Iraq news: dopo quasi nove anni finisce la missione americana, soldati a casa entro il 31 dicembre

La guerra in Iraq è ufficialmente finita: giovedì scorso si è svolta la cerimonia dell’ammainabandiera.

Torneranno a casa entro il 31 dicembre gli ultimi 4.000 soldati americani ancora in Iraq: si chiude così un lungo (e sanguinoso) capitolo della storia americana.

Segnala il Corriere che giovedì scorso si è svolta la cerimonia dell’ammainabandiera, alla presenza del segretario alla Difesa Leon Panetta, che ha ufficialmente dichiarato la fine della guerra.

Come prevede la tradizione dell’esercito le truppe statunitensi hanno abbassato la bandiera a stelle e strisce e l’hanno avvolta in un tessuto mimetico.

Spiega il quotidiano che:

“Al momento di maggiore presenza, il numero dei militari statunitensi nel Paese era arrivato a 170.000. Gli americani lasciano un Iraq ancora in preda a violenze politiche e interconfessionali, con attentati mortali quotidiani”

Panetta ha reso omaggio ai soldati, che lasciano l’Iraq con “un orgoglio permanente”:

“Potete essere sicuri che il vostro sacrificio ha davvero aiutato il popolo iracheno a lasciarsi alle spalle la tirannia”

Il conflitto in tutto è durato quasi nove anni.

(fonte immagine)

LINK UTILI

Wikileaks svela i lati oscuri della guerra in Iraq

Siria in rivolta: il problema è in Iraq

Il ruolo Saudita in Iraq: guerra agli sciiti

Wikileaks, il vero volto dell’Iraq nei documenti segreti