

Sondaggi Usa 2016: le primarie repubblicane generali

Donald Trump è sceso parecchio rispetto all’apice toccato a metà settembre, ma rimane ancora di qualche punto avanti a Ben Carson.

usa 2016 primarie repubblicane

Sondaggi Usa 2016: la sfida finale

Si dà per scontato che sia Hillary Clinton a vincere tra i democratici. Ecco come finirebbe la sfida se fosse tra lei e Donald Trump e tra lei e Ben Carson.

sondaggi usa 2016 clinton trumpsondaggi usa 2016 clinton carson

Fonte: RealClearPolitics

<!–next§

Sondaggi USA 2016: 25 settembre

§–>

Sondaggi USA 2016: 25 settembre

25 settembre – In estrema sintesi, Hillary Clinton continua a essere insidiata da Bernie Sanders, soprattutto in New Hampshire – per quanto riguarda il campo democratico – Donal Trump è sempre avanti ma inizia a perdere qualche colpo, per quanto invece riguarda il campo repubblicano. Nelle elezioni generali, invece, l’unico che potrebbe mettere in difficoltà davvero Hillary Clinton sembrerebbe essere il dottor Bernie Sanders, probabilmente perché sposterebbe dalla parte repubblicana una fetta di elettorato di colore, tradizionalmente democratico. I dati sono presi da RealClearPolitics.

Usa 2016, sondaggi: le primarie democratiche

In Iowa Bernie Sanders si fa insidioso, ma il vantaggio della Clinton rimane consistente e, soprattutto, trattandosi di causases è davvero difficile capire quale sia il potere predittivo dei sondaggi. In New Hampshire, invece, c’è davvero da preoccuparsi, perché Sanders è ormai dato ampiamente in avanti.

schermata-2015-09-25-alle-14-50-38.pngschermata-2015-09-25-alle-14-50-54.png

Usa 2016, sondaggi: le primarie repubblicane

Sempre abbondantemente avanti Donald Trump, anche se, per lui, il trend sembra essere lievemente in discesa, mentre cresce tantissimo Bernie Carson.

schermata-2015-09-25-alle-14-54-49.pngschermata-2015-09-25-alle-14-55-04.png

10 settembre – Nel complesso, i sondaggi a livello nazionale continuano a premiare Hillary Clinton, che però ha davanti a sé lo spettro della riproposizione di quanto avvenuto 8 anni fa: il candidato semi-sconosciuto della sinistra che la sconfigge nei caucus dell’Iowa compromettendo la sua gara.

Le primarie in Iowa, in effetti, non avrebbero grande importanza; non fosse che sono le prime in assoluto e quindi sono caricati di una marea di significati simbolici. Partire con una vittoria o con una sconfitta, d’altra parte, è qualcosa che in politica è tutto tranne che secondario in termini di “momentum” che si riesce o meno a creare.

Le brutte notizie per Hillary Clinton arrivano proprio dai sondaggi condotti in Iowa dall’Università di Quinnipiac, dove la front-runner democratica viene data al 40% e il 74enne Bernie Sanders al 41%. Attenzione però: secondo RealClearPolitics, che fa la media di tutti i sondaggi, la Clinton è ancora in vantaggio di 12 punti circa.

usa 2016 sondaggi iowa

Usa 2016: Hillary Clinton in vantaggio su tutti

31 agosto – I sondaggi su USA 2016 hanno fatto parecchio parlare nelle ultime settimane, soprattutto per via del boom di Donald Trump che, a dispetto di ogni logica apparente, continua a essere in testa nelle rilevazioni che riguardano il campo dei repubblicani. Una situazione che probabilmente non resisterà alla prova del voto, ma che per il momento fa festeggiare i democratici: non solo il successo di Trump mette in una situazione difficile i repubblicani, facendo perdere loro credibilità governativa, ma è anche evidente che, se davvero il miliardario dovesse spuntarla, per i democratici la vittoria sarebbe molto più semplice che contro candidati dal profilo istituzionale, come Jeb Bush. Nessuno di questi nomi, comunque, sembra in grado di superare Hillary Clinton, che nonostante qualche difficoltà rimane in testa contro ogni avversario, democratico o repubblicano che sia.

USA 2016: i sondaggi per la Casa Bianca

Nei vari match-up che sono stati condotti per capire chi sarebbe il vincitore finale della sfida per la Casa Bianca, nel campo democratico si è presa in considerazione sempre e solo Hillary Clinton. Una scelta che dà l’idea di quanto si dia per scontata la sua vittoria alle primarie, anche se sia Bernie Sanders che il possibile candidato Joe Biden potrebbero avere qualcosa di ridire. Ecco i numeri di RealClearPolitics, società statunitense che fa la media dei vari sondaggi.

