DiMartedì | Puntata 19 maggio 2015

DiMartedì: la puntata del 19 maggio 2015

  • 21.16

    Floris apre l’anteprima con Monica Maggioni. Poi presenta temi e altri ospiti.

  • 21.18

    Abracadabra baby.

  • 21.21

    Dopo la pubblicità, la copertina satirica di Maurizio Crozza.

  • 21.22

    Anzi, no, prima di Crozza, entra in studio Carlo Cottarelli.

  • 21.24

    Cottarelli: “Sui rimborsi ai pensionati si è fatto bene per contenere gli effetti della finanza pubblica. Il rimborso è la decisione giusta dal punto di vista economico. La spesa per le pensioni rappresenta più di un terzo delle spese dello Stato. La coperta è corta, questo è il problema”.

  • 21.27

    Le spade di Damocle.

  • 21.30

    Cottarelli: “Dopo la ripresa economica ci vuole un po’ di tempo perchè riparta l’occupazione”

  • 21.31

    Ecco Maurizio Crozza.

  • 21.33

    Crozza ironizza su Berlusconi pensionato, poi passa alla sentenza della Consulta.

  • 21.35

    Quindi sul bonus di 500 euro per i pensionati: “Come vogliamo chiamarlo? La più ardita truffa agli anziani mai concepita?”

  • 21.37

    L’imitazione di Renato Brunetta.

  • 21.38

    Poi è la volta dell’imitazione di Mattarella.

  • 21.40

    Alessandro Di Battista. Che definisce “porcata” la legge Fornero. E ricorda chi la votò.

  • 21.42

    Di Battista: “Che venga chiamato bonus pensionati è una schifezza. Lo Stato ha scippato i pensionati”.

  • 21.43

    Di Battista: “18 miliardi? I soldi ci sono!”

  • 21.45

    Di Battista: “Renzi è straordinario, ogni volta che si avvicinano le elezioni trova soldi già nostri per regalarli”

  • 21.47

    Di Battista: “Ho portato tutte le coperture per il reddito di cittadinanza”. Tra queste tagli alla Pa per 5 miliardi, tagli alla spesa militare per 2 miliardi.

  • 21.50

    Di Battista: “C’è il pericolo per gli alunni di andare a scuola perché cadono i soffitti. Renzi dà i soldi alle scuole private. Il super preside manager è una figura pericolosa. La corruzione è entrata ovunque, c’è il rischio che entri anche nella scuola”.

  • 21.53

    Di Battista: “Alfano è indecoroso politicamente. Gli chiederei: da quando è al Viminale il Paese è più sicuro?”.

  • 22.00

    Il ministro Alfano: “Di Battista è un primatista, è riuscito a farsi eleggere deputato nel 2013, nel 2014 Pagella politica gli ha riconosciuto il premio di bufala dell’anno. E il New York Times lo ha messo nell’elenco dei ballisti del mondo”.

  • 22.03

    In onda un servizio sui rimborsi per i pensionati.

  • 22.04

    Alfano sul bonus pensioni: “Non si poteva fare di più, non c’erano i soldi per tutti. Si è cominciato dalle pensioni basse”. Belpietro: “Si è iniziato e si è finito. Dopo questi, non arriveranno altri soldi”.

  • 22.06

    Alfano: “Faccio il ministro gratis”

  • 22.07

    Alfano: “Ho votato per il blocco delle indicizzazione delle pensioni? Sì, ma eravamo in fase di commissariamento da parte del governo dei professori. Il Pd l’ha votato convintamente. Noi del Pdl eravamo deboli politicamente”. Poi aggiunge: “Ho dovuto fondare un partito per salvare il Paese, nel 2013”.

  • 22.09

    In studio Marina Calderone, presidente Ordine Consulenti del lavoro: “Al momento non c’è il decreto, commentiamo le notizie emerse dal consiglio dei ministri. 2 miliardi e 100 milioni sono messi in campo dal governo”.

  • 22.11

    Calderone: “Quelli che ottengono qualcosa rimettono cifre importanti: intorno al 20% di quello che doveva essere corrisposto loro. Ricorsi? Ci sono i presupposti”.

  • 22.12

    Belpietro: “Non si può intervenire sulle pensioni dei politici che sono stati parlamentari per soli 5 anni?”.

  • 22.14

    Alfano precisa che gli attuali parlamentari non hanno vitalizio. Belpietro conferma.

  • 22.15

    Alfano: “In 15 giorni abbiamo risolto il problema”.

  • 22.17

    Sondaggio.

  • 22.18

    Alfano: “Lotterò per il no al ricalcolo delle pensioni”.

  • 22.22

    In un servizio si parla di investimenti, tra fondi pensione e titoli di Stato.

  • 22.28

    In un servizio si parla del tema dell’immigrazione.

