Delitto a Central Park: milionaria uccisa in un lussuoso hotel di New York, arrestato un addetto alle pulizie

Il giallo sulla morte della miliardaria libanese Andree Bejjani, 44 anni, accoltellata e strangolata in un appartamento al decimo piano della Jumeirah Essex House, sembra essere già stato risolto.La donna, che soggiornava da più di un mese nel noto hotel condominio tanto amato dalle celebrità, sarebbe stata uccisa, non è chiaro per quale motivo, dal


Il giallo sulla morte della miliardaria libanese Andree Bejjani, 44 anni, accoltellata e strangolata in un appartamento al decimo piano della Jumeirah Essex House, sembra essere già stato risolto.

La donna, che soggiornava da più di un mese nel noto hotel condominio tanto amato dalle celebrità, sarebbe stata uccisa, non è chiaro per quale motivo, dal 29enne Derrick W. Praileau, capo delle pulizie, che è stato visto entrare alle 6 di mattina nell’appartamento della Bejjani.

Praileau, arrestato qualche ora dopo l’omicidio, sarebbe entrato nell’appartamento utilizzando la carta magnetica di cui era in possesso in quanto addetto alle pulizie, visibilmente ubriaco.

A quanto pare l’uomo avrebbe già confessato e per questo è stato accusato di omicidio di secondo grado. Stando a quanto riportano i quotidiani statunitensi, l’uomo non avrebbe rivelato il motivo del gesto, anche se non è escluso che il movente possa essere di natura sessuale.

Via | New York Times