Come si vede, Hillary Clinton rimane abbondantemente in vantaggio contro tutti i candidati e rimane, anzi, soprattutto in vantaggio contro Donald Trump, mentre l’unico che sembra avere chance di metterla in difficoltà è Marco Rubio. Numeri che sembrano in controtendenza rispetto alle notizie che circolano in questi giorni e che parlano di “difficoltà” della candidata democratica.

sondaggi usa 2016

USA 2016, sondaggi: le primarie democratiche

Il grande vantaggio di Hillary Clinton tra i democratici viene in effetti confermato da ogni sondaggio che si può trovare. La frontrunner democratica è però effettivamente in calo, visto che il suo picco di consensi, che superava il 60%, è ormai un lontano ricordo e la Clinton deve accontentarsi di trovarsi attorno al 45/47%. Un calo preoccupante, ma comunque comprensibile: fino a poco fa non c’era nessun rivale per la Clinton, soprattutto a livello di notorietà, l’emergere di Bernie Sanders come competitor ha scaldato gli animi della sinistra, provocando un’inevitabile erosione del consenso per l’ex first lady.

usa 2016 sondaggi primarie democratiche

USA 2016, sondaggi: le primarie repubblicane

Molto più variegato il panorama nelle primarie repubblicane, che devono scontentare il numero impressionante di candidati e la presenza di un aspirante presidente del tutto fuori dal comune come Donald Trump. Ed è proprio Donald Trump che, provocando numerosi mal di testa ai suoi competitor, continua a essere nettamente in testa ai sondaggi. Merito delle sue sparate, delle sue provocazioni, della sua abilità davanti alle telecamere. Una figura che ha colto tutti impreparati ma che comunque, alla prova del voto, dovrebbe evaporare (o almeno così si augurano i vari Bush e Rubio). A preoccupare i candidati di testa, però, ci dovrebbe anche essere il fatto che al secondo posto non si trova nessuno di loro, bensì un altro outsider, il dottor Ben Carson.

usa 2016 sondaggi primarie repubblicane

USA 2016: i primi sondaggi

Giugno 2015 – I sondaggi su Usa 2016 stanno monitorando da parecchio tempo la situazione, con un occhio di riguardo per Hillary Clinton che viene contrapposta a ogni singolo repubblicano in lizza. Inevitabile, vista che l’ampia rosa di candidati alla Casa Bianca è composta soprattutto da repubblicani e che ancora non si sono materializzati sfidanti credibili per Hillary Clinton (e non è detto che questo sia un vantaggio).

Per il momento, però, il fatto di essere di gran lunga il personaggio più conosciuto, di avere l’immagine più definita a livello nazionale e di essere, anche se non ufficialmente, in campo per le prossime presidenziali dal giorno stesso in cui si è iniziato a dire “usa 2016” la sta aiutando non poco, come dimostrano i sondaggi su scala nazionale della Cnn, secondo i quali Hillary Clinton è in vantaggio contro ogni possibile avversario.

In vantaggio, quindi, anche contro Jeb Bush, che è di gran lunga, al momento, il più probabile avversario alla Casa Bianca nella rosa di repubblicani candidati alle primarie. Anche se, si sa, dalle primarie spesso e volentieri arrivano sorprese non di poco conto. Secondo le rilevazioni della Cnn, comunque, al momento la ex first lady supererebbe l’ex governatore della Florida di ben 8 punti (51 a 43%).

Attenzione, però, come sempre questi sondaggi valgono poco, visto il meccanismo con cui si vota per la Casa Bianca in cui in ogni stato chi vince prende tutti i grandi elettori in palio, che sono in numero diverso a seconda della popolosità. Di conseguenza, essere in vantaggio nei sondaggi è sicuramente significativo, ma non garantisce nulla.

Comunque, Hillary Clinton è in vantaggio di nove punti anche su Ted Cruz, mentre contro altri sfidanti la forchetta diminuisce: solo tre punti di distacco con Marco Rubio e Scott Walker, addirittura solo un punto contro Rand Paul. Che al momento, quindi, sembra essere l’avversario più temibile (anche secondo i sondaggi sulle primarie repubblicane).

Hillary Clinton candidata USA 2016 sondaggi

Ultime notizie su Elezioni USA

Tutto su Elezioni USA →