  • 22.32

    Alfano sull’immigrazione: “È una questione epocale, ho subito un linciaggio da parte della Lega ma ora si capisce che riguarda tutti”.

  • 22.34

    Il ministro Alfano ottimista sul fatto che “col piano Junker cadrà il muro di Dublino”, con riferimento al trattato di Dublino.

  • 22.35

    Alfano: “L’Europa deve essere solidale, altrimenti semplicemente non è!”

  • 22.36

    Alfano: “Se scappi da una guerra ti accolgo, ma se vieni in Italia per prendere il posto di lavoro di un italiano è meglio che rimani lì dove sei”.

  • 22.39

    Rocca: “Sono d’accordo con Alfano, Ue deve essere solidale, ma quote di 2 mila di migranti sono troppo basse, in Italia quel numero arriva in un week end”.

  • 22.41

    Alfano: “Pensiamo di creare campi profughi in Africa per stabilire lì chi può essere accolto”.

  • 22.42

    Alfano: “O noi facciamo sì che arrivino tutti in massa o organizziamo lì un sistema che li selezioni”.

  • 22.46

    Alfano: “Lavoriamo su un’operazione della polizia internazionale e contiamo nella missione di Bernardino Leon”

  • 22.46

    Alfano è sicuro: “Noi italiani siamo campioni del mondo di umanità”. Poi aggiunge: “In tv non possiamo dire le modalità operative del piano a cui stiamo lavorando”.

  • 22.47

    In un servizio si parla della raccolta di abiti usati a Roma.

  • 22.57

    In studio la dem Moretti, il leghista Fedriga e Pastorino, candidato in Liguria per la sinistra. In onda un reportage sulla legalizzazione della prostituzione in Svizzera.

  • 23.02

    L’Irpef sale. Moretti: “Bisogna tagliare sprechi e inefficienze per recuperare risorse”.

  • 23.04

    Moretti: “I tagli agli enti locali ci sono sempre stati, e maggiori di quelli di oggi. Ma se arrivano i tagli non bisogna sempre sacrificare i cittadini. Bisogna iniziare a tagliare i costi della politica. In 5 anni in Veneto taglierò 52 milioni di euro che riverserò tutti sul sociale”.

  • 23.06

    Moretti afferma che ricalcolerà tutti i vitalizi degli ex consiglieri regionali su base contributiva.

  • 23.07

    Fedriga: “Follie morettiane, non parliamo di tasse per non sparare sulla croce rossa”

  • 23.07

    Fedriga: “Moretti ha scritto su Facebook di aver parlato al telefono oggi col ministro Lorenzin. Non è vero, il ministro non le ha mai parlato. E la Moretti ha cancellato il post su Facebook”.

  • 23.09

    Moretti: “Ho parlato col ministro Lorenzin, mi sono confrontata con lei sulla questione della sanità veneta. Fedriga delira”.

  • 23.10

    Fedriga: “Perché hai cancellato le tue dichiarazioni? Sei imbarazzante e bugiarda!”.

  • 23.11

    Moretti: “Il ministro Lorenzin non può smentire che ci siamo sentiti. Sul Veneto ho sentito anche altri ministri!”.

  • 23.12

    Cuzzocrea racconta dell’ex leghista Santino Bozza, candidato in appoggio a Moretti in Veneto e definito anti-gay per alcune dichiarazioni.

  • 23.13

    Moretti: “Le dichiarazioni di Bozza risalgono a tre anni e sono vergognose. Non le condivido, sono cretinate. Ho chiesto una smentita immediata”.

  • 23.16

    Sulla frase “Gli anziani ospitino gli immigrati nelle loro case”, Moretti smentisce di averla pronunciata e precisa che quella idea era stata avanzata dal Prefetto.

  • 23.22

    Tito Boeri in collegamento.

  • 23.23

    Boeri sulle pensioni: “Nel 2016 varrà ancora la legge Letta, con una contenuta indicizzazione ma ora avranno una base più alta”. E spiega che il rimborso deciso dal governo Renzi riguarderà 4 milioni di persone.

  • 23.26

    Boeri: “Non avrà rimborso chi ha una pensione superiore ai 3000 euro. Per loro non cambia nulla rispetto alla situazione antecedente alla sentenza della Consulta”.

  • 23.31

    Boeri: “Chi riceverà il conguaglio lo riceverà il primo di agosto; non dovranno presentare alcuna domanda: 500 euro a testa per una platea di 4 milioni di persone”.

  • 23.34

    Sui ricorsi possibili, Boeri: “Rischio limitato di averne”.

  • 23.37

    Boeri: “Faremo la proposta al governo per usare il regime contributivo e dare flessibilità nel pensionamento”

  • 23.39

    Boeri: “Il reddito di cittadinanza costerebbe troppo. Meglio il reddito minimo, dato solo ai poveri”.

