Affari italiani: la crisi economica si abbatte sullo sport

La crisi economica e la necessità di ridurre i costi dello Stato si abbatte anche sullo sport e sulle Federazioni sportive. Il Coni, infatti, ha deciso di tagliare del 20% i fondi destinati allo sport e di ridurre il numero dei consiglieri federali.

Un drastico taglio del 20% dei fondi elargiti dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano alle Federazioni sportive (inclusa, dunque, la Fir) e una riduzione dei consiglieri federali, con conseguente risparmio. Queste le decisioni prese dalla Giunta Coni ieri e che verranno ratificate nei prossimi giorni, come scrive l’Ansa.

Sono del 20,4% i tagli che il Coni farà alle federazioni: si passerà dai 192 milioni del 2011 ai 153 del 2012. Cifra che risente anche del taglio dell’importo totale che il governo ha stanziato al Coni: da 450 a 409 milioni di euro (-9%, che diventa -11 considerando le attività legate alle Olimpiadi). Lo ha reso noto il segretario generale del Coni Pagnozzi, oggi al termine della Giunta. 
La Giunta del Coni, inoltre, ha deciso la riduzione dei consiglieri federali (192 in meno) e dei revisori dei conti (90) e una serie di altre iniziative come l’introduzione del Delegato Provinciale, chiamato ad agire in luogo del Comitato Provinciale.

AGGIORNAMENTO: La Giunta del Coni ha approvato i tagli che, come ovvio, coinvolgono anche la Federazione Italiana Rugby. Per il 2012 la Fir vedrà i fondi Coni tagliati da 3.913.145 a 2.206.116 euro. Per quel che riguarda, invece, i consiglieri federali, quelli ovali dovrebbero scendere da 20 a 10. Un bel taglio che farà piangere tanti “statali ovali”.

SONDAGGIO: VOTATE IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2011!