Delitto di Garlasco: e se ad uccidere Chiara Poggi fosse stata una donna?

Le nuove perizie disposte dal gup Stefano Vitelli continuano a venir depositate. Questa mattina il quotidiano Libero ha riferito di una superperizia in cui viene confermata la presenza sulla scena del delitto di una seconda persona, presumibilmente una donna.Il perito, infatti, ha notato la presenza di un’impronta che non apparterrebbe all’assassino, ma ad una seconda

Le nuove perizie disposte dal gup Stefano Vitelli continuano a venir depositate. Questa mattina il quotidiano Libero ha riferito di una superperizia in cui viene confermata la presenza sulla scena del delitto di una seconda persona, presumibilmente una donna.

Il perito, infatti, ha notato la presenza di un’impronta che non apparterrebbe all’assassino, ma ad una seconda persona. Una traccia lunga 24-26 centimetri che corrisponderebbe a un numero di piede 36-37 e avrebbe forma e dimensioni di una scarpa da donna.

Alcune tracce simili a quella sono state rinvenute anche di fronte al tappeto del bagno e in cima alla scala dove è stato rinvenuto il corpo di Chiara.

A confermare questa ipotesi ci sarebbe anche una ecchimosi da calpestamento rinvenuta sulla coscia sinistra di Chiara al momento dell’autopsia: quella ecchimosi sarebbe stata provocata da una scarpa femminile, con tacco e punta.

E’ chiaro che la scarpe indossate da Alberto, un paio di Lacoste, non avevano nè tacco nè punta. Resta da capire chi sia questa seconda persona.

Ma la domanda che in molti si stanno facendo è: come mai in due anni di indagini nulla di tutto ciò è stato rilevato o analizzato dagli inquirenti?

Via | TgCom

I Video di Blogo

Ultime notizie su Delitto di Garlasco

Tutto su Delitto di Garlasco →