Arrampicare sul mare: climbing in Liguria

Dopo il Salento, continua il nostro viaggio sull’arrampicate di mare (mi passi il termine). L’entroterra Ligure è pieno di falesie attrezzate. Finale Ligure su tutte. Ma non vi voglio parlare delle falesie interne, ma bensì di quelle a picco sul mare. Come è stato per il Salento. Anzitutto le falesie del Muzzerone situate sopra Portovenere

di trab

Dopo il Salento, continua il nostro viaggio sull’arrampicate di mare (mi passi il termine). L’entroterra Ligure è pieno di falesie attrezzate. Finale Ligure su tutte. Ma non vi voglio parlare delle falesie interne, ma bensì di quelle a picco sul mare. Come è stato per il Salento. Anzitutto le falesie del Muzzerone situate sopra Portovenere (SP) costituiscono l’estrema propaggine del Parco Nazionale delle 5 Terre e, inserite nel contesto del Parco naturale di Portovenere, rappresentano il fianco occidentale del Golfo della Spezia, conosciuto anche come Golfo dei Poeti. PlanetMountain ne parla così:

Il Muzzerone è un luogo di straordinaria bellezza. Le sue bianche falesie che precipitano a picco su un mare blu oltre ad essere percorse da bellissimi itinerari offrono uno spettacolo naturale di rara bellezza. Un contesto sicuramente suggestivo. Un ottimo calcare caratterizzato da tacchette e gocce d’acqua a volte assai dolorose, ma che determinano un tipo di arrampicata molto tecnica ed elegante. Quasi tutti i settori non sono di facilissimo accesso e forse è proprio ciò che ha contribuito, nel tempo, a preservare questo territorio ad una super frequentazione di climber, rivolti, questi ultimi, a falesie più comode.

Si parlava di falesie più comode. A Moneglia, sempre nelle 5 Terre, accesso non facilissimo, ma sicuramente di gran suggestione, come testimonia il video di Gionatalandi. Sono 3 gli spot: Mal di Diedro, Scogliera di Moneglia Salto nel Blu, scogliera di moneglia traverso delle tre caravelle. Tutte le info sul sito Gulliver e buona arrampicata marittima.