Roberto Straccia morto: l’autopsia conferma la sua identità, il corpo trovato a Bari è il suo

Ieri a Bari è stata effettuata l’autopsia sul cadavere ritrovato sul lungomare: è di Roberto Straccia, il giovane scomparso a Pescara.

E’ lui. Il corpo ritrovato il 7 gennaio sul lungomare di Bari è proprio quello di Roberto Straccia. Lo ha stabilito l’autopsia, durata 5 ore, che è stata effettuata ieri.

La Procura di Bari ha rilasciato un comunicato:

“L’attività istruttoria svolta consente di ritenere con sufficiente grado di verosimiglianza che il cadavere rinvenuto sia quello di Roberto Straccia […] sono stati conferiti incarichi di consulenza ad elevato livello di specializzazione per l’esame autoptico e tossicologico. E’ stato anche disposto l’esame del Dna per corroborare l’identificazione. I consulenti hanno avuto termini dai trenta ai sessanta giorni, per cui non è possibile avanzare prima del deposito delle relazioni ipotesi giuridicamente apprezzabili”

Lo studente era scomparso a Pescara, dove studiava Lingue, lo scorso 14 dicembre. Era uscito di casa per fare jogging, e solo ulteriori esami potranno chiarire la causa della morte.

Infatti bisogna ancora capire cosa sia successo (Roberto è morto annegato o per altre cause?) e quando. L’ipotesi più probabile secondo la procura di Pescara è quella del suicidio o dell’incidente a seguito di un malore.

Riporta Repubblica che Mario e Rita, i genitori del ragazzo, ieri erano a Bari, per vedere la salma del figlio.

La foto (by infophoto) che vedete in testa al post è stata inserita solo perchè viene già utilizzata da tutte le testate giornalistiche. Ci scusiamo con chi è particolarmente impressionabile.

LINK UTILI

Roberto Straccia morto: trovato cadavere sul lungomare di Bari

Roberto Straccia scomparso: la ricostruzione della sua ‘ultima corsa’

Roberto Straccia scomparso: gli esami sono negativi, si pensa al sequestro di persona

Cronaca Pescara: scompare nel nulla Roberto Straccia, appelli su web e Facebook

Roberto Straccia scomparso: analisi sullo scaldacollo, spunta un testimone