Sport e giornalismo – Quando la spazzatura finisce in prima pagina

Saranno gli articoli apparsi in questi giorni sui giornali nostrani che riportano – con ampio ritardo – la notizia che Mickey Rourke farà un film su Gareth Thomas, il primo rugbista a fare coming out. Sarà che in tempo di crisi raschiare il fondo del barile è sempre meglio che lavorare. Ma l’ultima notizia apparsa sui

Saranno gli articoli apparsi in questi giorni sui giornali nostrani che riportano – con ampio ritardo – la notizia che Mickey Rourke farà un film su Gareth Thomas, il primo rugbista a fare coming out. Sarà che in tempo di crisi raschiare il fondo del barile è sempre meglio che lavorare. Ma l’ultima notizia apparsa sui nostri – ahimè – quotidiani ce la potevamo risparmiare.

La notizia è stata ripresa addirittura dall’Ansa, il che dice tutto sullo stato di salute del giornalismo in Italia, ed è rimbalzata tra giornali, blog e altri organi d’informazione. Ovviamente arriva dalla Gran Bretagna e, ovviamente, lì è stata lanciata soprattutto dai tabloid. Cioé quella carta famosa per la poca credibilità delle notizie che dà e, soprattutto, per il dubbio gusto delle stesse.
Ed ecco che, così, la palla ovale trova ancora una volta le prime pagine. Ah, mi sono dimenticato di dirvi qual è la notizia? Secondo tutti questi autorevoli mezzi d’informazione, in Galles un ragazzo, che tra le altre cose giocava a rugby, è finito in coma durante un allenamento a causa di un ictus. Al risveglio sarebbe diventato gay. Possibile? Secondo alcuni neurologi sì (così come alcuni “luminari” pensano che l’omosessualità si possa curare), secondo moltissimi altri no. Ma la cosa più bella di tutta la notizia è come il ragazzo, Chris Birch, enfatizzi il fatto che prima era eterosessuale dicendo: “Ero normale, non avevo nuppure un amico gay”. Già, perché avere un amico gay è indice di omosessualità? Forse sarà diventato gay, ma un po’ di omofobia gli dev’essere rimasta attaccata!


SONDAGGIO: VOTATE IL MIGLIOR AZZURRO DEL 2011!

I Video di Blogo.it