Mantova: trovato cadavere di giovane donna in un canale

L’intervento dei vigili del fuoco ha permesso di recuperare il cadavere, che sarebbe rimasto in acqua per 6-8 mesi e che apparterrebbe a una donna sui 30-35 anni.

Il cadavere di una donna in avanzato stato di decomposizione è stato trovato ieri mattina nel canale di bonifica a Moglia di Sermide, in provincia di Mantova. È stato un pescatore a notare un corpo che affiorava, vicino alle idrovore che pescano l’acqua dal Po, e a dare l’allarme intorno alle 9.

L’intervento dei vigili del fuoco di Suzzara ha permesso di recuperare il cadavere, che sarebbe rimasto in acqua per 6-8 mesi e che apparterrebbe a una donna sui 30-35 anni. Indagano i carabinieri che dovranno ora occuparsi prima di tutto dell’identificazione, che appare per nulla semplice, della donna, i cui resti sono stati portati nella camera mortuaria dell’ospedale Poma di Mantova.

Per prima cosa saranno passati al setaccio gli elechi di tutte le persone scomparse di recente nel Mantovano, prima di allargare il raggio d’azione della ricerca. Sono duecentocinquanta in tutto le persone che si stima siano scomparse nelle acque del fiume Po solo nel 2012.

Foto © Getty Images – Tutti i diritti riservati