‘Ndrangheta; arrestati consigliere regionale, finanziere e carabiniere

Franco La Rupa, 49 anni sospeso dal suo partito, l’Udeur, (già da luglio in seguito l’operazione Omnia) è ora agli arresti domiciliari per una nuova inchiesta, “Nepetia” . Anche stavolta è l’intreccio politica ‘ndrangheta. L’accusa infatti è scambio di voti avvenuto nel 2005, quando La Rupa, secondo gli inquirenti, avrebbe ottenuto l’appoggio dalla cosca di

di gaetano

Franco La Rupa, 49 anni sospeso dal suo partito, l’Udeur, (già da luglio in seguito l’operazione Omnia) è ora agli arresti domiciliari per una nuova inchiesta, “Nepetia” . Anche stavolta è l’intreccio politica ‘ndrangheta. L’accusa infatti è scambio di voti avvenuto nel 2005, quando La Rupa, secondo gli inquirenti, avrebbe ottenuto l’appoggio dalla cosca di Amantea del boss Tommaso Gentile. Insieme al consigliere sono stati arrestati anche un sottoufficiale dei carabinieri, un appuntato della guardia di finanza e un dirigente del’ufficio tecnico di Amantea con l’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Il sindaco è Franco La Rupa. Va detto che non è mai finito dentro, ma nel 2005 è stato indagato dalla Procura di Paola per presunti brogli elettorali e illeciti nell’utilizzo di fondi della legge 488, mentre l’estate scorsa lo ritroviamo coinvolto nell’operazione «Omnia», indagato per concorso esterno in associazione mafiosa. Il Pm s’è battuto per l’arresto, il gip si è opposto. Tre mesi fa hanno nuovamente contestato l’associazione mafiosa a La Rupa nell’inchiesta «Nepetia» per collusioni con la ’ndrangheta perché ai tempi in cui da sindaco di Amantea saliva sul palco con Di Pietro, La Rupa avrebbe favorito la cosca Gentile.

Sta a vedere che Berlusconi quando parla di brogli c’azzecca…

Fonte: qn

Ultime notizie su Inchieste e processi

Tutto su Inchieste e processi →