Mondiali rugby 2011 – America cara per l’Australia. Arriva Giteau?

E’ uscita vincitrice, ma con le ossa rotte, l’Australia dal match contro gli Stati Uniti. Sono stati ben tre i giocatori a dover lasciare il campo prima del tempo e ora lo staff tecnico sta aspettando con ansia il responso dei medici. Per Rob Horne e Pat McCabe il Mondiale rischia di finire qui e Matt

E’ uscita vincitrice, ma con le ossa rotte, l’Australia dal match contro gli Stati Uniti. Sono stati ben tre i giocatori a dover lasciare il campo prima del tempo e ora lo staff tecnico sta aspettando con ansia il responso dei medici. Per Rob Horne e Pat McCabe il Mondiale rischia di finire qui e Matt Giteau, il grande escluso dei Wallabies, è in preallarme.

Horne si è fratturato uno zigomo, mentre McCabe ha subito una lussazione alla spalla e una decisione verrà presa non prima delle prossime 48 ore. Ai due giocatori vanno poi aggiunti Anthony Faingaa (botta alla testa), Wycliff Palu, Kurtley Beale (entrambi problemi al ginocchio) e Adam Ashley-Cooper (caviglia). Faingaa era addirittura uscito negli ultimi istanti del match con gli Usa in barella, ma è lo stesso Robbie Deans a rassicurare tutti “Anthony ricorda tutto ciò che è accaduto in quei momenti e questo è un buon segnale”.
Per l’Australia questo mondiale è particolarmente sfortunato, contando che i Wallabies hanno già in infermeria campioni come Digby Ioane, David Pocock, James Horwill e Scott Higginbotham. Se Horne o McCabe non dovessero farcela potrebbe arrivare in Nuova Zelanda Matt Giteau. Il centro/apertura è stato il grande escluso dell’Australia mondiale dopo la mediocre prova contro Samoa, ma ora potrebbe trasformarsi in un jolly importante, soprattutto dopo che Quade Cooper ha abbastanza deluso nelle prime tre partite.


Qui il calendario e tutti gli orari italiani del Mondiale di rugby