Parigi, tre attiviste curde uccise a colpi di pistola: “E’ stata un’esecuzione”

Tre donne, tre attiviste curde, sono state uccise ieri con un colpo di pistola in testa all’interno dei locali dell’Istituto Curdo di Parigi. Le autorità stanno vagliando ogni possibile pista.

Shock a Parigi, dove nella notte sono stati rinvenuti i corpi senza vita di tre donne curde, uccise con un colpi di pistola alla testa in quella che senza dubbio è stata una vera e propria esecuzioni.

La scoperta è stata fatta intorno alle 2 di questa notte all’interno dei locali del centro informazioni dell’Istituto Curdo, un’associazione della comunità curda sita in Rue Lafayette, nel decimo arrondissement. Si tratta, secondo le prime ricostruzioni, di tre attiviste molto note nella comunità: Sakine Casiz, una delle co-fondatrici del Partito dei Lavoratori del Kurdistan, Fidan Dogan, rappresentante del National Congress of Kurdistan, e la giovane attivista Leyla Soylemez, come riferito dal quotidiano locale Actukurde.fr.

A fare la macabra scoperta è stata un’amica delle tre vittime, preoccupata perché da ore non riusciva a mettersi in contatto con loro. E in effetti, secondo una prima analisi sui corpi, il decesso potrebbe essere avvenuto diverse ore prima, addirittura intorno alle 15 di ieri pomeriggio.

Nessun dubbio sul fatto che il killer – o i killer – abbiano utilizzato delle armi dotate di silenziatore, così da non attirare l’attenzione ed avere tutto il tempo di darsi alla fuga e far perdere le proprie tracce. Del caso si stanno occupando le autorità locali, che stanno vagliando tutte le possibili piste ed analizzando i filmati delle telecamere installate nell’area.

Foto | Google+

Ultime notizie su Cold Case

Tutto su Cold Case →