  • 23.40

    In onda un servizio sull’età pensionabile, destinata a salire.

  • 23.44

    Boeri: “Sento spesso parlare di diritti acquisiti, ma uno acquisisce il diritto ad avere una pensione versando i contributi durante tutta la vita lavorativa. Se ci sono persone che hanno versato pochi contributi e poi hanno pensioni altissime, non li chiamerei diritti acquisiti”.

  • 23.46

    Boeri spiega che “diamo possibilità di calcolare la pensione sul sito dell’Inps” perché “è importante saperlo per poter prendere contromisure”.

  • 23.48

    In onda un servizio sui pensionati siciliani.

  • 23.50

    Boeri: “I politici hanno sempre giustificato le retribuzioni molto vantaggiose che si sono dati. Ma le giustificazioni non reggono. E reggono ancora meno i vitalizi che si concedono e che sono in gran parte slegati dai contributi da loro versati. Anche su questo faremo una operazione di trasparenza”.

  • 23.58

    Viene riproposta la copertina di Crozza della scorsa settimana.

  • 00.06

    Il ministro Giannini in studio. In un servizio i più caldi casi legati alla scuola oggetto di satira.

  • 00.10

    Giannini: “Abbiamo rimesso l’istruzione al centro dell’agenda politica del Paese”.

  • 00.11

    Giannini: “Abbiamo ascoltato a lungo sindacati, scuola e Paese”.

  • 00.14

    Giannini: “Il preside con il nome di dirigente scolastico è diventato sulla carta il responsabile dell’istruzione”.

  • 00.15

    Giannini: “I dirigenti scolastici col nostro ddl saranno obbligati a trasparenza e alla pubblicità delle decisioni. Chi le valuta? Il nucleo di valutazione, a cui stiamo lavorando”.

  • 00.16

    Giannini: “Con questo disegno di legge mettiamo 3 miliardi di euro sulla scuola pubblica”.

  • 00.22

    Giannini: “Non è una sanatoria: assumiamo 120 mila docenti e altri 150 mila precari. Non c’è privatizzazione”

  • 00.25

    Il ministro precisa: “Il preside non assume il docente ma lo arruola nella sua scuola”. Quindi annuncia che “domani convocherò i sindacati per lunedì prossimo per il quinto incontro di confronto sulla buona scuola”.

  • 00.30

    Con un servizio si torna a parlare di regionali. Con focus sulle candidature più discusse.

  • 00.32

    Cofferati: “Io ho segnalato che il centrodestra votava alle primarie del centrosinistra, ma nessuno mi ha risposto. Per questo sono andato via”.

  • 00.35

    Rosato del Pd: “Non possiamo chiedere a chiunque venga a votare alle primarie se in passato ha votato per il centrodestra”. Cofferati spiega che in realtà in Liguria i leader del centrodestra aveva annunciato di votare per la Paita alle primarie entro una strategia ben precisa.

  • 00.36

    Rosato insiste: “Il Presidente di garanzia Contri ha valutato le indicazioni di Cofferati ma ha dichiarato le primarie legittime”.

  • 00.37

    Rosato: “Nessuno degli impresentabili è nelle liste del Pd, ma in quelle che l’appoggiano”.

  • 00.38

    Pastorino: “Ha ragione Cofferati”.

  • 00.40

    Salvatore: “Si doveva fare pulizia, i candidati non devono essere condannati. Borsellino diceva che i politici devono anche sembrare onesti”.

  • 00.42

    Rosato assicura: “Non modificheremo la legge Severino né per De Luca né per Berlusconi”.

  • 00.43

    Nuova ospite, Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone e sorella di Giovanni.

  • 00.46

    Finisce la puntata. Alè.

Andrà in onda stasera a partire dalle 21:10 una nuova puntata di DiMartedì, il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris, che seguiremo in liveblogging da Blogo.

DiMartedì | Anticipazioni puntata 19 maggio 2015

DiMartedì: tra gli ospiti di Giovanni Floris il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, il ministro dell’istruzione, Stefania Giannini, il deputato M5S, Alessandro Di Battista, l’europarlamentare Sergio Cofferati, l’ex commissario alla spending review, Carlo Cottarelli. Intervengono anche il direttore di Libero, Maurizio Belpietro e Annalisa Cuzzocrea di La Repubblica.

All’interno della puntata i sondaggi Ipsos di Nando Pagnoncelli.

In primo piano pensioni, fisco e immigrazione.

DiMartedì | Maurizio Crozza

crorr

In apertura di puntata la tradizionale copertina satirica di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di DiMartedì, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

DiMartedì | Second screen

DiMartedì ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.

I Video di Blogo.it